Foto del docente

Stefania Evangelisti

Ricercatrice a tempo determinato tipo a) (junior)

Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie

Settore scientifico disciplinare: BIO/12 BIOCHIMICA CLINICA E BIOLOGIA MOLECOLARE CLINICA

Curriculum vitae

È ricercatrice a tempo determinato di tipo A (junior), presso il Laboratorio di Neuroimmagini, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Università di Bologna, con cui collabora da febbraio 2013, occupandosi dello sviluppo di metodiche biochimico-molecolari RM avanzate.

 

Formazione

  • Dottorato di Ricerca in Scienze Biomediche, conseguito in data 23/05/2017, Università di Bologna; XXIX Ciclo, SSD BIO/12.
  • Laurea Magistrale in Fisica, curriculum Fisica Applicata, conseguita in data 18/10/2013, Università di Bologna; votazione 110/110 e lode.
  • Laurea in Fisica, conseguita in data 21/10/2011, Università di Bologna; votazione 110/110 e lode.
  • Diploma di Maturità Scientifica (Liceo E.Fermi, Bologna); votazione 100/100.

 

Carriera accademica

  • Honorary Academic Visitor, presso Oxford Centre for Functional Magnetic Resonance Imaging of the Brain (FMRIB), Wellcome Centre for Integrative Neuroimaging, Nuffield Department of Clinical Neurosciences, University of Oxford (da febbraio 2019).
  • Ricercatrice a tempo determinato di tipo a) - SSD BIO/12 - Laboratorio Neuroimmagini, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie, Università di Bologna (da agosto 2017).
  • Assegno di ricerca dal titolo "Implementazione di metodiche RM avanzate per la caratterizzazione di patologie neurodegenerative", Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie, Università di Bologna (gennaio - luglio 2017).
  • Contratto di Tutorato per attività di supporto alla didattica per l'insegnamento “Diagnostica Metabolica in vivo” (5 CFU totali, 30 ore - laboratorio, SSD BIO/12), componente del Corso Integrato di “Biochimica patologica e Biotecnologie”, Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università di Bologna (AA 2016/2017).
  • Periodo di ricerca all'estero, Visiting PhD student presso l’Oxford Centre for Functional Magnetic Resonance Imaging of the Brain (FMRIB), University of Oxford (ottobre 2015 - giugno 2016).  

 

Attività didattica

Dall’AA 2016-2017 ad oggi svolge continuativamente attività didattica nel SSD BIO/12 presso la Scuola di Medicina e Chirurgia, Università di Bologna, in quanto titolare di insegnamenti per il CdL Magistrale in Medical Biotechnology (precedentemente Biotecnologie Mediche) e per i CdL in Infermieristica (Campus di Bologna, Faenza e Rimini).

Ha inoltre svolto attività di docenza nell'ambito del Master di I livello in Radiologia Vascolare, Interventistica e Neuroradiologia, Università di Bologna, ed in corsi accreditati rivolti al personale Tecnico Sanitario di Radiologia Medica ed Infermieristico della UA Neuroradiologia, IRCCS Istituto delle Science Neurologiche di Bologna, AUSL di Bologna.

Dall'AA 2016/2017 è Cultore della materia per insegnamenti SSD BIO/12 dei CdL in Tecniche di Laboratorio Biomedico e CdL in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia, Università di Bologna e dall'AA 2013/2014 svolge attività didattica integrativa nella forma di seminari ed esercitazioni presso la Scuola di Medicina e Chirurgia, Università di Bologna.

È stata correlatrice di una Tesi di Laurea sperimentale dal titolo “Exploring brain network features in Borderline Personality Disorder: a graph-based analysis of MR images” (CdLM in Physics, AA 2019/2020) e di una Tesi di Laurea sperimentale dal titolo “Studio di valutazione dell’accelerazione multiband nella messa a punto di un protocollo fMRI: il ruolo del TSRM” (CdL in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, AA 2018/2019).

 

Attività scientifica

L’attività di ricerca è incentrata sullo sviluppo di metodiche biochimico-molecolari RM avanzate, presso il Laboratorio di Neuroimmagini, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie (DIBINEM), Università di Bologna, con cui collabora in modo continuativo da Febbraio 2013.

Ha acquisito competenze ed autonomia nella messa a punto di protocolli di acquisizione ed elaborazione di dati di spettroscopia RM, integrati con quanti ottenuti da altre metodiche avanzate di imaging metabolico-funzionale, e nella loro correlazione con dati biochimico-molecolari ex vivo, clinici e neuropsicologici nell’ambito di patologie neurodegenerative, mitocondriali, neuromuscolari ed oncologiche.

Tale attività è finalizzata sia all’identificazione di marcatori fisiopatologici, diagnostici e predittivi di malattia, sia alla definizione di parametri normativi di riferimento in soggetti di controllo. Parte dell’attività è dedicata all’armonizzazione dei dati ottenuti, unitamente allo sviluppo di metodi semi-automatici per il controllo della qualità analitica.

Di recente ha iniziato a collaborare ai seguenti progetti scientifici: a) armonizzazione di dati di spettroscopia RM del protone, funzionale alla validazione di questa tecnica, condotto dalla Rete nazionale degli IRCCS delle Neuroscienze e della Neuroriabilitazione (RIN); b) ottimizzazione di protocolli di acquisizione ed analisi di spettroscopia ed imaging del sodio, e di spettroscopia per la quantificazione dell’oncometabolita 2-idrossiglutarato, marcatore predittivo nei gliomi cerebrali; c) sviluppo di analisi statistiche avanzate di dati di biologia molecolare, in particolare dati epigenetici di metilazione del DNA; d) sviluppo di un progetto di radiogenomica in ambito neuro-oncologico (gliomi dell’adulto e dell’età pediatrica), basato sulla combinazione di metodiche biomolecolari avanzate in vivo con un innovativo pannello di Next Generation Sequencing, che permetta una diagnosi precoce e la pianificazione di un percorso terapeutico personalizzato; e) analisi mutazionale ed epigenetica negli adenomi ipofisari.

Grazie alle collaborazioni con diversi gruppi di ricerca, sia nazionali che internazionali, ha sviluppato i seguenti ambiti di ricerca, che si sono concretizzati in pubblicazioni su riviste peer-reviewed: a) caratterizzazione fisiopatologica con approccio multimodale (imaging metabolico in vivo, studio in vitro ed ex vivo) di patologie su base genetica quali la sindrome MELAS (Mitochondrial myopathy, Encephalopathy, LacticAcidosis and Stroke-like episodes) e la sindrome di Wolfram; b) studio di valutazione comparativa delle alterazioni epigenetiche in regioni ultraconservate di carcinomi squamosi di differenti specie di mammifero; c) definizione di protocolli di RM funzionale per la caratterizzazione mediante approccio multimodale delle cellule ganglionari esprimenti melanopsina in pazienti con neuropatia ottica di Leber e pazienti con malattia di Alzheimer (nell’ambito di un progetto finanziato dal Ministero della Salute, Bando Giovani Ricercatori 2013, applicati per la caratterizzazione del singolo paziente con patologia mitocondriale e neurodegenerativa, sia, più recentemente, per la valutazione pre-chirurgica di lesioni espansive o malformazioni vascolari cerebrali; d) studi di connettività in ambito di ricerca clinica in pazienti con malattia di Parkinson, grazie a tecniche di co-registrazione EEG-fMRI, caratterizzando pattern neurometabolici di connettività in condizioni basali e dopo l’assunzione di terapia dopaminergica ed in pazienti con epilessia frontale notturna; e) identificazione di indicatori biochimici ottenuti con spettroscopia RM del protone che per pazienti con deterioramento cognitivo lieve possano essere predittivi di conversione in malattia di Alzheimer e che possano migliorare la diagnosi differenziale tra afasia progressiva primaria ed Alzheimer; f) identificazione di marker biochimici-molecolari di spettroscopia RM del protone per la diagnosi differenziale delle sindromi parkinsoniane, definizione dell’accuratezza di biomarcatori biochimici e microstrutturali integrati per la diagnosi differenziale dei parkinsonismi, anche grazie all’applicazione di metodi di classificazione automatica, indagine della correlazione tra marcatori strutturali e manifestazioni cliniche, quali stridor notturno o depressione; g) definizione di un protocollo di trattografia con analisi along-tract per la valutazione microstrutturale del fascicolo arcuato e del tratto piramidale; h) caratterizzazione, mediante spettroscopia RM (del protone e del fosforo) ed imaging, della disfunzione del metabolismo ossidativo a livello cerebrale e muscolare in pazienti con distrofia miotonica di tipo 1; i) descrizione della base biochimica delle alterazioni microstrutturali cerebellari nell’atassia di Friedreich.

Le principali collaborazioni internazionali sono rappresentate dal gruppo di ricerca del dott. Gilles Vandewalle (Sleep and chronobiology lab, GIGA-Cyclotron Research Centre/In vivo imaging, University of Liège) in corso da Gennaio 2014, e da quello della prof. Gwenaelle Douaud (Oxford Centre for Functional Magnetic Resonance Imaging of the Brain, FMRIB, Università di Oxford) in corso da Ottobre 2015.

 

Progetti di ricerca

  • Responsabile dell’Unità Operativa 2 per il progetto dal titolo “Shedding Light on Dementia with Lewy Bodies: a Randomized Controlled Trial using a multimodal 'Bright Light Treatment' to modulate brain functional responses through the eyes”, risultato tra i vincitori del Bando Ricerca Finalizzata 2019 nella categoria Giovani Ricercatori finanziato con fondi del Ministero della Salute (P.I. Dr.ssa Micaela Mitolo; codice progetto: GR-2019-12369242).
  • Partecipazione al progetto dal titolo “Radiogenomics for early detection of Alzheimer's Disease: combining DNA methylation-based liquid biopsy and advanced Magnetic Resonance Imaging” (READy), finanziato da Airalzh nell’ambito del Bando AGYR 2020 (P.I. Dr.ssa Maria Giulia Bacalini).
  • Partecipazione ad un protocollo di studio clinico (trial farmacologico sponsorizzato) dal titolo: “A Phase III, Multicenter, Randomized, Parallel Group, Double Blind, Double Dummy, Active Controlled Study of Evobrutinib Compared with Teriflunomide, in Participants with Relapsing Multiple Sclerosis to Evaluate Efficacy and Safety” (Sperimentatore di coordinamento: Patrick Vermersch, MD, Department of Neurology, University of Lille, Life Sciences and Health, Lille, France; Numero dello studio MS200527ˍ0080).
  • Partecipazione, da novembre 2016, al progetto multicentrico internazionale ENIGMA-Ataxia, finalizzato alla raccolta e meta-analisi di dati di Risonanza Magnetica biochimico-molecolari in vivo e dati clinici nell’ambito di forme di atassia su base degenerativa (atassia di Friedreich e atassie spinocerebellari). Il progetto ENIGMA-Ataxia è supportato dal più ampio Consorzio ENIGMA (http://enigma.ini.usc.edu/ ). 
  • Collaborazione al progetto dal titolo “Melanopsin retinal ganglion cells and circadian rhythms: function and dysfunction in Alzheimer's disease and aging” mirato all’esplorazione multimodale del sistema delle cellule ganglionari della retina che esprimono melanopsina in pazienti con malattia di Alzheimer. Finanziamento dal Ministero della Salute – Ricerca Finalizzata 2013, categoria Giovani Ricercatori (P.I. Dr.ssa Chiara La Morgia; codice progetto: GR-2013-02358026).

 

Attività scientifica complessiva

Indici bibliometrici al 11/03/2021

H-index (Scopus): 8; numero totale di citazioni (Scopus): 303; Impact Factor totale (Journal Citation Reports-Thomson Reuters, 2019): 85.

Complessivamente autrice di 23 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed (n.5: primo autore, n. 5: secondo autore), 18 abstract su atti di convegno internazionali (n. 4: primo autore, n. 4: secondo autore), 25 abstract su atti di convegno nazionali (n. 7: primo autore, n. 7: secondo autore).

 

Attività istituzionali e incarichi accademici

  • Da ottobre 2019: componente della Commissione Paritetica della Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bologna
  • Marzo 2019 - ottobre 2019: componente del Gruppo Didattica della Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bologna
  • Da aprile 2018: membro della Giunta di Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie, in qualità di rappresentante dei Ricercatori

 

Appartenenza a comitati scientifici ed editoriali

  • Membro del Comitato Scientifico del convegno: 11th Annual Meeting of the ISMRM Italian Chapter and AIRMM 2020 Risonanza Magnetica in Medicina 10-11/12/2020 Virtual Edition.
  • Membro del Comitato Scientifico del convegno: 10th Annual Meeting of the ISMRM Italian Chapter and AIRMM 2019 Risonanza Magnetica in Medicina 28-29/03/2019 Milano.
  • Reviewer Editor per la rivista Frontiers in Neurology – Applied Neuroimaging (dal 17/09/2020).

 

Premi e riconoscimenti

Borse di studio

  • Borsa di studio “Marco Polo Programme” 2015 della durata di sei mesi, per finanziare un periodo di ricerca (9 mesi) presso l’Università di Oxford (Ottobre 2015 – Giugno 2016).
  • Borsa di studio (Educational stipend) per l’iscrizione al 23rd ISMRM Annual Meeting and Exhibition, 30/05-5/06/2015 Toronto.

Premi

  • Premio assegnato dall’Italian Chapter ISMRM-International Society of Magnetic Resonance in Medicine and AIRMM- Associazione Italiana di Risonanza Magnetica in Medicina per il miglior power poster (e iscrizione gratuita al convegno dell’anno successivo): “Graph theoretical analysis of resting state fMRI in nocturnal frontal lobe epilepsy”, 6th Annual Meeting of the ISMRM Italian Chapter and AIRMM, Risonanza Magnetica in Medicina; 16-17 aprile 2015 Verona (IT). Autori: Evangelisti S, Testa C, Remondini D, Gramegna LL, Rossi Magi L, Zanigni S, Manners DN, Bianchini C, Bisulli F, Tinuper P, Castellani G, Tonon C, Lodi R

 

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.