Foto del docente

Stefano Bianchini

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Settore scientifico disciplinare: SPS/06 STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI

Responsabile unità organizzativa di sede (UOS) Forlì — Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Curriculum vitae

Stefano Bianchini

CURRICULUM VITAE

DELL'ATTIVITA' DIDATTICA E SCIENTIFICA

Università di Bologna – Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Campus di Forlì

via G. della Torre, 1
I-47100 Forlì
tel.: +39.0543.374104
fax: +30.0543.377088
e-mail: stefano.bianchini@unibo.it
URL: http://www.iecob.net [http://www.iecob.net/] e www.pecob.eu

Formazione: 1972: maturità classica.

1979: laurea in Scienze Politiche con voto 110/110 e lode con tesi dal titolo Appunti per un'analisi dell'autogestione operaia in Jugoslavia (con particolare attenzione al periodo 1963-1974). Relatore: prof. Alceo Riosa.

Conoscenze linguistiche serbocroato e inglese (ottimo), francese (buono), russo e spagnolo (sufficiente).

Ruolo attuale: Professore ordinario di Storia e Istituzioni dell’Europa Orientale (Gruppo M-STO/03), Università di Bologna, Scuola di Scienze Politiche, Campus di Forlì.

Delegato del Rettore alle relazioni con i Paesi dell’Europa Orientale.

Responsabile dell’Unità dipartimentale presso il Campus di Forlì del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali.

  1. ATTIVITA' DIDATTICHE

2017 - Visiting Lecturer alla Panteion University (Atene), Dipartimento di Politica e Storia, in occasione della IV edizione del seminario di dottorato su “European Identities”, e focalizzato sul tema “The New Europe: Eastern and Southeastern Europe”, 27-29 aprile.

- Visiting Professor dell’Università di Stato di S. Pietroburgo, dove ha tenuto lezioni sulla politica europea di allargamento, sul ruolo della diplomazia internazionale nei Balcani e un seminario di metodologia della ricerca nel campo delle relazioni internazionali, 3-19 marzo.

2016 - Docente presso la “Preparing Global Leaders Academy” (PGLA- Jordan), con un seminario su “Challenges for global leadership” e uno workshop professionalizzante in “Leadership communication: How to use of voice and read a public speech” (Amman, 23-29 maggio).

- Visiting lecturer all’Università di Stato di S. Pietroburgo, per due workshops dedicati a “International security. The EU Crisis and neo-nationalisms” e a “The Cold War. The USA-USSR competition on modernity patterns”. Ha inoltre tenuto una lezione su “Italian Foreign Policy today” (3-9 aprile).

- Visiting Lecturer alla Panteion University (Atene), Dipartimento di Politica e Storia, in occasione della III edizione del seminario di dottorato su “European Identities”, e focalizzato sul tema “The New Europe: Eastern and Southeastern Europe”, nonché presso il Centro di Analisi Politica dell’Università di Peloponneso ad Atene sul tema “The Balkans: A Powder Keg under the Carpet?”, 17 e 18 marzo.

- Visiting Lecturer alla Budapest Business School - Faculty of Foreign Trade dove ha partecipato alla “Giornata della lingua italiana” con una relazione su “La politica estera italiana oggi” e ha poi tenuto una lezione per il Dipartimento di Relazioni Internazionali sul tema “The Lessons not Learned from the Yugoslav Dismemberment and the Crisis of the European Union”. In precedenza, si è recato al campus di Köszeg della Pannonia University e ha tenuto una lezione sul tema “State Dismemberment and their Implications for Europe”. 29 febbraio-3 marzo.

2015 - Visiting Lecturer all’Eastern Summer School dell’Università di Varsavia con lezione su “State Dismemberment and Their Implications for Europe. How Partitions affect the Nature of Democracy”, 9 luglio.

- Visiting Lecturer alla Panteion University (Atene), Dipartimento di Politica e Storia, in occasione di un seminario di dottorato su “European Identities”, e focalizzato sul tema “The New Europe: Eastern and Southeastern Europe”, nonché presso l’Università di Peloponneso a Corinto sul tema “State Partitions and the lessons (not) learned from the Yugoslav dismemberment”, 27 e 28 marzo.

2014 -Visiting Lecturer alla Drexel University su tema: “Globalization and Its Impact on the Crisis of the European Union”, Philadelphia (novembre)

- Visiting Lecturer presso la Pannonia University e l’ ISES-Institute for Social and European Studies di Köszeg (Ungheria) in occasione della Summer University “Navigating Europe’s Future: a New Odissey” (luglio) e di una serie di seminari per dottorandi (ottobre/dicembre) nell’ambito delle attività finanziate dai Fondi sociali europei.

- Visiting Lecturer alla Kazan Federal University (Tatarstan, Russia) sia nella sede centrale di Kazan, sia nella sede decentrata di Nabereznyje Chelny: lezioni rivolte a studenti in scienze politiche e un seminario riservato a docenti e assistenti (maggio/giugno).

- Visiting Lecturer alla Panteion University (Atene) in occasione di un seminario di dottorato su “European Identities”, cofinanziato dalla Friedrich Ebert Stiftung, e focalizzato sul tema “The New Europe: Eastern and Southeastern Europe” (marzo)

- Visiting Lecturer alle Kavkaz University, Baku State University e Economic University di Baku (Febbraio)

dal 2013 - Membro del Collegio di Dottorato in “Globalization and International Studies” del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali-Università di Bologna.

2013 - Visiting Lecturer all’Università di Stato di Buenos Aires, Facoltà di Scienze Sociali; alla Harvard University, Center for European Studies; al Juniata College, Huntingdon PA, the Baker Institute for Peace and Conflict Studies, novembre.

- Membro correlatore della Commissione di tesi del dottorato “Diversity Management and Governance” presso l’Università di Graz, Facoltà di Legge, Dipartimento di Studi Umanistici, per una tesi della candidata Nidzara Ahmetasevic, su “A House of Card: Bosnian Media under (re)construction. Media Assistance as a Tool of Post-conflict Democratization and State Building”, novembre.

- Guest lecturer alla ISES-Summer University di Köszeg sul tema “Sovereignty and EU Enlargement: Central European Alternatives”, giugno.

- Presidente della Commissione di tesi del dottorato “Diversity Management and Governance” presso l’Università di Bologna, Scuola di Scienze Politiche, per quattro tesi dei candidati Irene Dioli, Vesna Atanasova (di cui relatore), Katrin Elliott e Fabio De Menna rispettivamente su “Labour, LGBT rights, and Europe. Discourses in Italy and Serbia”; Diversity and Local Democracy: The case of the Republic of Macedonia”; “Consolidating diversities: parents’ voice in public schools”; “Life Cycle Assessment of Peach Nectar: a comparative analysis between conventional and bioenergy-from-waste integrated food chains”, giugno.

- Partecipante alla Tavola Rotonda presso le Facoltà di Scienze Politiche degli Atenei di Zagabria e Belgrado sul tema “The Choice. Human Rights, Diversities and the Legacy of the Yugoslav Secession Wars”, maggio.

2012 - Visiting lecturer alle Università di Belgrado e Sehir (Istanbul) sul tema Europe between Integration and Dismemberment: Post-Cold War Challenges (dicembre)

  • Relatore e Membro di commissioni di tesi di dottorato alla Vytautas Magnus University di Kaunas, candidato Leonas Tolvaisis (tesi su Ethnic Minority Policy making by Political parties, 1991-2011: a Comparative Case study of Serbia‘s Hungarians and Estonia‘s Russians e all’Università di Bologna, candidato Francesco Saverio Massari (tesi su La Comunità energetica nel Sud-Est Europa quale fattore di stabilità nell’area balcanica). Correlatore, membro di commissione di dottorato all’Università di Valencia, candidato Javier Jordà Garcia (tesi su La disputa en torno al estatus final Kosovo)

2011 - Guest lecturer alla Johns Hopkins Bologna Center sul tema The Resurgence of Nationalism in Times of Crisis. The Yugoslav Collapse, the EU's Uncertain Future and the Prospect of Reconciliation in the Balkans, Novembre.

- Visiting lecturer alla NTNU (Norwegian University of Science and Technology), Trondheim su “Macedonia and the European Union”, ottobre; all’Università di Graz, Facoltà di Legge, per insegnare alla Scuola Estiva in Diversity Management, LLP program, luglio.

- Presidente della commissione di tesi di dottorato presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Studi Umanistici, per una tesi del candidato Milovan Pisarri, su “I crimini contro la popolazione civile in Serbia durante la I Guerra Mondiale”.

- Guest lecturer alla Johns Hopkins Bologna Center sul tema The Break-Up of Yugoslavia and the War in Bosnia-Herzegovina, Marzo.

- Visiting lecturer presso l’ISES, the Institute for Social and European Studies dell’Università Corvinus a Köszeg (Ungheria), su The Geopolitics of Self Determination from Lenin to the EU integration processes, febbraio.

2010 – Visiting lecturer alla Vytautas Magnus University in Kaunas (May).

Dal 2009 – Coordinatore del progetto “You Share. Youth sharing remembrance of Stalinism and its victims”, finanziato nell’ambito del programma comunitario Europe for Citizens Action 4. Partners: Università di Zagabria, Fiume, Lubiana e Vytautas Magnus di Kaunas.

Coordinatore italiano del Dottorato internazionale “Diversity Management and Governance”, titolo congiunto degli Atenei di Bologna, Graz, Capodistria e New Bulgarian University, afferente al Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia.

Guest Lecturer all’Università di Varsavia, dove tiene una lezione al Main Auditorium della Vecchia Biblioteca su “1989-2009: Peace and War between Integration and Self-Determination. An Unconventional assessment of Post-Socialist Transition” per i partecipanti alla 6th Warsaw East European Conference 2009 dedicata a “1919-1939-1989-2009: East-Central Europe, Independence, Totalitarian regimes, Independence”, 18 luglio.

Coordinatore del gruppo di docenti dell’Università di Bologna impegnati nella costruzione didattica di quattro LM (a titolo congiunto) nell’ambito del progetto triennale JOIN-SEE (Exemple of Excellence of Joint Degree Programmes in South East Europe), coordinato dall’Università di Graz, con 23 partner europei, e finanziato dal programma comunitario TEMPUS IV.

Dal 2008 al 2015 – Presidente del Consiglio di corso di Laurea Magistrale internazionale Interdisciplinary Master’s in Research and Studies on Eastern Europe (MIREES) presso la Facoltà di Scienze Politiche “R.Ruffilli” dell’Università di Bologna (titolo congiunto con gli Atenei Vytautas Magnus di Kaunas, Corvinus di Budapest e Università Statale di S. Pietroburgo).

2008 – Guest Lecturer sui temi del Nazionalismo, Auto-determinazione e allargamento della UE presso la II Scuola Estiva in «Managing Diversity» svoltasi all’Università di Lubiana nell’ambito del Socrates Program/Erasmus Intensive Program della Commissione Europea.

Guest Lecturer presso l’ISES, l’Institute for Social and European Studies dell’Università Corvinus a Köszeg per l’insegnamento: “The Geopolitics of Self-Determination from Lenin to Dayton”.

2007 – Direttore di un seminario internazionale per dottorandi sulle relazioni fra Russia ed Unione Europea incluso fra le azioni Jean Monnet e realizzato in partnership con le Università di Turku e Cattolica di Lovanio.

– Membro della commissione di tesi di dottorato all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, candidata Luisa Chiodi, e tesi “Transnational Policies of Emancipation or Colonization? Civil Society Promotion in Post-Communist Albania”.

Membro della commissione di tesi di dottorato alla PhD School, Fakulteit Sociale Wetenschappen dell’Università cattolica di Lovanio, candidata Maria Francesca Vencato, e tesi “The Development Policy of teh CEECs: the EU Political Rationale between the Fight Against Poverty and the Near Abroad”.

Guest Lecturer sui temi del Nazionalismo, Auto-determinazione e allargamento della UE presso la I Scuola Estiva in «Managing Diversity» svoltasi presso la Vytautas Magnus University at Kaunas nell’ambito del Socrates Program/Erasmus Intensive Program della Commissione Europea.

2006 – Guest Lecturer alla XI Savaria Summer University, Köszeg (Ungheria) sui temi dell’allargamento della UE nel Sud-Est Europeo.

2005 – Guest Lecturer al John Jay College of Criminal Justice (City University New York), Program in International Relations.

Coordinatore di un progetto di formazione per il turismo culturale in vista della creazione di un Museo interculturale balcanico a Plovdiv Bulgaria (finanziato dal Ministero degli Esteri, legge 212/92) e della durata di 18 mesi.

Membro della commissione di tesi di dottorato all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, candidata Maria Koinova, e tesi “Degrees of Ethno-National Violence. The cases of Kosovo, Macedonia and Bulgaria after the End of Communism”.

2004 – Guest Lecturer all’Harvard University, John Kennedy School of Government, Cambridge MA.

Docente alla Tallinn International Summer School in Social, Political and Cultural Studies, promossa dall’Estonian Institute for Humanities e dalla Pedagogical University of Tallinn, 26 – 31 agosto.

Dal 2004 al 2008 – Direttore e docente del Master Universitario biennale interdisciplinare in Studi e Ricerche sull’Europa Orientale (MIREES) dell’Università di Bologna, sostenuto dal MIUR nell’ambito dei progetti di internazionalizzazione dell’Università italiana. Il Master è strutturato in 34 insegnamenti (di cui 6 lingue dell’Europa Orientale) e si fonda su una rete di 30 Università che garantiscono gli insegnamenti del secondo anno. Il Master è internazionale perché rilascia titolo congiunto con le Università di Kaunas, Lubiana e il Daniel Berzseny College di Szombáthely (Ungheria). Per la prima generazione (AA.AA. 2004-2006) il Master è stato co-finanziato dal MIUR nell’ambito dei Programmi di internazionalizzazione degli Atenei italiani.

Dal 2003 – Docente, Relatore e Membro del Comitato Scientifico del Dottorato di Ricerca in “Cooperazione Internazionale e Sviluppo Sostenibile International Co-operation and Sustainable Development” per il curriculum in politiche internazionali, Università di Bologna.

Academic Coordinator del primo modulo della Winterschool del network universitario Coimbra Group «Regional Cooperation and European Integration», dedicato a Partitions and Dialogue, Università di Spalato, febbraio.

2003-2004 – Docente relatore di tesi di dottorato al VI Ciclo del Dottorato di Ricerca triennale in Scienze Storiche dell’Università di S. Marino.

Responsabile scientifico e coordinatore del progetto «Integracija», dedicato alla formazione di assistenti universitari della Kaliningrad State University e a giovani funzionari dell’amministrazione pubblica del Comune e della Regione di Kaliningrad, grazie ad un finanziamento assicurato dal Ministero degli Esteri italiano con la legge 212/92.

2003 – Guest Lecturer all’Université de Montréal.

– Docente al Corso di specializzazione in Turismo Culturale di Uniadrion, l’Università virtuale dell’Adriatico-Ionio.

Docente alla 2nd Utrecht Network International Summer School, Cervia, 1-12 settembre.

Guest Lecturer all’Istituto Universitario Europeo, Fiesole.

2002-2004 – Responsabile scientifico e coordinatore di un progetto Tempus regionale di insegnamento a distanza per la formazione di giudici europei in Serbia, Montenegro e Croazia con le Università di Zagabria, Belgrado, Podgorica e i rispettivi Ministeri della Giustizia.

  • 2002– Guest Lecturer all’Università di Yale, New Haven.

Docente alla 1st Utrecht Network International Summer School, Bologna, 7-20 luglio.

2001-2003 – Direttore scientifico e docente di due edizioni del Master in Governance e politiche dell’integrazione europea per l’Europa centrale, orientale e balcanica sempre promosso dall’Università di Bologna e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri.

Responsabile scientifico e coordinatore di un progetto Tempus regionale di insegnamento a distanza per la formazione di giudici europei in Macedonia, Albania e Bosnia-Erzegovina con le Università di Scutari, Skopje, Banja Luka e Sarajevo e i rispettivi Ministeri della Giustizia.

2001-2002 – Docente e responsabile della II e III edizione del Corso di aggiornamento «Training in EU Affairs for Diplomats from Central and Eastern Europe» organizzato dal Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica dell’Università di Bologna insieme con l’Istituto Diplomatico per il Ministero degli Esteri e l’Unione Europea.

  • 2001– Professore Associato di Storia e Istituzioni dell’Europa Orientale, Università di Bologna, Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” a Forlì.

- Guest Lecturer presso la Drexel University di Philadelphia, l’Université Paris 8, la Johns’ Hopkins University-Bologna Center, l’Università di Sarajevo e il College of Management and Business Studies di Budapest.

Dal 2000 – Co-direttore scientifico, assieme al prof. Zdravko Grebo dell’Università di Sarajevo, del Master regionale europeo in Democrazia e Diritti Umani, che si svolge a Sarajevo e Bologna con il sostegno della Commissione europea e del Ministero degli Esteri italiano.

Responsabile scientifico (in qualità di partner delle Università di North London, Sarajevo e Banja Luka e rispettivi Ministeri del Turismo) di un progetto Tempus in «Institutional Development in the Field of Tourism and Culture in Bosnia-Herzegovina» e responsabile scientifico (in qualità di partner delle Università di Novosibirsk, Muenster e London School of Economics) di un progetto Tacis in «Social Work: Better Government».

2000 - Guest-Lecturer a Sarajevo, Banja Luka e Zagabria su nazionalismo e processo di integrazione europea nell’ambito dei Master finanziati dal programma Tempus o su invito del Ministero per l’integrazione europea della Croazia.

Dall’AA. 1999-2000 – Professore, per affidamento, di Storia e Istituzioni dell'Europa Orientale (corso avanzato) all'Università di Bologna, Facoltà di Scienze Politiche, Corso di Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche, sede di Forlì, nonché professore, per supplenza, di Storia e Istituzioni dei Paesi dell'Europa Orientale presso l'indirizzo storico-politico della Facoltà di Scienze Politiche, Università di Bologna.

- docente responsabile per l’area europeo-orientale alla School of Development, Innovation and Change (SDIC) dell’Università di Bologna, per laureati, nonché docente presso il Master in Diritti Umani e Intervento umanitario presso il Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia dell’Università di Bologna.

- docente proponente e responsabile degli scambi Socrates della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, sede di Forlì, con le Università di Varsavia, Bucarest, Banska Bystrica, Nuova Università bulgara di Sofia, Scuola Superiore di Politica e Amministrazione di Bucarest e College of Management and Business Studies di Budapest.

  • 1999- docente e responsabile del Corso di aggiornamento «Training in EU Affairs for Diplomats from Central and Eastern Europe» organizzato dal Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica dell’Università di Bologna insieme con l’Istituto Diplomatico per il Ministero degli Esteri e l’Unione Europea

1998-2001 - responsabile scientifico (in qualità di partner delle Università del Sussex, Sarajevo, Tuzla, Banja Luka e Mostar) di un Progetto Tempus-Phare per la Bosnia-Erzegovina per la costituzione di due master, uno in European Studies (a Sarajevo) e l’altro in Economia e Management (a Banja Luka).

- responsabile scientifico (in qualità di partner delle Università di Bucarest, Salamanca, Sorbona) di un Progetto Tempus-Phare per la Romania sulla costituzione di un Centro di formazione per insegnanti delle Scuole Superiori preso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bucarest.

  • 1998- Guest-Lecturer al Sussex European Institute, Brighton.

Dal 1995 - direttore scientifico della Scuola Estiva Internazionale post-laurea «Post Communist Transition and European Integration Processes», dell'Università di Bologna, con il sostegno dell'Unione Europea e del Ministero degli Affari Esteri e docente ai corsi di Law, Human Rights and Political Institutions.

- responsabile scientifico (in qualità di partner delle Università di Amsterdam, della Sorbona e di Sofia) di un Progetto Tempus-Phare per la Bulgaria sulle Relazioni interetniche, denominato «Bulgamin».

1995 - Guest-lecturer all'Università di Pittsburgh, PA-USA, Dipartimento di Antropologia.

1994 - responsabile scientifico per il settore storico-istituzionale del «Progetto Albania. Attività di formazione quadri dirigenti» promosso dal Ministero degli Affari Esteri e dall’Università di Bologna e che si svolge al centro residenziale di Bertinoro nel mese di ottobre.

Dall’AA. 1993-1994 - professore, per affidamento, di Storia e Istituzioni dell'Europa Orientale all'Università di Bologna, Facoltà di Scienze Politiche, Indirizzo Politico-Internazionale di Forlì.

Dall'aprile 1994 - in seguito a trasferimento dall'Università di Bergamo è ricercatore confermato presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università di Bologna.

Dal 1.2.1993 - ricercatore confermato in Storia contemporanea presso l'Università di Bergamo.

Dall’A.A.1992-1993 - docente e membro del Consiglio direttivo della «Summer School of Interconfessional Dialogue and Understanding», L'Aja-Subotica.

Dal 1991 al 1998 - docente di Teoria dello sviluppo politico (area Europa Orientale) presso il «Corso di perfezionamento in cooperazione internazionale e politiche di intervento nei paesi in via di sviluppo» dell'Università di Bologna.

Dal 1.2.1990 - ricercatore per il gruppo n. 16 (Storia contemporanea) all'Università di Bergamo, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere.

AA.AA.1987-1991 - professore a contratto di Storia dell'Europa Orientale presso la L.U.I.S.S. di Roma, Facoltà di Scienze Politiche.

AA.AA. 1985-1989 - professore a contratto di Storia Moderna e Contemporanea presso l'Istituto Universitario di Bergamo (IUB), Facoltà di Lingue e Letterature straniere poi ricercatore presso la medesima Facoltà (dal 1°.2.1990).

AA.AA. 1982-1985: - cultore della materia in Storia Moderna e Storia dell'Europa Orientale, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Milano.

2. Partecipazione a commissioni di concorso.

2015 Membro della Commissione per la copertura di un posto di professore associato in M-STO/03 presso l’Università di Bologna.

Membro della Commissione di selezione del XXXI ciclo di Dottorato di Ricerca in “Globalization and International Studies”, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università di Bologna

2014-15 Membro della Commissione per l’Abilitazione scientifica nazionale nel settore concorsuale “11/A3–Storia Contemporanea”, finalizzata ad eseguire un provvedimento giurisdizionale.

2013 Membro della Commissione di valutazione per procedura selettiva per un posto di Professore Universitario di ruolo, seconda fascia, settore concorsuale 11/A5, SSD M-DEA/01,Discipline demoetnoantropologiche.

2010-2011 Membro della Commissione giudicatrice per la conferma in ruolo di quattro ricercatori universitari del raggruppamento disciplinare M-STO/03.

2008 Membro della Commissione giudicatrice per la conferma in ruolo di un professore associato dell’Università degli Studi di Trieste.

2007 Membro del jury internazionale di valutazione per la promozione a docente ordinario di un collega in Scienza Politica dell’Europa Orientale presso la Drexel University di Filadelfia.

2006 Membro della Commissione giudicatrice per la conferma in ruolo di un professore associato dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Membro della Commissione di selezione dei candidati alla III generazione del Master biennale interdisciplinare in Studi e Ricerche sull’Europa Orientale (MIREES) dell’Università di Bologna.

2005 Membro della Commissione di selezione dei candidati alla II generazione del Master biennale interdisciplinare in Studi e Ricerche sull’Europa Orientale (MIREES) dell’Università di Bologna.

2004 Membro della Commissione di selezione dei candidati alla I generazione del Master biennale interdisciplinare in Studi e Ricerche sull’Europa Orientale (MIREES) dell’Università di Bologna.

Membro della Commissione di selezione del XX ciclo di Dottorato di Ricerca in “Cooperazione Internazionale e Sviluppo Sostenibile International Co-operation and Sustainable Development”, Università di Bologna.

Membro della Commissione di selezione per l’assegnazione di borse di studio per effettuare stage alla sede ONU di New York.

2003 Membro della Commissione Internazionale di selezione dei candidati a borse post-dottorato offerte dal «Faculty Development on South East Europe Programme» (LSE/OSI/FCO Chevening Fellowships) promosso dal Center for the Study of the Global Governance, London School of Economics, assieme a Mary Kaldor e Vesna Bojicic (Sarajevo, 19 luglio).

2001-2002 Membro della Commissione di selezione dei candidati del Master in “Governance e politiche dell’integrazione europea per l’Europa centrale, orientale e balcanica”, dell’Università di Bologna.

Dall’ottobre 2000 Membro della Commissione di selezione dei candidati del Master Europeo in Democrazia e Diritti Umani nel Sud-Est Europeo (con sede a Sarajevo)

28 novembre 2000 Membro della commissione giudicatrice incaricata di valutare le richieste di borse di studio «Overseas» dell’Università di Bologna per la Facoltà di Scienze Politiche, sede di Forlì.

9 giugno 1999 Presidente della Commissione incaricata di valutare i candidati al concorso per l’attribuzione di un assegno di ricerca sul tema «Tra guerra e pace. La transizione post-comunista in Serbia, Croazia e Bosnia tra aggiustamento strutturale, crisi ambientale, riforma dello Stato e processi di democratizzazione».

7 giugno 1999 Membro supplente della Commissione giudicatrice al Concorso per l’attribuzione di un assegno di ricerca su «Strategie e tecniche dell’intervento umanitario internazionale».

9 settembre 1994 Con decreto rettorale dell’Ateneo bolognese è nominato membro della Commissione Giudicatrice per l’assegnazione delle borse di studio per l’iscrizione ai corsi attivati nel Polo Romagnolo riservato a cittadini dell’Europa Orientale.

3. ATTIVITA' SCIENTIFICHE DI RICERCA E CONSULENZE

2016 Membro degli Advisory Boards dell’Institute of Advanced Studies (iASK) e del Center on Critical Thinking di Köszeg

Membro dell’Advisory Board del progetto di ricerca Horizon 2020 RE.CRI.RE. dedicato ai mutamenti delle identità sociali nelle società europee. V. http://www.recrire.eu/general-presentation-2/ .

2015-2018 Coordinatore del progetto internazionale di ricerca “Russia e Cina nel mondo globale. Stato e società tra dinamiche interne e proiezioni esterne” promossa dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali-UOS di Forlì con il co-finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì.

2015 Senior Fellow presso la Pannonia University e l’ISES di Köszeg (Ungheria) a seguito dell’assegnazione della “New Central Europe II. Research Scholarship Program” co-finanziata dalla Commissione Europea e dal Fondo Sociale Europeo per una ricerca su “State Partitions and Nation-State Fusion. The Transformative Dynamics of Dismemberments in the Broader European Context and How the nature of democracy is Affected”.

2014 Senior Fellow presso la Pannonia University e l’ISES di Köszeg (Ungheria) a seguito dell’assegnazione della New Central Europe Distinguished Senior Researcher Fellowship co-finanziata dalla Commissione Europea e dal Fondo Sociale Europeo per una ricerca su “State Dismemberments and their Implications to Europe. How Partitions Affect the Nature of democracy”.

Dal 2012 Membro dell’International Board della rivista “Socialnjnye Javlenija” dell’Università di Stato di Samara.

Dal 2011 Membro International Board della “Warsaw East European Review”

2011 Vice Presidente del Comitato Scientifico della Conferenza internazionale “Regional Cooperation in Europe: Opportunity for the Balkans”, tenutasi a Dubrovnik per iniziativa delle Accademie delle Scienze Croazia e Bosnia-Erzegovina.

2010-2012 Coordinatore nazionale del progetto biennale PRIN di ricerca su «Autodeterminazione e sovranità. Il percorso storico dell’Europa Orientale fra eredità del passato, federazioni socialiste, dissoluzione dello stato e ruolo esterno della UE» con le Università di Bologna, Siena, Pescara e Roma “La Sapienza”.

Dal 2010 Presidente del Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica.

2010 Direttore di un progetto di ricerca annuale per il CeMISS di Roma su «Crisi Economica Globale e Stabilità balcanica. Economia, politica e riforme: quale impatto sulla sicurezza regionale?»

2009 Direttore di un progetto di ricerca annuale dal titolo: «La Cooperazione italiana nei Balcani. La ricostruzione della pace e del dialogo inter-etnico e il sostegno alla stabilizzazione della regione balcanica. Case-study: gli interventi della DGEU» per il Ministero degli Esteri.

Membro del Comitato Scientifico del Reseau de Recherche en Sciences humaines et sociales « TERRA » (Travaux, Etudes, Recherches sur les Réfugiés et l’Asile) alla pagina web: http://www.reseau-terra.eu [http://www.reseau-terra.eu/] .

Membro dell’Editorial Board di SEELPE, the on-line “Journal of South East European Law, Politics and Economics” promosso dall’Università di Graz (http://www.uni-graz.at/ofre2www/content-18.ofre2www-newpage ).

Membro dell’Advisory Board della rivista “Gradja i prilozi za povijest Dalmacije”, Split.

Dal 2008 Executive Editor di «Southeastern Europe», la peer reviewed rivista internazionale dello «Europe and the Balkans International Network», Brill publ., Leiden (codice E157642, Issn 0094-4467) La rivista è, fra l’altro, indicizzata su Scopus, Web of Science ESCI ed è inserita nelle rivista di fascia A dell’AVNUR per l’area 14.

2008 Direttore di un progetto di ricerca annuale dal titolo: «Ethnopolitics and energy issues: Russia, the Kosovo status and their implications for the Adriatic-Caspian corridor» per il CeMISS e il Ministero degli Esteri italiano.

Coordinatore di un think-tank dello “Europe and the Balkans International Network” che ha prodotto un Policy paper con Recommendations su Kosovo’s Status and its Regional Implications, Podgorica-Forlì, Gennaio-Settembre, per il Ministero degli Esteri italiano e la Commissione europea.

Membro dell’International Advisory Board della Corvinus University of Budapest con il compito di contribuire all’internazionalizzazione di quell’Ateneo.

Docente responsabile della convenzione bilaterale fra l’Università di Bologna e l’Università di Stato russa “E. Kant” di Kaliningrad.

Membro dei Focal Points su “Minoranze” e “Sviluppo Risorse Umane” dell’Iniziativa Centro-Europea su nomina del Ministero degli Affari Esteri italiano.

2007 Associate Editor di «Southeastern Europe», la rivista internazionale dello «Europe and the Balkans International Network», Charles Schlacks jr. publ., Idyllwild, California.

Membro dell’Editorial and Advisory Board della collana di studi baltici “On the Boundaries of two Worlds: Identity, Freedom, and Moral Imaginations in the Baltics”, casa editrice Rodopi, Amsterdam-New York.

Direttore di un progetto di ricerca annuale dal titolo: «Il Polo dell’Alto Adriatico: il Corridoio n. 5 e le sue potenzialità di sviluppo» per il Ministero degli Esteri italiano.

2006-2008 Academic External Expert del Progetto di Ricerca Internazionale MIRICO – Human and Minorità Rights in the Life-Cycle of Ethnic Conflicts, finanziato dalla Commissione Europea nelll’ambito del VI Programma Quadro (Priorità 7). Il progetto, della durata di 30 mesi, è coordinato Eurac (Accademia Europea) di Bolzano/Bozen, con la collaborazione delle Università di Graz, Colonia, Francoforte, Bath, LSE, Sarajevo, BHRC Belgrado, IES Lubiana, e lo Human Rights Center di Prishtina.

Dal 2006 Membro, su nomina rettorale, della Commissione Aree Geografiche della Giunta degli Esteri dell’Università di Bologna con la responsabilità dell’area Europa Centrale e Balcani.

Membro dell’Editorial Advisory Board della collana di studi «South Asian Peace Studies», SAGE Publications, New Delhi-Thousand Oaks-London.

2006 Membro del Comitato Scientifico del convegno e della successiva pubblicazione dal titolo: “Language, Diversity, and Integration in the Enlarged Europe. Challenges and Opportunities”, Vytautas Magnus Univ., Kaunas.

2004 Vicepresidente dell’Association for Studies of Nationalities (con sede presso l’Harriman Institute, Columbia University, New York) per il triennio 2004-2007.

Membro dell’International Executive Committee del Forum for Democratic Alternatives, Sarajevo-Geneva-Brussels.

2003-2004 Direttore di un team di ricerca internazionale su «Fragilità delle frontiere e processi migratori nei Balcani e dai Balcani», partner di un progetto biennale più ampio intitolato «Functional Borders and Sustainable Security: Integrating the Balkans in the European Union», diretto da Eliamep (Atene), nell’ambito del V Programma Quadro della Commissione Europea.

Dal 2003 Membro del Comitato Scientifico Internazionale del Centre for European Refugees, Migration and Ethnic Studies (CERMES) presso il Dipartimento di Scienze Politiche della New Bulgarian University, Sofia (direttrice prof.ssa Anna Krasteva).

2002-2007 Membro dell’Executive Board del Centro Interuniversitario (IUC) di Dubrovnik.

2002-2005 Coordinatore di un team nazionale di ricerca su «Voices of the Mediterranean: The Twin Cities of Ancona and Split», nell’ambito del progetto internazionale intitolato «Oral history and cultural practice in historic Mediterranean cities» sostenuto dalla Commissione Europea tramite il programma Euromed Heritage (contrattista London Metropolitan University).

Dal 2002 Consulente del Tribunale penale per i crimini di guerra nella ex Jugoslavia dell’Aja per la valutazione della documentazione relativa ad aspetti di natura politica e militare, ai fini dell’accusa.

2001 Fellow del Columbia University Institute for Scholars at Reid Hall e Maison des Science de l’Homme a Parigi nel semestre autunnale per partecipare ad un progetto di ricerca collettivo su «Partition and Dialogue» in seguito al quale è stato preparato un volume assieme a Rada Ivekovic, Ranabir Samaddar e Sanjay Chaturvedi poi pubblicato da Frank Cass, London, 2005.

Consulente ICTY

2000-2001 Direttore di un progetto di ricerca biennale sulle fonti della destabilizzazione e della stabilizzazione dall’Adriatico al Caspio per il CeMISS di Roma.

2000 Membro del Comitato Scientifico della Conferenza «La cultura come ponte. La cooperazione interuniversitaria nell’Adriatico e nello Ionio» promossa dall’Università di Bologna nell’ambito della politica governativa Iniziativa Adriatico-Ionica, Ravenna, 15-16 dicembre.

1999-2001 Direttore scientifico di un progetto internazionale di ricerca e formazione dedicato a 10 anni di transizione post-comunista nei paesi InCE, e sostenuto dal Ministero degli Esteri nell’ambito della legge 212. Il progetto è di durata biennale e ad esso partecipano 12 paesi partner e una quindicina di consulenti europei e statunitensi.

Consulente della Banca Mondiale e revisore dei progetti di sviluppo politico-sociale inerenti paesi dell’area balcanica.

Dal 1999 Membro dell’International Academic Board della rivista internazionale «Journal of Southern Europe and the Balkans», Carfax, Londra.

  • 1998-1999Responsabile scientifico, in qualità di partner, del progetto «L’Emigrazione europeo-orientale in Emilia Romagna, con particolare attenzione alle provincie di Modena e Forlì-Cesena», diretta dall’Istituto di Formazione professionale del Comune di Forlì e sostenuta dal Ministero degli Interni.

Responsabile scientifico di due ricerche commissionate dal CeMISS di Roma per la stesura di 4 manuali per l’esercito italiano su Albania, Bosnia, Macedonia e Repubblica federale di Jugoslavia.

  • 1998Rappresentante del Rettore dell’Università di Bologna all’incontro della Task Force della Conferenza Europea dei Rettori (CRE) per l’aiuto alle Università bosniache (Sarajevo, 24-26 giugno) e al Comitato scientifico internazionale dell’Inter-University Center di Dubrovnik (9 ottobre).

1997-1998 Expert Witness per il Tribunale Penale Internazionale contro i crimini di guerra nella ex-Jugoslavia, L’Aja, processo Aleksovski.

1997 Consulente della Conferenza Europea dei Rettori (CRE) per i rapporti con le Università della Croazia e docente al seminario del CRE sull’organizzazione universitaria per rettori e presidi delle Università croate (Dubrovnik).

Dal 1997 Membro dell’Editorial Board della Rivista «Nationalities Papers», dell'Association for the Studies of Nationalities, Carfax, Londra.

Direttore del Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica della città e dell’Università di Bologna. Il Centro è inserito dal 1998 fra gli enti internazionalistici finanziati dal Ministero degli Esteri ed è stato riconosciuto nel 1999 fra gli enti di consulenza della DG Relazioni Esterne della Commissione Europea a Bruxelles.

1996 Membro del Comitato Scientifico della Conferenza Internazionale «East-West Agro-Food Systems toward the Third Millenium», promossa dal Ministero degli Esteri e dalll'Università di (Dicembre 1995-Maggio 1996).

Dal 1995 Direttore della Collana di Studi sui Balcani e l’Europa Centro-Orientale, Longo Editore, Ravenna.

1993-1996 Responsabile scientifico di una ricerca triennale promossa dal Network stesso e finanziata dall'Unione Europea (programma Capitale Umano e Mobilità) sulle reciproche immagini dell'Europa e dei Balcani.

1993 Consulente, assieme a George Schöpflin della School of Slavonic and East European Studies di Londra, del Ministero degli Affari Esteri - delegazione presso la CSCE sui problemi delle minoranze etniche nel Sud-Est europeo.

Dal 1992- Membro della redazione di «Limes. Rivista italiana di Geopolitica», del gruppo editoriale «L'Espresso».

Coordinatore centrale del network internazionale «Europe and the Balkans» (network di oltre 150 studiosi appartenenti a 25 paesi europei, della Russia, Stati Uniti e Canada), sostenuto dall’Unione Europea e promosso dall’Università di Bologna, Facoltà di Scienze Politiche, sede di Forlì.

Fra le attività del network si ricordano i convegni internazionali «L'Europa Orientale fra passato e presente. La Grande Europa e i nazionalismi nell'Est europeo» (Bologna, 7-9 maggio 1992); «La guerra jugoslava, l'Europa e i Balcani. Quale sicurezza?» a cui hanno partecipato oltre 50 studiosi europei e statunitensi (Bologna-Forlì, 10-12 dicembre 1993); l’incontro sugli aiuti umanitari nella ex Jugoslavia (Bologna, 24 ottobre 1994), la tavola rotonda sulla guerra jugoslava e il suo impatto nelle relazioni internazionali (Bologna-Forlì, 2-3 dicembre 1994), nonché le collaborazioni con l’Istituto di Scienze Sociali di Belgrado a proposito del convegno sulle minoranze etniche nell’Europa post-comunista (11-15 gennaio 1995), e con ELIAMEP e la Johns Hopkins University sulla politica estera greca (17 febbraio 1995). Infine, il convegno internazionale «Europa e Balcani allo specchio. Identità e percezioni, autarchie e differenze alla fine del XX secolo» (Bologna-Forlì, 5-7 dicembre 1996).

Dal 1990- Responsabile scientifico dell'Archivio personale dell'on. Valdo Magnani (integrato da lasciti di Giuliano Pischel, Mario Giovana e dai fondi USI) custodito presso l'Istituto Gramsci Emilia-Romagna.

Collaboratore dell'Istituto Affari Internazionali (IAI) di Roma, per il quale ha, fra l'altro, diretto - nel 1991-1992 - un gruppo di lavoro sul tema «La transizione post-comunista nei Balcani», i cui risultati sono stati raccolti in un volume a cura di un suo allievo, Roberto Spanò.

1983-1991 Collaboratore del Centro di Studi sull'Europa Orientale-CIRSS di Milano, per il quale ha organizzato convegni e dibattiti, ha tenuto corsi e conferenze. In particolare, ha curato l'organizzazione dei convegni su «Tendenze e momenti della letteratura romena contemporanea» (Milano, giugno 1984), su «La Romania nella coscienza intellettuale italiana (XIX-XX secolo)» (Milano, maggio 1986) e, con la collaborazione dell'Istituto Gramsci Emilia-Romagna e dell'Università di Milano, il Colloquio internazionale su «1948-1988. La crisi del monolitismo sovietico» (Milano, aprile 1989). Sempre nell'ambito di questo Centro ha partecipato sin dal 1980 ad una ricerca (finanziata dal CNR) su «Opinione pubblica italiana e nazionalità balcaniche 1859-1919», per la quale ha pubblicato uno studio sul ruolo svolto dalla Serbia nella sua fase di modernizzazione e di sviluppo nazionale agli inizi del nostro secolo.

1983-1990 Membro del Direttivo e, quindi, del Comitato Scientifico del Centro Studi Paesi Socialisti - presso la Fondazione Gramsci di Roma.

1982-1987 In collaborazione con E. Di Nolfo segue la preparazione del convegno internazionale sulla «Percezione della politica di potenza in Europa Occidentale alla vigilia della II guerra mondiale» (Sèvres, aprile 1982) come segretario del settore italiano relativo al tema n.4 (Mito imperiale e percezione della potenza); partecipa alla seconda «tranche», relativa agli anni 1945-1949, e che si svolge nell'aprile 1984 ad Augsburg così come alla terza, svoltasi nel settembre 1987, a Firenze, sugli anni Cinquanta. Nelle prime due tranches presenta anche propri contributi scientifici.

1982-1991 Membro della redazione della rivista internazionale «Storia della Storiografia-Histoire de l'Historiographie-History of Historiography-Geschichte der Geschichtsschreibung», organo della Commissione Internazionale di Storia della Storiografia del C.I.S.H.

4. MAGGIORI PUBBLICAZIONI.

Monografie: Eastern Europe and the Challenges of Modernity 1800-2000, Routledge, Abingdon-New York, 2015, English translation of the book: Le sfide della modernità. Idee, politiche e percorsi dell’Europa orientale nel XIX e XX secolo, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2009.

Partitions. Reshaping States and Minds (written with Sanjay Chaturvedy, Rada Ivekovic and Ranabir Samaddar), Frank Cass, London, 2005 (Indian Reprint: 2007, new English edition, Routledge, Abingdon-New York, 2015).

La questione jugoslava, Giunti, Firenze, III ediz. aggiornata 2003; II ediz. 1999; I ediz. 1996 (anche in romeno: Problema iugoslava, Bic All, Bucuresti, 2003; in francese: La question yougoslave, Castermann, Paris, 1996).

Sarajevo, le radici dell'odio, Edizioni Associate, Roma, III ediz. aggiornata 2003; II ediz. 1996; I ediz. 1993.

6 aprile 1941. L'attacco italiano alla Jugoslavia (scritto assieme a F. Privitera) Marzorati, Milano,1993;

Tito, Stalin e i contadini, Unicopli, Milano, 1988;

La diversità socialista in Jugoslavia, EST, Trieste, 1984;

Nazionalismo croato e autogestione, La Pietra, Milano, 1983;

Volumi a cura:

Valdo Magnani e l’antistalinismo comunista, Unicopli, Milano, 2013.

Self-determination and Sovereignty in Europe. From Historical Legacies to the EU external role, Longo, Ravenna, 2013.

Una vita per la Cecoslovacchia. Il fondo Luciano Antonetti (curato con Guido Gambetta e Salvatore Mirabella), Clueb, Bologna, 2011.

Chiesa Cattolica e “società sotterranea” ai tempi del comunismo. Il fondo Ricci e le sue fonti per una storia delle religioni in Europa Orientale, Clueb, Bologna, 2009.

Regional Cooperation, Peace Enforcement, and the Role of the Treaties in the Balkans (co-edited with Joseph Marko, Craig Nation and Milica Uvalić), Longo, Ravenna, 2007.

Reflections on the Balkan Wars: Ten Years After the Break-Up of Yugoslavia (co-edited with Jeffrey Morton, Paul Forage, and Craig Nation), Palgrave, New York, 2004.

From the Adriatic to the Caucasus: Viable Dynamics of Stabilization (co-edited with Susan L. Woodward), Longo, Ravenna, 2003.

Post-Communist Transition as a European Problem (co-edited with George Schöpflin and Paul Shoup), Longo, Ravenna, 2002.

From the Adriatic to the Caucasus: The Dynamics of (De)Stabilization (ed. by S.B.), Longo, Ravenna, 2001.

Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Annuario politico-economico (curato con Francesco Privitera), Il Mulino, Bologna, Edizioni 2004 e 2003; L’edizione 2002 è stata curata con Marcella del Vecchio e Rosa Balfour, mentre quelle dal 1998 al 2001 con Marta Dassù. L’edizione del 1998 era per i tipi della Guerini e associati di Milano.

The Balkans. National Identites in a Historical Perspective (co-edited with Mario Dogo), Longo, Ravenna, 1998.

State Building in the Balkans. Dilemmas on the Eve of the 21st Century (co-edited with George Schöpflin), Longo, Ravenna, 1998.

The Yugoslav Conflict and Its Implications for International Relations (co-edited with R. Craig Nation), Longo, Ravenna, 1998.

The Balkans and the Challenge of Economic Integration. Regional and European Perspectives (co-edited with Milica Uvalic), Longo, Ravenna, 1997.

Ethnicity in Post-Communism (curato con Du{an Janji}), Forum of Ethnic Relations, Belgrade, 1996

The Yugoslav war, Europe and the Balkans: How to Achieve Security? (edited with Paul Shoup), Longo editore Ravenna, 1995.

L'enigma jugoslavo. Le ragioni della crisi (a cura di), Angeli, Milano, 1989;

La Primavera di Praga vent'anni dopo (a cura di), Cappelli, Bologna, 1988;

La Romania nella coscienza intellettuale italiana (XIX-XX secolo) (a cura di Lorenzo Renzi e Stefano Bianchini), Unicopli, Milano, 1988;

L'autogestione jugoslava (a cura di), Angeli, Milano, 1982.

Saggi recenti in lingue straniere:

Yugoslav and EU Decline: the Dynamics of Dissolution and Sovereignty Reframed IN: Jody Jensen and Ferenc Miszlivetz, Reframing Europe's Future. Challenges and failures of the European construction, Routledge, London, 2015, pp. 160-178.

Re-examining the International Development Assistance to Southeast Europe: time for a post-functionalist approach?, IN:Journal of Southeast European and Black Sea Studies (JSEEBSS)” , Routledge publ. on line 14 August 2014, http://dx.doi.org/10.1080/14683857.2014.944385, pp. 1-19, nonché in cartaceo per la medesima rivista: Vol. 14, n. 3, 2014 pp, 347-365, ISSN 1468-3857 .

Croatia in the EU: Contradictions and Challenges IN: Serena Giusti (a cura di), The Balkans Approaching the EU, ISPI Studies, Milano, pubbl. on line, 5 giugno 2014, pp. 1-8, ISSN 2281-3152

Desafíos de la modernidad y la postmodernidad en Europa Oriental, IN: “Puente Europa”, A. IX, n. 2, dicembre 2013, pp. 40-50.

Re-assessing Self-Determination. EU integration and Nation-State Independence Facing the Challenges of Post-Socialist Europe IN: Stefano Bianchini (ed.), Self-determination and Sovereignty in Europe. From Historical Legacies to the EU external role, Longo, Ravenna, 2013, pp. 251-271.

The Resurgence of Nationalism in Time of Crisis, IN: Srdjan Pavlovic and Marko Zivkovic (eds.), Transcending Fratricide. Political Mythologies, Reconciliations and the Future in the Former Yugoslavia, Nomos, Baden-Baden, 2013, p. 51-69.

Macedonia and the EU: Reshaping Social Values in Fluid Times IN Sabrina Ramet, Ola Listhaug and Albert Simkus (eds.), Civic and Uncivic Values in Macedonia, Palgrave McMillan, New York, 2013, pp. 64-83

Central Europe and Interculturality: a New Paradigm for the EU Integration? In: Leonidas Donskis (ed.), Yet Another Europe after 1984. Rethinking Milan Kundera and the Idea of Central Europe, Rodopi, Amsterdam-New York, 2012, pp. 109-120.

The EU in the Values and Expectations of Serbia: Challenges, Opportunities, and Confrontations, IN: Ola Listhaug, Sabrina Ramet and Dragana Dulic (eds.), Civic and Uncivic Value. Serbia in the post-Milošević era, CEU Press, Budapest-New York, 2011, pp. 77-109.

Networking memories. The Historical Narratives and the Challenges of the European Integration, IN: Ineta Savickiene and Leonidas Donskis (eds.), European Memory: a Blessing or a Curse?, Longo, Ravenna, 2010, pp. 75-98.

Ethnic Conflict and no-conflict. Serbia, Croatia and Bosnia-Herzegovina between Nationalist Revivals and the EU Conditionality under Stress IN: Hubert Isak (ed.), A European Perspective for the Western Balkans, Neuer Wissenschaftlicher Verlag, Wien, 2007, pp. 39-56.

Shodnyje čerty i protivorečivost’kulturno-istoričeskogo razvitija IN: Alla A. Jaz’kova (ed.), Jugo-Vostočnaja Evropa v Epohu Kardinaljnyh Peremen, Ves’ Mir, Moskva, 2007, pp. 89-113.

The Balkans, reform of the treaties, and European integration: the challenges of stabilization not yet achieved IN: Stefano Bianchini, Joseph Marko, Craig Nation and Milica Uvalić (eds.), Regional Cooperation, Peace Enforcement, and the Role of the Treaties in the Balkans, Longo, Ravenna, 2007, pp. 9-22.

Paložie i Raznye. Balkanskaja specifičnost’ IN: “Vestnik Evropy”, vol. XVII, 2006, pp. 80-89.

The Future of Western Engagement in the Balkans (with Paul Forage), IN: Jeffrey Morton, Paul Forage, Craig Nation, and Stefano Bianchini, (eds.), Reflections on the Balkan Wars: Ten Years After the Break-Up of Yugoslavia, Palgrave, New York, 2004, pp. 227-244.

The Weakness of the State as a Source of Instability, IN: Slobodan Milacic (ed.), La Réinvention de l’Etat. Démocratie politique et ordre juridique en Europe centrale et orientale, Bruylant, Bruxelles, 2003, pp. 307-331.

Post-Communism, post-Westfalianism. Overcoming the Nation-State, IN: Stefano Bianchini, George Schöpflin and Paul Shoup (eds.), Post-Communist Transition as a European Problem, Longo, Ravenna, 2002, pp. 185-201.

Relations between East European Countries: the Balkan Federation (1942-1949), IN: Antonio Varsori and Elena Calandri (Eds.), The Failure of Peace in Europe, 1943-1948, Palgrave, London, 2002, pp. 197-210.

Political Legitimacy and «Weak States», IN: S. Bianchini (Ed.), From the Adriatic to the Caucasus: The Dynamics of (De)Stabilization, CeMISS-Longo, Ravenna, 2001, pp.179-195 and Conclusions, pp. 239-251.

Political Culture and Democratization in the Balkans, IN: Geoffrey Pridham and Tom Gallagher (Eds.), Experimenting with Democracy. Regime Change in the Balkans, Routledge, London, 2000, pp. 65-83.

The Cultural Scope of Balkan Security, IN: Stephen J. Blank, Mediterranean Security Into the Coming Millennium, Strategic Studies Institute, US Army War College, Carlisle PA, 1999, pp. 193-220.

The Changing Notion of Self-Determination. Global Repercussion for the International Community IN: Henry H. Huttenbach and Francesco Privitera (eds.), Self-Determination. From Versailles to Dayton. Its Historical Legacy, Longo, Ravenna, 1999, pp. 145-167.

Culture Politique et démocratisation dans les Balkans, IN: Transéuropéennes, n. 16, 1999, pp. 103-115.

Evropski i balkanski aspekt raspada Jugoslavije kroz prizmu svjedočenja Raifa Dizdarevića, IN: Raif Dizdarević, Od Smrti Tita do smrti Jugoslavije, Oko, Sarajevo, 1999, pp. 439-452.

The Idea of State in Post-Communist Balkan Societies, IN: Stefano Bianchini and George Schöpflin (Eds.), State Building in the Balkans. Dilemmas on the Eve of the 21st Century, Longo, Ravenna, 1998, pp. 53-80.

Autonomija sveučilišta kao dugoročna društvena strategija (L’autonomia universitaria come strategia sociale di lungo periodo), IN Erasmus, n. 23, 1998, pp. 51-55.

Geopolitics and Self-Determination: an Atlas of Insecurity in Eastern Europe in the 20th Century, IN: AA.VV., Proceedings of the Summer School on Ethnic Relations, Forum for Ethnic Relations, Belgrade, 1996, pp. 188-209.

Ethnicity in the Social, Political and Cultural Transition of Post-Communist Society, IN: S. Bianchini and D. Janjić, Ethnicity in Post-Communism, Forum of Ethnic Relations, Belgrade, 1996.

Between History and Politics: Minorities, Nations and Ethnic Groups in Eastern Europe, IN: Mient Jan Faber, The Balkans. A Religious Backyard of Europe, Longo Editore, Ravenna, 1996, pp. 101-114.

Economics, Culture and Democracy-Building: in Search of New Approach to the Development and Integration of the Balkans in Europe, IN: M. Crnobrnja and Ž. Papić (Eds.), The Cost of War in Former Yugoslavia, Peace and Crises Management Foundation, Paris, 1996, pp. 475-484.

The Collapse of Yugoslavia: Sources of its Internal Instability

Conclusions, IN: S. Bianchini e P. Shoup (a cura di), The Yugoslav War, Europe and the Balkans. How to Achieve Security?, Longo, Ravenna, 1995.

Yugoslavism and Nationalism: the Rebirth of «National Serb Interest», IN: South East European Monitor, n. 6, 1995, pp. 50-66.

From Ruin to Reconstruction. Foreign Policy and the Government of Differences’ Attitude Towards the Fall of Yugoslavia, IN: Balkan Forum, n. 1, 1995.

The USSR and the Soviet Bloc between Ideology and Realpolitik, 1947-1958, in A. Varsori (ed.), 1945-1990: The End of an Era?, McMillan, London, 1994.

On the Threshold of «an Epochal Transformation», IN: Balkan Forum, n. 3, 1993;

Nationalism in the Balkans, IN: Relazioni Internazionali, n. 16, 1991;

Le PCI et le cas Magnani, IN: Communisme, n.29-30, 1991;

Zwischen Stalinismus und Antistalinismus. Säuberungen und politische Prozesse in Jugoslawien in den Jahren 1948 bis 1954, IN: Maderthaner, Schafranek, Unfried (eds.), Ich habe den Tod verdient, Verlag für Gesellschaftskritik, Wien, 1991;

The Adriatic Southeast European Area: the Balkans, IN: The International Spectator, n.4, 1990;

Saggi recenti in italiano:

L’Azerbaigian e il nuovo ruolo dell’UE nel Caucaso meridionale. Eredità storiche e prospettive politiche IN: Michela Ceccorulli e Enrico Fassi (a cura di), Azerbaigian e Unione Europea, Teti, Milano, 2013, pp. 9-26.

Valdo Magnani e la Jugoslavia: vie e limiti dell’antistalinismo comunista in: Stefano Bianchini (a cura di), Valdo Magnani e l’antistalinismo comunista, Unicopli, Milano, 2013, pp. 11-166.

Diritti umani, diversità, meticciati. Le prospettive di riconciliazione nello spazio culturale jugoslavo e le sfide ancora aperte per la UE, IN: Marco Cortesi, La scelta, Erickson, Trento, 2013, pp. 21-48.

Lo spettro jugoslavo si aggira per l’Europa IN: “Limes”, n. 2/2012, pp. 311-318.

Oltre la disgregazione: le fonti dell'instabilità permanente nello spazio culturale jugoslavo IN: Antonio D’Alessandri e Armando Pitassio (a cura di), Dopo la Pioggia. Gli stati della ex Jugoslavia e l’Albania (1991-2011), Argo, Lecce, 2011, pp. 207-226.

Crisi economica globale e stabilità balcanica. Economia, politica e riforme: quale impatto sulla sicurezza regionale? IN: «PECOB. Portal on East Central and Balkan Europe», www.pecob.eu, n. 3, 2010, pp. 82.

L'Europa orientale a venti anni dal 1989, IN: «Passato e Presente», n. 78, 2009, pp. 5-16.

“Riformare la rivoluzione”? I rapporti italo-cecoslovacchi e le sfide della Primavera nel 1968, IN: AA.VV, Eredità e attualità della Primavera cecoslovacca (Atti del convegno internazionale promosso dalla Fondazione Camera dei Deputati), Fondazione Camera dei Deputati, Roma, 2009, pp. 73-119.

Etno-politica e State-building: il problema controverso dell’efficienza istituzionale in Bosnia-Erzegovina, IN: Scienza & Politica, n. 33, 2005, pp. 57-71.

“Stato debole” e instabilità nell’Europa sudorientale: le radici storiche di un fenomeno moderno, IN: Anna Maria Gentili e Mario Zamponi (a cura di), Stato, democrazia e legittimità, Carocci, Roma, 2005, pp. 17-40.

Fine dell’Europa Orientale?, IN: Stefano Bianchini e Francesco Privitera (Eds.), Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Il Mulino, Bologna, 2004, pp.11-29.

Le strategie dell’Italia verso Est. Alla ricerca di un ruolo fra politiche regionali e integrazione europea, IN: Stefano Bianchini e Marta Dassù (Eds.), Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Il Mulino, Bologna, 2001, pp. 49-56.

Democratizzazione e cambiamento. I caratteri della transizione post-comunista, IN: Stefano Bianchini e Marta Dassù (Eds.), Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Il Mulino, Bologna, 2000, pp. 11-20.

Tra sforzi di stabilizzazione e rischi di collasso. La fragilità istituzionale dello Stato albanese, IN: Stefano Bianchini e Marta Dassù (Eds.), Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Il Mulino, Bologna, 1999, pp. 43-48.

Lingue e nazioni in Europa Orientale. Le implicazioni della filologia politica nelle società multiculturali, IN: Paul Bayley-Félix San Vicente, In un’Europa plurilingue. Culture in transizione, Clueb, Bologna, 1998, pp. 131-146.

I Balcani tra cooperazione e conflitto, IN: Stefano Bianchini e Marta Dassù (Eds.), Guida ai Paesi dell’Europa Centrale, Orientale e Balcanica, Guerini, Milano, 1998, pp. 23-27.

Il mito politico nella società di massa e il valore della differenza. La dimesione europea della tragedia balcanica, Prefazione a Fabio Martelli, La guerra di Bosnia. Violenza dei miti, Il Mulino, Bologna, 1997, pp. 7-17.

La Serbia teme una Bosnia illirica, IN: AA.VV., Albania emergenza italiana, Limes-Quaderni speciali, Roma, 1997, pp. 117-125.

Cent'anni di solitudine balcanica, IN: Reset, n. 36, 1997, pp. 22-25.

Atlante geopolitico dell'Europa Centro-Orientale, IN: Limes, n. 1, 1996, pp. 95-121.

I mutevoli assetti balcanici e la contesa italo-jugoslava (1948-1956), IN: M. Galeazzi (a cura di), Roma-Belgrado. Gli anni della guerra fredda, Longo editore, Ravenna, 1995;

La nuova «Questione d'Oriente: nazioni e Stati in Jugoslavia», (Editoriale) IN: Passato e Presente, n. 31, 1994;.

I Balcani dopo la guerra: un'utopia geografica?, IN: Limes, n. 3, 1993;

Prefazione a F. Privitera (a cura di.), L’Europa Orientale e la Rinascita dei Nazionalismi, Guerini, Milano, 1993;

Prefazione a R. Spanò (ed.), Jugoslavia e Balcani. Una bomba in Europa, Angeli, Milano, 1992;

Conflitti e cooperazione regionale nei Balcani, IN: Ibidem, 1992;

La transizione post-comunista in Jugoslavia, Albania e Romania, IN: Ibidem, 1992;

Il labirinto balcanico, un passato che non passa, IN: Micromega, n.4, 1991;

Valdo Magnani fra Tito e Togliatti, IN: AA.VV., I Magnacucchi, Feltrinelli, Milano, 1991;

Il Kosovo. Nuova polveriera d'Europa, IN: Quaderni dell'ISPI, n.22, Milano, 1990.

5. PARTECIPAZIONE A CONFERENZE E CONTRIBUTI IN VIA DI PUBBLICAZIONE:

2017 Speaker alla tavola rotonda “Dystopic Optimism and Nostalgic Realism in 21st Century Academia” nell’ambito della conferenza internazionale “The Interdisciplinary Intellectual Practices and Moral Imagination of Leonidas Donskis”, Vytautas Magnus University, Kaunas 11-12 maggio.

Post-Dayton Bosnia-Herzegovina as a Bone of Contention, relazione presentata alla tavola rotonda “The Eastern Question… Again” e discussant al panel “Perspectives on Post-War Democratization”, durante la XXII ASN Convention, Columbia University, New York City, 4-6 maggio.

International Relations between globalization and Unipolarity. The Russian approach, paper presentato al panel “Russian Foreign Policy: Continuity and Changes”, nel corso della convention della International Studies Association (ISA), Baltimore, 27 febbraio.

2016 Speaker alla Tavola Rotonda “Mobility, Flexibility, Immobility from Dover to Damascus: The Chess Game of the Walls in Europe” durante la 48° Convention dell’ASEEES, Washington DC, 17-20 novembre.

Speaker alla tavola rotonda “Nation Building and Self-Determination as Interpretative Categories. Compatibilities and Incompatibilities in the 19th and 20th Century”, e Membro del Comitato Scientifico della Conferenza internazionale dell’ASN in Europa su “Europe, Nations, and Insecurity: Challenges to Identities”, Vytautas Magnus University, Kaunas, 30 giugno-2 luglio.

La Russia alla ricerca di un ruolo nel mondo. Occidente, Eurasia e “Russkij mir”, paper presentato al panel “Russia e Cina nel mondo globale. Alle radici del multipolarismo”, alla Conferenza Nazionale della Società Italiana di Storia internazionale, 3 giugno.

EU and the Balkans in Trouble: Between Solidarity and Nationalism, paper presnetato alla tavola rotonda “Breaking Down or Re-Building the Walls? The EU and the Balkans facing New Challenges” e discussant al panel “Civil Society and Democratization in the Post-Socialist Countries”, alla XXI Convention dell’ASN, Columbia University, New York City, 14-16 Aprile.

The Russian Universe and its Geopolitics, relazione presentata al seminario “Reflections on Russia. Yesterday, Today and Tomorrow” promosso dalla Johns Hopkins University-Bologna Center, 24 marzo.

2015 Lessons not Learned from the Yugoslav Dismemberment and the Crisis of the European Union, relazione presentata alla conferenza internazionale “Reloading the Nation? Alternative Concepts of Sovereignty and Citizenship in National Movements (1960-2014)”, promossa da NISE e Centre Maurits Coppieters, Bruxelles 3-4 dicembre.

Geopolitica dell’integrazione e collaborazione territoriale: le sfide della macroregione adriatico-ionica, relazione presentata alla conferenza internazionale “Il futuro della cooperazione territoriale nella regione adriatico-ionica”, promossa dal centro Studi Leonardo Melandri, Forlì, 26 novembre

Speaker alle tavole rotonde “Modernity in Eastern Europe: Debating a Book on Challenges, Expectations, and Visions 1800-2000” e “Bosnia and Herzegovina after Twenty Years of Dayton. The Regional and International Factor” alla 47° Convention dell’ASEEES, Filadelfia , 19-22 novembre.

L’Iniziativa Centro-Europea e le sfide dell’istruzione tra integrazione europea e globalizzazione. Alcune considerazioni, relazione presentata al Senato della Repubblica al Meeting dell’Assemblea parlamentare dell’InCE, Comitato Generale per gli Affari Culturali, 2 novembre.

Speaker alla tavola rotonda “A New Nation-State Configuration for Europe?” e presidente del panel “Serbian Politics between Post-Glorification and Contemporary Challenges” alla 20° Convention ASN, Columbia University, New York City, 23-25 aprile.

Relatore alla presentazione del proprio volume “Eastern Europe and the Challenges of Modernity 1800-200”, Routledge, alla New York University, New York, 22 aprile.

Speaker alla tavola rotonda “A (New) Constitution for Bosnia and Herzegovina?”, LUISS-EURA, Roma, 27 febbraio.

2014 Le lezioni non apprese della disgregazione della Jugoslavia e le loro implicazioni per l’Europa, Relazione presentata alla conferenza “Stati, Regioni e Nazioni nell’Unione Europea”, Università A. Moro di Bari, 19 dicembre.

Identity, Integration, Neighbourhood: the Transformative Power of these Categories, discorso introduttivo alla conferenza internazionale “Identity, Integration, and Neighbourhood. Contemporary Challenges” promossa da ISES, Köszeg, 8-9 dicembre

Speaker al seminario internazionale “The Cold War Legacy in 21st Century Patterns of IR in a Changing World”, in onore di Odd Arne Westad, Dip. Di Scienze Politiche e Sociali, U. di Bologna, 5 dicembre.

Speaker alla tavola rotonda “Conditionality and Conditions: Requirements and Realities in EU-Balkan Relations” alla 46° Convention dell’ASEEES, San Antonio, 20-23 novembre.

Speaker alla tavola rotonda “I Balcani nel futuro dell’Europa”, Istituto Luigi Sturzo, Roma, 13 novembre.

Speaker alla tavola rotonda “The Black Sea Region and the Euro-Atlantic Security” alla conferenza internazionale “Flexible Frameworks, Beyond Borders. Understanding Regional Dynamics to Enhance Cooperative Security” promosso da NATO Allied Command Transformation, IAI e Università di Bologna, Bertinoro, 17 maggio.

Presidente e discussant al panel “Remembering War and Post-Socialist Transition” alla conferenza internazionale “Strategies of Symbolic Nation-Building in South Eastern Europe”, Università di Rijeka/Fiume, 9-10 maggio.

Key note speaker e membro del Comitato scientifico della conferenza internazionale “Albanian Studies Days/Journée d’études Albanais”, European University of Tirana, 1-4 maggio.

The EU Enlargement Fatigue and the Unsettled Stability in Southeastern Europe: No Way Out?, paper presentato al panel “Once Again Together? Western Balkan Prospects after Croatia’s Entry into the EU” e coordinatore del panel di presentazione del libro “Multinational Federalism in Bosnia-Herzegovina” di Soeren Keil durante la 19° Convention ASN, Columbia University, New York City, 24-26 aprile.

Lessons not Learned from the Yugoslav Dismemberment and Their Implications to Europe: How Partitions Affect the Nature of Democracy, Key-note speech alla session plenaria di aperture della conferenza su “Partitions: What are they good for?”, University of St. Andres and University of Cardiff, St. Andrews, 1-2 marzo.

2013 Speaker alla tavola rotonda “From Nation-State to Liquid Society: What Kind of Change in the EU and the Balkans?” alla 45° Convention dell’ASEEES, Boston, 21-24 novembre.

Emendar utopías: la tentative frustrada de reformar al socialism de estado en los países de Europa Oriental y Central, relazione presentata (in inglese) alla conferenza internazionale “Utopía, historia y epistemología en la construcción de Europa y América Latina”, Jean Monnet Center of Excellence e Universidad Nacional Tres de Frebrero, Buenos Aires, 18-20 novembre.

Partecipa alla tavola rotonda “Crossroads and Borders: Neighborhood Policies and Cultural Polyvocality in Europe, Past and Present” del Informal Meeting of Senior Officials of Ministries of Culture and Senior Officials Responsible for Culture in Ministries of Foreign Affairs, svolto sotto gli auspice della Presidenza Lituana del Consiglio Europeo, Vilnius, 16-17 ottobre.

Memories, Minorities and Macroregional Cooperation: Building Rooms for a Reconciliation with the Past, relazione presentata alla conferenza internazionale “Managing Diversities. Democratic Challenges for a Plural Society on the Way to the European Citizenship”, promossa dall’InCE, Bertinoro, 12-13 settembre.

Old-New Nationalisms in the Western Balkans: Is There and Alternative to the EU integration?, paper presentato al panel “The Unfinished Business: The Balkans between EU Crisis and Resurgent Nationalism” e discussant al panel “Bounding or Dividing? Diasporas, Minorities and Migrations in Lithuanian and Yugoslav Memories” durante la 18th ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 18-20 Aprile.

Re-examining the International Development Assistance to Southeast Europe: time for a post-functionalist approach?, discorso introduttivo (key-note speech) alla conferenza internazionale “22 Years of International Development Assistance to Southeast Europe (1991-2013): Lessons for Donors and Recipients”, promossa dall’Univesrità del Peloponneso ad Atene, 22-24 febbraio.

2012 Partecipa alla tavola rotonda “Nationalism under Communism” nel corso del convegno internazionale “Contemporary Approaches to Cold War and Post-Cold War Balkans. Main themes, open questions, unresolved debates”, promosso dal Center For Democracy and Reconciliation in SEE, Belgrado 7-9 Dicembre.

Nation-State, Legitimacy and Economic Crisis: Lessons not learmned from Yugoslavia and the EU perspective, relazione presentata al convegno internazionale “Bosnia-Herzegovina and the Balkans: 20 Years Later Memory, Reconciliation, Politics” alla Johns Hopkins University-Bologna Center (22 Novembre)

Oratore alla Tavola rotonda “External Players in the Balkan Conundrum: Present Dynamics and Possible Scenarios” alla 44th Convention dell’ASEEES (già AAASS, Associazione Slavisti Americani), New Orleans, 15-18 Novembre.

The Yugoslav and EU Declines: Diversities, Dynamics of Dissolutions and Sovereignty Reframed, relazione presentata al panel “Enlarging and Declining? The EU Crisis and the Balkans”, e Discussant al panel “Identity versus Borders in the Balkans: Ethno-Political Reshuffling and Its Controversies” alla 17th ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 19-21 Aprile.

2011 Challenging Nation-State’s Politics and Identity: the Yugoslav Collapse, the EU Crisis and the Prospect of Reconciliation in the Balkans, relazione presentata alla Conferenza internazionale “The Balkan Transformations: Lessons from the Baltics to the Mediterranean” organizzata dall’Università Dogus, Istanbul, 16-17 Dicembre.

Oratore alla tavola rotonda “Serbia, Its Neighbors, and Its Region: A Constructive Actor?” alla 43rd Convention dell’ASEEES (già AAASS, Associazione Slavisti Americani), Washington D.C., 17-20 Novembre.

Key-note speaker sul tema Adriatic-Ionian Macro-Region: Contribution for a Strategy in a multilevel governance framework al Seminario “Adriatic-Ionian Macro-Region: a New Framework for Cross-Border Cooperation”, Bologna, 4 Novembre, promosso dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito degli Open Days 2011-Europe in my Region.

Oratore alla tavola rotonda “Il ruolo dell’istruzione e l’immagine dello Stato: aspetti sociologici” alla conferenza internazionale: “Russia e Italia: il ruolo delle Università nello sviluppo della cooperazione”, promosso dal MGIMO, Mosca, 26-27 settembrer.

Oratore e presidente alla conferenza scientifica internazionale “Regional Cooperation in Europe: Opportunities for the Balkans”, promossa dalle Accademie delle Scienze di Croazia e Bosnia-Erzegovina, LSE, e dall’Università di Bologna a Dubrovnik, 22-23 settembre.

Oratore nella tavola rotonda “Les presences et presents de l’Union européenne dans les Balkans occidentaux” al colloquio internazionale “(Ré)imaginer les Balkans: des societies européennes en movement”, promosso dal Ministero degl Esteri francese e da CERI, Parigi, 27 giugno.

Managing diversities as a challenge for Democracy, relazione presentata al panel “Accepting the Otherness: Challenges for Education and Civil Society”, alla conferenza internazionale “Accepting Diversities: Human Rights and the Challenges of Reconciliation”, promossa dal CIPS dell’Università di Sarajevo, dalla Commissione europea e dall’InCE, 29-30 aprile.

Discussant al panel «Civil Societies and the Challenges to Diversities in East-Central Europe and the Balkans» e chairman della tavola rotonda «Redefining the Maps of Europe: Governance of National Minorities in the Aftermath of the First and Second World Wars», alla 16th ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 14-16 April.

Discussant e speaker sul tema Forging new Elites in Post-Conflict Societies and the Internationalization of the Universities al convegno internazionale dell’Inter-University Consortium Almalaurea, «Human Capital and Employment in the European and Mediterranean Area», Bologna, 10-11 marzo.

2010 Presiede le tavole rotonde “War and Peace in Bosnia-Herzegovina: Are the Lessons learned from Srebrenica” e “Caught in the Crossfire: the Situation of Others in the Yugoslav Wars of Secession”, alla 42th Convention dell’ASEEES (già AAASS), Los Angeles, CA, Novembre 18-21.

Central Europe and Interculturality: a New Paradigm for the EU Integration?, paper presentato al Seminario Internazionale «Yet Another Europe and the Legacy of Dissent: Central Europe After 1984», Vytautas Magnus University, Kaunas, 8 Ottobre.

On the Persistence of Nationalism and the Inability of Old Member States to cope with the Post-Communist Agenda”, paper presentato al Colloquio Internazionale su «The Future of the EU: Diversity in (Dis)Unity?», European Parliament Information Office in Lithuania and Vytautas Magnus University; Kaunas, 7 maggio.

Discussant al panel «Closed Borders, Open Frontiers: the Formation of New Borders and the Negotiation of Everyday Life in SEE» e chairman della tavola rotonda «Diversity Management in Regional Contexts: The Baltic Sea Area, the Balkans and the EU integration », at the 15th ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 15-17 April.

The Eastern Question reformulated? The Energy Issue and the Balkan Fragile Geopolitics between 20th and 21st centuries”, relazione presentata al workshop «Integrating the Western Balkans into the European Union: Overcoming the Political and Economic Constraints» all’ 11th Mediterranean Research Meeting promosso dallo Robert Schuman Centre for Advanced Studies, Montecatini Terme, 24-27 Marzo.

2009 Partecipante alla tavola rotonda «1989-1999-2009 The Renaissance of Europe? The Communist Collapse, the Helsinki Decision for the EU Enlargement and the Western Balkans Today», alla 41° AAASS Annual Convention, Boston, Massachusetts, 12-15 novembre.

Partecipante alla Tavola rotonda “East-Central Europe 1989-2009. From Communist Camp to European Union” e presidente al panel u “Post-Communism” alla 6th Warsaw East European Conference 2009 dedicata a “1919-1939-1989-2009: East-Central Europe, Independence, Totalitarian regimes, Independence”, 17-18 luglio.

Recent Developments and the Prospects of the Western Balkan Region, key-note speech presentato al Meeting del Comitato Centrale della C.I.C.A. (International Confederation of Agricultural Credit), Belgrado, 8 Maggio.

Participante alla Tavola rotonda «Diversity Management in the New Europe: Reconsidering Education in Majority-Minority Relations» e presidente al panel su «Ethnic Governance in History and Politics: Some Experiences in East ad Central Europe», alla 14° ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 23-25 Aprile.

Self-determination and the Regional Context: the Challenges to (in)Stability in International Relations, relazione presentata alla Tavolta rotonda internazionale: «Ethnicity and Borders. The Kosovo status and its perspectives: adjusting policies in the regional context», promosso dal Forum of Ethnic Relations, Belgrado, 3-5 Aprile.

2008 Partecipante alla tavola rotonda «Into the Whirlwind: International Stability through Ceaseless Self-determination? Comparing the Balkans with other European and non-European Cases» alla 40° AAASS Convention, Filadelfia, Pennsylvania, 20-23 novembre.

Relatore sul tema Riformare la rivoluzione? I rapporti italo.-cecoslovacchi e la Primavera nel 1968 al convegno promosso dalla Fondazione Camera dei Deputati assieme agli Atenei di Bologna e Udine su “Eredità e attualità della Primavera cecoslovacca”, Camera dei Deputati, Roma, 22 ottobre.

Discussant al panel «Borders and Democracy: What is New in the Context of Globalization?» alla European ASN Convention dedicata a «Empire et Nations», presso Sciences Po, Parigi, 3-5 luglio.

The EU in the Values and Expectations of Serbia: Challenges, Opportunities, and Confrontations, relazione presentata al convegno internazionale «Civic and Uncivic Values in Serbia: The post-Milosevic Era», PRIO, Oslo, 30-31 Maggio.

Discussant al panel «Balkan Stabilization, the EU and the Challenge of the Soft Borders» e presidente al panel «The Experience of the 2004/2007 EU Accession: Prospects/Consequences for Turkey and Other Candidate Members» alla 13° ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 10-12 aprile.

Partecipa e conclude la Tavola rotonda «Roma and Sinti in the Bologna Region: Building and Integration Policy» promossa congiuntamente dall’Istituto per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica, insieme all’OSCE/ODIHR, al Project on Ethnic Relations di Princeton and al Comune di Bologna (Bologna, 3 Aprile).

2007 Participante alla Tavola rotonda «Nation State and Diversity management in the Enlarged Europe: Boundaries Changes in Minority and Gender Issues», e presidente del panel «Penetration of the West into the Balkans… Penetration of the Balkans into the West» alla 39° AAASS Convention, New Orleans, Louisiana, 15-18 novembre.

Networking Memories. The Historical Narratives and the Challenges of the European Integration, paper presentato alla Academic conference «European Memory: a Blessing or a Curse?», promossa dalla Vytautas Magnus University at Kaunas e dalla Vilnius University, Kaunas, 9 novembre.

Discussant al panel «State building in the Western Balkans», 12° ASN Annual Convention, Columbia University, New York, 12-14 aprile.

2006 Participante alla Tavola rotonda «Reforming the Balkan Peace Treaties: Challenging the Interdependency of Dayton, Ohrid, Kumanovo and Belgrade Agreements», alla 38° AAASS Convention, Washington D.C., 16-19 novembre.

Re-conceptualizing Nation-State in the Context of the European Integration Processes, paper presentato al panel «State Formation and Nation-Building in Post-Conflict Societies: A Pan-European Challenge» alla IV Conferenza dell’ASN in Europa su «Globalization, Nationalism and Ethnic Conflicts in the Balkans and Its Regional Context», Belgrado, 28-30 settembre.

Discussant al panel introduttivo della conferenza internazionale «The Western Balkans and Europe – Negotiating a Common Future», promossa dall’Università di Graz, Institut for European Law, 27-28 aprile.

Presiede e conclude con un intervento scientifico di sintesi la conferenza internazionale «Regional Cooperation, Peace Enforcement and the Role of the Treaties in the Balkans», svoltasi a Forlì il 20-21 gennaio con la collaborazione del Ministero degli Esteri e della NATO e per la quale curerà gli Atti in corso di pubblicazione.

2005 Serbia-Croatia-Bosnia: Ethnic Conflict and no-conflict, relazione presentata al panel «Dogs that Barked and Dogs that Didn’t: Ethnic Strife and Ethnic Peace in Post-Communist Europe», al VII World Congress dell’International Council for Central and East European Studies (ICCEES), Berlin, 25-29 luglio.

Presidente al panel «On the Versailles Shadows? The Legacies of Versailles and the Yugoslav Peace Treaties Compared» presentato alla 10th ASN World Convention, Columbia University, New York, ASN, 13-17 aprile.

2004 Partecipante alla tavola rotonda «The Balkans between EU Enlargement and Nationalist Revivals», alla XXXVI AAASS Convention, Boston, Massachusetts, 4-7 dicembre.

Discussant alla conferenza internazionale su «Democratic Transition in Croatia: Value Transformation, Education, Media» promosso dal Department of Sociology and Political Science, Norwegian University of Science and Technology, Trondheim, 2-4 settembre.

Presidente al panel «EU Enlargement by three perspectives: in, out and in between Europe» presentato alla Special ASN Convention in Europe dedicata a «Nationalities and Pluralism from Old to New Worlds», Università di Varsavia, 19-21 luglio

Presidente del panel The wider Europe and the EU Enlargement:
redefining policies towards the Balkans and Russia
alla Second Pan-European Conference on EU Politics promossa dall’ECPR, Johns Hopkins University, Bologna, 24-26 giugno.

“Stato debole” e instabilità nell’Europa Sud-Orientale: le radici storiche di un fenomeno moderno relazione presentata al convegno internazionale «America Latina, Balcani, Medio Oriente, Africa: Legittimità e consenso, crisi dello Stato e transizioni politiche» promosso dal Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia, dell’Università di Bologna, 7-8 maggio.

Discussant al panel Federalism and Self-Determination e presidente al panel The Wider Europe and Its Unstable Neighborhood: Conditionality vs. Conflict, alla 9th ASN World Convention, Columbia University, New York, 15-17 aprile.

2003 Integrating Post-Communist Transition. The Challenges to Nation-State, Sovereignty and Networking Society, relazione presentata al panel «Does Eastern Europe Still Exist? Transition and Enlargement a decade After the Communist Collapse» alla XXXV convention della AAASS, Toronto, Canada, 20-23 Novembre.

Development Theory and Democracy. What Can We Learn from the East European Experience?, relazione presentata al convegno internazionale «New Paradims on Development Studies», promosso dalle Facoltà di Scienze Politiche, Giurisprudenza e Statistica dell’Università di Bologna, 13-14 Ottobre.

State Weakness and Interdependency in the Balkans, relazione presentata al seminario per alti funzionari della DG External Relations, European Commission, Brussels, 14 July.

Discussant al panel dedicato ai Balcani alla TEPSA Presidency Conference «The Italian Presidency of the EU», promossa da TEPSA, IAI e MAE, Roma, 27-28 giugno.

Discussant al panel su «Ethnic Issues in EU Enlargement» alla 8th Convention della ASN, Columbia University, New York, 3-5 Aprile.

2002 Discussant al seminario internazionale su «Culture e conflitto» promosso dal Centro Nazionale di Prevenzione e Difesa Sociale e Fondazione Courmayeur, in collaborazione con l’Unesco, Courmayeur, 13-15 Dicembre.

Presidente della sessione in «Economic and Social Realities» della Conferenza internazionale «Bosnia and Herzegovina After Ten Years of Independence. Assessing the Present and Forecasting the Future», promossa dall’Università di Pittsburgh, 25-26 Novembre.

State Dismemberment and Statehood Attraction. Yugoslavia and Soviet Union Compared, paper presentato al panel «Self-Determination, Partition and Statehood attraction» alla XXXIV convention della AAASS, Pittsburgh, Pennsylvania, 21-24 Novembre.

The attractivness of Partition, paper presentato al panel «Partitions. Reshaping State and Minds. The Experience of Eastern Europe and British India Compared» alla Convention di Forlì dell’Istituto per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica e ASN, Forlì, 5-9 Giugno.

The Methodology of Partitions, paper presentato al panel «Partitions between Histories and Destinies» alla 7th convention della ASN, Columbia University, New York, 11-13 Aprile.

The Emergence of New Balkan States. Nation States as a Source of Instability, paper presentato alla Conferenza internazionale «War in the Balkans? Understanding the Conflicts and Interpreting the Peace», promossa dalla Florida Atlantic University e dalla US Army War College, Carlisle, in Boca Raton, 21-23 Febbraio.

2001 Boundaries and Territories Challenged, paper presentato al panel «Reshape the State? The Balkans and the European Integration at the mirror» alla XXXIII convention della AAASS, Crystal City, Washington D.C., 15-18 Novembre.

Le Fonti della destabilizzazione nei Balcani, il ruolo della NATO e della UE, relazione presentata al convegno internazionale «L’Unione Europea e la sicurezza del continente: tra storia e politica» promosso dal Polo Universitario Europeo Jean Monnet dell’Università degli Studi di Firenze, 11-12 maggio

The Weakness of the States as a Source of Instability, relazione presentata al convegno internazionale «The Future of the U.S. Presence in the Balkans» organizzata dalla US Army War College presso la Columbia University a New York, 26-27 Febbraio.

2000 Partecipante alla tavola rotonda «Italy and Its Role in the Balkans: from History to Current Events», alla XXXII convention della AAASS, Denver, Colorado, 9-12 Novembre.

Discussant alla conferenza «I Balcani alle soglie del XXI secolo: scenari di una futura possibile stabilità politica», svoltasi a Torino il 18-20 Ottobre e promossa dalla Fondazione Agnelli.

The Adriatic-Ionian Initiative and the Interuniversity cooperation, relazione presentata al Seminario Regionale Tempus per il Patto di Stabilità per il Sud-Est europeo intitolato «The link between strategic university management and higher education policy», Sarajevo, 15-16 giugno.

The Autonomy of the Universities, conferenza tenuta a Zagabria su invito della facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria, 2 giugno.

Discussant al panel «Self-Determination. From Versailles to Dayton» svoltosi alla convention dell’ASN a New York, Columbia University, 13-15 Aprile.

1999 Discussant al panel «Eastern Europe Ten years Later: Political Cultures in Transition and European Union», alla XXXI Convention della AAASS, St. Louis, Missouri, 18-21 novembre.

Discussant alla conferenza italo-russa «Scenari geopolitici della Russia alle soglie del XXI secolo: l’influenza dei fattori etno-culturali nella ridefinizione delle frontiere e degli orientamenti politici», promosso dalla Fondazione Agnelli, Torino, 10-12 novembre.

Immigrazione, accoglienza e culture. Integrazione o conflitto? Relazione presentata al convegno italo-tedesco «Immigrati dall’Europa Centro-Orientale: Italia e Germania di fronte alla sfida dell’integrazione nell’economia e nella società», promosso da Techne a Forlì il 5-6 novembre.

Partecipante alla tavola rotonda conclusiva del convegno internazionale «National Identities and Leadership in Europe, organizzato dalla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Roma «La Sapienza», 24-25 maggio.

Relatore all’apertura del Planning Meeting «Training for CEI countries in Transition» organizzato dal Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica dell’Università di Bologna all’avvio dell’omonimo progetto biennale di ricerca e formazione, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri nell’ambito della legge 212, 15-17 aprile.

1998 Partecipante alla Tavola rotonda «Doit-on condamner la guerre?», al V incontro internazionale del Memoriale di Caen, 3-4 dicembre.

Integration Processes and Change in Political Culture, relazione presentata alla conferenza internazionale «Bosnian Paradigm», promossa dall’International Forum «Bosna», Sarajevo, 18-20 novembre.

Discussant alla conferenza italo-russa «Dibattito culturale e mutamento socio-politico in Russia», promosso dalla Fondazione Agnelli, Torino, 11-13 novembre.

The Cultural Scope of Balkan Security, relazione presentata alla conferenza internazionale «Mediterranean Security into the Coming Millennium», promossa dal U.S. Army War College, Firenze, 26-27 ottobre (in via di pubblicazione nelle edizioni del College)

Presidente del panel «Europe and the Balkans: A Clash of Civilizations?» e partecipante alla tavola rotonda su «The Hague War Crimes Trial: Reflections and Observations of Expert Witnesses» alla XXX Convention della AAASS, Boca Raton, Florida, 24-27 settembre.

Co-presidente con Anna Krasteva (Univ. di Sofia) al workshop «Europe and the Balkans at the Threshold of the 21st Century» incluso nel programma della VI conferenza dell’ISSEI (International Society for the Study of European Ideas), Università di Haifa, 16-21 agosto. La relazione presentata in quel contesto verteva su Transnational Political Cultures in the Balkans.

Il futuro della Bosnia e del processo di Dayton, relazione presentata al convegno internazionale su «Gestione delle crisi e riforma della NATO» promosso dalla Commissione Esteri del Parlamento italiano, Roma, 15 giugno.

1997 Les Balkans d’aujourd’hui face à l’Europe: problèmes et enjeux, relzione presentata al convegno internazionale «Les Balkans en Europe 1918-1996» promosso dall’Università di Ginevra, 28-29 novembre.

The Changing Notion of Self-Determination. Global Repercussion for the Internatioanl Community, relazione conclusiva al convegno internazionale «From Wilson to Bosnia. Democracy, European Dictatorships and Self-Determination: The Historivcal Legacy of the 21st Century for Future Political Morality», organizzata dal Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica con la Freie Universitat di Berlino e l’Association for the Study of Nationalities, Forlì, 10-11 ottobre (relazione in via di pubblicazione nell’omonimo volume a cura di Henry Huttenbach e Francesco Privitera, Longo Editore, Ravenna)

La situazione politica interna e il nuovo quadro della questione nazionale albanese nei Balcani, relazione presentata alla conferenza internazionale «Albania. Collasso e ricostruzione», organizzata dal Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica e dal CeSPI a Bologna, il 18-19 luglio (relazione in via di pubblicazione nell’Annuario CPM della Commissione Europea).

Political Culture and Democratization in the Balkans, relazione introduttiva al convegno internazionale «Democratization in the Balkans», organizzata dall’Università di Bristol il 16-18 maggio (relazione in via di pubblicazione nel vol. a cura di Jeoffrey Pridham e Tom Gallaghan, Routledge, Londra).

Lingua e Nazione in Europa Orientale. Le implicazioni della filologia politica nelle società multiculturali, relazione presentata al convegno «Il plurilinguismo in Europa», promosso dal Centro linguistico Interfacoltà e dalla SSLiMiT dell’Università di Bologna (Forlì, 14 maggio) (la relazione è stata pubblicata per i tipi della Clueb di Bologna).

  • 1996The Idea of State in the Post-Communist Balkan Societies, relazione presentata alla Conferenza internazionale «Europe and the Balkans: How They View Each Other» (Bologna, 5-7 dicembre), al termine di un progetto triennale di ricerca sostenuto dall'Unione Europea (HCM programme) i cui atti in quattro volumi saranno pubblicati in inglese a cura di S. Bianchini, G. Schöpflin, C. Nation, M. Uvalic e M. Dogo.

Jugoslavia: perché? Le ragioni di questo convegno, relazione di apertura al seminario internazionale di studi «Differenze, identità, conflitti: la Jugoslavia, la sua disgregazione, l’Europa», promosso a Mantova (4-6 ottobre) dalla Fondazione Lelio Basso e dall’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione. Il dr. Bianchini ha fatto parte anche del Comitato scientifico che ha promosso il seminario.

Discussant alla Presentazione del Rapporto «From Plan to Market. World Development Report 1996», The World Bank and Nomisma (Bologna, 27 giugno).

Relations between East European Countries: the Balkan Federation, relazione presentata alla Conferenza internazionale «The Failure of Peace in Europe 1943-1948», Università di Firenze, Firenze, 13-15 giugno (relazione in via di pubblicazione da McMillan).

1995 Politics in the Bosnian Federation and the Serbian Republic, Discussant al panel organizzato nell'ambito della Convenzione dell' American Association for the Advancement of Slavic Studies (Washington DC, 25-29 ottobre).

Chairman alla Conferenza su «Democratic Problems and Ethnic Relations in Serbia/FRY», promossa dal Project on Ethnic Relations-Princeton, The Democratic Center of Belgrade, The Soros Fond of Belgrade and the International Network Europe and the Balkans (Belgrade, 23-24 giugno)

Economics, Culture and Democracy-Building: In Search of a New Approach to the Development and Integration of the Balkans in Europe (Parigi, 7-9 giugno), relazione presentata alla Conferenza su «Balkans et Sud-Est Européen. Quel avenir pour la region?» organizzata da Conséil Économique et Social de France e dal Peace and Crisis Management Foundation.

Interculturality and the Teaching of History in the Balkans, contributo alla Conferenza su «The Balkans – Ethnic and Cultural Crossroads: Educational and Cultural Problems», organizzata dal Consiglio d'Europa e dall'International Center for Minority Studies and Intercultural Relations (Sofia, 28-30 maggio).

Human Rights and the Problem of Minorities in the Balkans. Discussant alla Conferenza su «Greek Foreign Policy Today», prompossa da Eliamep, The Johns Hopkins University-Bologna Centre e Europe and the Balkans International Network (Bologna, 17 febbraio)

1994 The Idea of State and Balkans Challange to Europe (Londra, 21-23 settembre), relazione presentata alla conferenza su «Semantics and Security: the Meanings of the Balkans», promossa dalla School of Slavonic and East European Studies e dal Centre for Defence Studies del King’s College.

The Idea of State and the Geo-Political Re-Organization of the Balkans, conferenza tenuta alla Johns Hopkins University, Bologna Center (Bologna, 15 marzo).

1992 Ethnicity and the European Integration Processes, contributo all'incontro internazionale su «Greater Europe. International Research Project» promosso dalla Fondazione Gorbacëv (Mosca, dicembre 10-12)

Responsabile scientifico della Conferenza Internazionale «East Central Europe between Past and Future (Greater Europe and the Nationalisms in Eastern Europe)», promossa dall'Università di Bologna, 7-9 maggio.

1991 Post Communism in the Balkans and the Italian Perception, conferenza tenuta alla Facoltà di Economia dell'Università di Tirana (5 novembre).

1990 Presidente della Commissione internazionale di esperti sui Balcani al workshop su «Crisis and Conflict Evolution in Eastern Europe» promosso dallo U.S. Defense Department, Washington Strategy Seminar, Center for Naval Analyses e dall'Institut Français des Relations Internationales, Chartres, 22-24 luglio.

Security in the Balkans, relazione introduttiva alla Tavola rotonda italo-britannica su «The Future of European Architecture» promossa dallo IAI e dal RIIA a Londra presso la Chatham House-The Royal Institute of International Affairs, 9-10 luglio .

The Balkans Today: a Peace Zone or an European Powder-Keg?, relazione presentata alla conferenza italo-sovietica su «Security Problems in Europe» organizzata dallo IAI e dall' IMEMO a Mosca, 4-5 aprile.

Tiene una relazione su Fascismo e Sud-Est europeo: l'immagine di un impero desiderato al colloquio internazionale organizzato a Trieste dall'Istituto per la storia del movimento di liberazione del Friuli Venezia Giulia sul tema «Fascismo, Danubio e Balcani alla fine degli anni Trenta» (26 gennaio). La relazione è poi apparsa su «Qualestoria», n.1, 1990

1989 Presenta una relazione su Valdo Magnani fra Tito e Togliatti al convegno nazionale di Reggio Emilia su «I Magnacucchi. Valdo Magnani e/o la ricerca di una Sinistra autonoma e democratica» (3-4 novembre). La relazione, basata su fonti d'archivio italiane e jugoslave rese note per la prima volta, è stata pubblicata nel vol. collettaneo, a cura di G. Boccolari e L. Casali, I Magnacucchi, Feltrinelli, Milano, 1991

1988 organizza per l'Istituto Gramsci Emilia-Romagna un convegno internazionale (7-8 luglio) dedicato a «La Primavera di Praga vent'anni dopo», curando quindi la pubblicazione degli Atti per la rivista «Transizione» (n.11-12, 1988), apponendovi una propria, ampia, Introduzione.

1986-1987 Organizza un convegno a Bologna nel febbraio 1986 su «Sistema politico e partecipazione in Jugoslavia», che ha conosciuto un ulteriore sviluppo con un incontro bilaterale fra studiosi italiani e jugoslavi a Kumrovec (Zagabria), il 12 gennaio 1987. Nel corso del convegno bolognese il dr. Bianchini ha letto una relazione su L'Alleanza socialista nel sistema politico jugoslavo, poi apparsa in un volume da lui curato per i tipi della Franco Angeli di Milano, a cui ha apposto anche una sua Presentazione.

1986 Interviene sul tema Politica estera sovietica, Jugoslavia e Non allineamento di fronte alla destalinizzazione al convegno internazionale promosso dalla Fondazione Feltrinelli a Firenze e intitolato «A trent'anni dal XX congresso del PCUS» (2-4 ottobre). L'intervento è apparso nel vol. collettaneo Il XX congresso del PCUS», Angeli, Milano, 1988.

1985 Interviene al convegno internazionale organizzato dall'Università degli Studi di Perugia, e dedicato a «Tendenze, metodi e prospettive della storia delle relazioni internazionali in Italia» (17-18 giugno).

1984 Tiene una relazione su I prigionieri militari italiani nella regione balcanica al convegno internazionale organizzato sotto l'Alto Patronato del Presidente della repubblica italiana, dalla Provincia di Mantova e dal Ministero della Difesa a Mantova sul tema «I prigionieri militari italiani durante la II guerra mondiale: aspetti e problemi storici» (4-5 ottobre). La relazione è poi apparsa nel vol. collettaneo, a cura di R.H. Rainero, I prigionieri militari italiani durante la II guerra mondiale. Aspetti e problemi storici, Marzorati, Milano, 1985.

1982-1987 Segue la preparazione del convegno internazionale sulla «Percezione della politica di potenza in Europa Occidentale alla vigilia della II guerra mondiale» (Sèvres, aprile 1982) come segretario del settore italiano relativo al tema n.4 (Mito imperiale e percezione della potenza) e vi partecipa con due comunicazioni su L'idea fascista dell'Impero nell'area danubiano-balcanica e su L'area danubiano-balcanica e l'Italia fascista: relazioni internazionali e immagine della politica estera nelle riviste politiche italiane successivamente apparse, corredate da una Bibliografia ragionata, nell'opera collettanea a cura di E. Di Nolfo, R.H. Rainero e B. Vigezzi, L'Italia e la politica di potenza in Europa 1938-1940, per i tipi della Marzorati di Milano, nel 1985. Una seconda «tranche» del medesimo convegno, relativa però agli anni 1945-1949, si svolge nell'aprile 1984 ad Augsburg e il dr. Bianchini vi partecipa con una relazione su L'Europa danubiano-balcanica e la sua immagine nell'opinione pubblica e nella politica estera dell'Italia dopo la II guerra mondiale (1945-1953) che, corredata da una Bibliografia ragionata degli articoli apparsi sulle riviste italiane di quel periodo, esce nell'edizione italiana degli Atti del convegno di Augsburg, nel 1988, sempre presso la Marzorati di Milano. Nel settembre 1987, a Firenze, si svolge la terza «tranche» dedicata agli anni Cinquanta e il dr. Bianchini interviene sul tema Italia e Balcani fra Patto Atlantico e Non Allineamento, a proposito del quale da allora sta raccogliendo preziosi e inediti documenti archivistici in Italia e in Jugoslavia, in vista di una pubblicazione di più ampio respiro.

1982 Tiene una relazione dal titolo Lavoro associato, sistema politico e democrazia al convegno italo-jugoslavo organizzato a Milano dall'ICEI su «Autogestione e crisi economica nella Jugoslavia del dopo-Tito» (11 ottobre).

1982 Presenta una comunicazione su Economia e politica nella Jugoslavia di oggi al convegno organizzato dall'Istituto di Studi Internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Padova dal titolo «Sistemi economici est-europei» (18-19 giugno).

partecipa al convegno internazionale dell'Istituto Gramsci dell'Emilia-Romagna a Bologna su «I rapporti Est-Ovest alla luce del caso polacco» con una relazione su Autogestione e politica estera: progetti e realtà nelle idee riformatrici jugoslave e polacche a confronto (1° aprile)

1981 svolge una relazione su Autogestione e partecipazione, democrazia e pluralismo nella Jugoslavia degli anni Ottanta, al convegno dedicato a «La partecipazione dei lavoratori al governo dell'impresa: l'esperienza jugoslava dell'autogestione», organizzato a Lucca dalle riviste «Prospettive nel mondo», «Critica Sociale» e «Nin» (Belgrado) (31 maggio).

1979-1980 partecipa a Cavtat (Jugoslavia) alle Tavole rotonde internazionali «Socialism in the World» dedicate a «Les forces subjectives du socialisme» (1979) e a «Participation, Self-Management and Socialism»(1980).

1979 organizza - per conto dell'Istituto Gramsci di Roma e da quello dell'Emilia-Romagna - il convegno nazionale su «L'autogestione nell'esperienza jugoslava» (7-9 dicembre) e tiene una relazione dal titolo Rinnovamento dell'economia e spinte nazionaliste fra il 1965 e il 1972, poi pubblicata in un volume da lui curato.

1978 tiene una relazione su L'autogestione in Jugoslavia: il problema della partecipazione dal conflitto con Stalin a oggi al simposio organizzato a Bari su «Autogestione e democrazia nelle fabbriche: dibattito e prospettive» (20-21 novembre).

1977 partecipa al seminario nazionale dedicato a «Tendenze dei principali sistemi economici capitalisti e socialisti», coordinato dal prof. Vittorio Valli, presso la Fondazione Feltrinelli di Milano.

6. Affiliazioni:

2012- Membro della Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCo).

1998- Membro dell’Associazione Italiana Slavisti (AIS). Membro eletto del Direttivo dell’Associazione per il mandato 2009-2014.

1995- Membro della American Association for the Advancement of Slavic Studies (AAASS).

1992- Membro dell'International Council dello European Civic Center for Conflic Resolution (ECCCR).

  • 1990-Membro della Association for the Study of Nationalities (USSR and East Europe), Columbia University New York. Membro del Comitato Esecutivo ASN per i trienni 2001-2004 e 2007-2010, 2010-2013 e 2013-2016.

Vicepresidente dell’Associazione per il triennio 2004-2007.

1983- Membro dell' International Commission of International Relations of the ICHS/CISH.

Membro dell'Association International d’Etudes Economiques Comparées (AIEEC).