Foto del docente

Octavio Pomponio

Dottorando

Dipartimento di Fisica e Astronomia "Augusto Righi"

Tutor didattico

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Dipartimento di Ingegneria dell'Energia Elettrica e dell'Informazione "Guglielmo Marconi"

Settore scientifico disciplinare: FIS/02 FISICA TEORICA, MODELLI E METODI MATEMATICI

Temi di ricerca

Parole chiave: Modelli di spin Integrabilità Dinamica fuori dall'equilibrio Statistical Field Theory

Bethe Ansatz Termodinamico

Nelle teorie di campo integrabili è possibile considerare, in maniera esatta e unificata, il problema del comportamento termodinamico e quello degli effetti di volume finito, usando l’idea del Bethe Ansatz Termodinamico (TBA). Lo sviluppo delle strutture matematiche soggiacenti al TBA ha rivelato architetture algebriche e analitiche sorprendenti, connesse con altri ambiti della matematica e della fisica e tuttora oggetto di attivi e coinvolgenti approfondimenti.

Integrabilità in fisica del non equilibrio

La fisica del non equilibrio è una delle maggiori sfide della meccanica statistica moderna. Gli sviluppi degli ultimi anni hanno enfatizzato l’esistenza di metodi di QFT per affrontare questi fenomeni, non solo a livello classico, ma anche a quello quantistico, ove sono collegati alla fisica degli atomi freddi e dei condensati bosonici. L’approccio a “quantum quench” è ormai maturo, mentre la idrodinamica generalizzata (GHD) è in una fase di attivo sviluppo in questi ultimi anni. In entrambi gli approcci, l’integrabilità e la fisica non perturbativa giocano un ruolo essenziale.

Dinamica non perturbativa

Lo studio della dinamica di sistemi quantistici a bassa dimensionalità fortemente correlati, principalmente teorie di campi quantistici e catene di spin, è di grande interesse nella ricerca contemporanea. In sistemi a bassa dimensionalità le fluttuazioni quantistiche sono intensificate con una conseguente forte correlazione tra i gradi di libertà del sistema. Nonostante tali complicazioni, alcuni di questi sistemi risultano integrabili, permettendo di ottenere molti risultati esatti e di sviluppare potenti tecniche non perturbative che possono essere utilizzate anche quando l’integrabilità viene a mancare.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.