Foto del docente

Stefano Martelli

Full Professor

Department of Education Studies "Giovanni Maria Bertin"

Academic discipline: SPS/08 Sociology of Culture and Communication

Useful contents

Linee-guida per scrivere una tesina o elaborato per migliorare il voto ottenuto nelle Materie Sociologiche

Per gli studenti frequentanti i Corsi di Sociologia al 1° e 2° livello
(Prof. Stefano Martelli)

Linee-guida per scrivere una tesina o elaborato per migliorare il voto ottenuto nelle Materie Sociologiche
N.B.:  il voto di profitto ottenuto nella prova scritta dev’essere positivo.

1. Indicazioni per preparare la tesina:

Innanzitutto scegli un argomento trattato a lezione (parte teorica o pratica).
Puoi ispirarti leggendo l'elenco nel Tesario (v. testo successivo) o anche individuare un nuovo argomento.
Poi devi concordane lo svolgimento con il Docente, quindi: 
invia tramite mail, indirizzata a: s.martelli@unibo.it,
uno schema della tesina, indicando:
1. oggetto;
2. tesi (o, ancor meglio: ipotesi di ricerca);
3. svolgimento (in 3 o più punti) o, ancor meglio, metodologia e dati;
4. Bibliografia (minima) di riferimento

Ricevuta dal Docente l’approvazione dello schema, inizia a scrivere, avvalendoti dei libri o articoli già individuati, o altri indicati dal Docente stesso, trovati in biblioteca o via internet. 

N.B.: in caso di scadenze (date ultime per fruire di una borsa di studio, o per laurearsi nella prossima sessione di laurea) invia l’elaborato per e-mail almeno 10 gg. prima della data ultima. Poni molta attenzione alla data di invio, perché è probabile che il Docente ti risponda indicando uno o più punti da migliorare. In questo caso sei  tenuto a riguardare l’elaborato e a rinviarlo (in tempo utile per l’appello, quindi: non oltre i 5 gg. precedenti). 

Evita di copiare da internet o da libri; è invece ammesso sia la citazione, sia la rielaborazione personale dei concetti altrui. Qualora si volesse citare una o due frasi, ricorda che il testo, ripreso alla lettera, va messo tra parentesi “caporale” (« »).
In entrambi i casi resta l’obbligo di dichiarare la fonte, ovvero la pagina del libro o della rivista da cui si trae la citazione, o da cui si è attinto per rielaborare. La fonte andrà riportata o come citazione a pie’ di pagina oppure come nota “all’inglese”) – osserva bene il seguente esempio:

*****inizio dell'esempio

«2. Il pubblico italiano dei grandi eventi sportivi in tv: ampiezza e composizione
Se l’audience è il “motore immobile” del triangolo dell’interdipendenza tra sport, media e aziende sponsor, lo studio dell’ampiezza e composizione delle audience che assistono in tv agli eventi sportivi diviene il primo passo necessario per poter procedere ad una oggettiva comprensione dei processi socio-culturali in atto nella società italiana contemporanea».

«È stato questo il primo dei due obiettivi conoscitivi del complesso di ricerche svolte dallo SportComLab dell’“Alma Mater” sul pubblico italiano che ha seguito in tv i grandi eventi sportivi, svoltisi nei primi anni del nuovo millennio. Procedendo con dati e tecniche differenti rispetto a quelle adottate dai primi studiosi in materia [Guttman 1997; Whannel 1998: 228-230 ***esempio di "nota all'inglese"***], si è analizzato ampiezza e composizione delle audience di circa 1.350 gare svoltesi tra il 2000 e il 2008, utilizzando a tal fine i dati Auditel (1)***esempio di «citazione a pie' di pagina»: v. sotto]). Tra i numerosi risultati ottenuti, le analisi hanno mostrato che le audience più ampie si radunano davanti alla tv per vedere i Campionati europei di calcio, organizzati ogni quattro anni dalla Uefa».


(1)***continua l'esempio di "citazione a pie' di pagina": in fondo alla pagina si leggerà:
«Per ulteriori informazioni sul piano di elaborazioni e sulle ipotesi poste alla base della ricerca, si rinvia alla Nota metodologica de Lo sport “mediato”, di Martelli S. (FrancoAngeli, Milano 2010: 179-188) e al link: http://www.sm.unibo.it/Scienze+Motorie/ Facolta/Strutture+di+servizio/lab.htm per una panoramica delle iniziative e prodotti di ricerca dello SportComLab dell’Alma Mater». ***fine dell'esempio di "citazione a pie' di pagina"+++

Ovviamente, se sceglierai di citare “all’inglese”, dovrai completare i riferimenti bibliografici mediante una Bibliografia di riferimento, posta in fondo alla tesina, come la seguente:

Bibliografia di riferimento

Bonini F. (2008), Sport, azienda e politica. Il Milan di Silvio Berlusconi, “Memoria e Ricerca”, n. 27, pp. 107-121.
Gratton C., Henry I. (2001), Sport in the city. The role of sport in economic and social regeneration, Routledge, London.
Guttman A. (1997), Sport spectators, Columbia U.P., New York.
Horne J., Manzenreiter W. (eds.) (2006), Sports mega-events. Social scientific analyses of a global phenomenon, Blackwell, Malden et al.
Ioc–International Olympic Commettee (2009), Marketing report. Beijing 2008, Ioc, Lausanne (in: http://view.digipage.net/?userpath=00000001/ 00000004/00040592 , sito visitato il 13.08.2009).
Martelli S. (2010), Lo sport “mediato”. Le audience di Olimpiadi, Paralimpiadi e Campionati europei di calcio (2000-2008), con scritti di P. Dell’Aquila, I.S. Germano e G. Russo, FrancoAngeli, Milano.
Mauss M. (2002), Saggio sul dono. Forma e motivo dello scambio nelle società arcaiche (1925), Einaudi, Torino.
Wenner L. A. (ed.) (1996), Media, sports, & society, Sage, London.
– (ed.) (1998), Mediasport, Routledge, London-New York.
Whannell G. (1992), Fields in vision. Television sport and cultural transformation, Routledge, London.
– (1998), Reading the sports media audience, in Wenner, Mediasport, op.cit., pp. 221-232.
*****fine dell'esempio di Bibliografia di riferimento++++

2. Struttura della tesina/elaborato

Un modo semplice di strutturare la tesina è quella di articolarla in tre parti; ad esempio:

1-parte iniziale della tesina o «Introduzione» (1-2 p. circa)
(devi mettere in evidenza:
i) le ragioni della scelta dell’argomento,
ii) la tesi che si vuole sostenere,
iii) la metodologia,
iv) l’articolazione dei contenuti

2-parte che sviluppa l’argomento (8-10 pp. circa):
1. Wtrtrtyri (titolo del cap. 1)
2. Wzxczxc (titolo del cap. 2)
3. Wsdfsdfs (titolo del cap. 3), ecc.

3-parte conclusiva (1-2 pp. circa). In essa:
i) Riassumerai il percorso svolto e i risultati ottenuti
ii) Dichiarerai se la tesi (esposta nella parte iniziale e sviluppata nella parte centrale) è stata corroborata dai dati raccolti, o se restano ancora punti da migliorare (e, se possibile, indicherai in quale direzione potresti proseguire il lavoro)

Per ulteriori suggerimenti su come si scrive una tesina, puoi leggere la Nuova GUIDA per i laureandi di Sc.Motorie, che il Consiglio di CdS ha approvato (2009) e che trovi in:
http://www.sm.unibo.it/NR/rdonlyres/8FC4CB68-E159-48AC-81F4-D4FE5AF7D000/163405/9NuovaGuidaxiLaureandidellaFacScMot.pdf
(qui troverai risposte alle tue domande eventuali ed esempi MOLTO utili... :-)

Per ora ti auguro: Buon lavoro!

Il tuo Docente di Materie sociologiche

s.martelli@unibo.it