Foto del docente

Massimo Nocentini

Professore associato confermato

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: ING-IND/26 TEORIA DELLO SVILUPPO DEI PROCESSI CHIMICI

Curriculum vitae

Professore associato nell'Università di Bologna dal 1992. Dal 1983 al 1993 la sua ricerca ha avuto per oggetto la caratterizzazione e modellazione di apparati e reattori chimici agitati (reattori gas-liquido e slurry). Nel 1993 ha avviato una nuova linea di ricerca sulla bioremediation e analisi di rischio per siti contaminati. Più recentemente si sono affiancati interessi rivolti al recupero di scarti dell'agricoltura.

Formazione

Laureato con lode nel 1982 in Ingegneria Chimica presso l'Università di Bologna.

Carriera accademica

Vincitore di concorso libero per Ricercatore Universitario nel settore scientifico disciplinare I15C nel 1983. Vincitore di concorso a Professore Associato nel settore scientifico disciplinare I15C nel 1992 e nominato a Professore Associato di Teoria dello Sviluppo dei Processi Chimici presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna.

Attività didattica

In passato è stato titolare dei corsi di Teoria dello Sviluppo dei Processi Chimici, Impianti Chimici e Impianti Biochimici Ambientali, Laboratorio di Simulazione di Processo presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna. In varie occasioni ha tenuto corsi in vari corsi di aggiornamento e perfezionamento.

Attualmente insegna Tecnologie per la Bonifica del Suolo e Sottosuolo e Laboratorio di Introduzione alla Simulazione di Processo.

Attività scientifica

Dal 1983 al 1993 la ricerca ha avuto per oggetto la caratterizzazione e modellazione di apparati e reattori chimici agitati (reattori gas-liquido e slurry). Nel campo dei reattori slurry, lattività si è focalizzata sullo studio della distribuzione del catalizzatore nel reattore e sull'influenza di tale distribuzione sulle prestazioni del reattore. Nel campo dei reattori gas-liquido, la ricerca ha avuto per oggetto lo studio della distribuzione della fase gassosa e del del trasporto di materia fra fase gassosa e liquida sviluppando correlazioni e modelli per la predizione del comportamento di reattori chimici agitati. In questo campo ha pubblicato 40 lavori, prevalentemente come articoli in riviste internazionali ed atti di convegni internazionali con review.
Nel 1993 ha avviato una nuova linea di ricerca sulla bioremediation. In questo settore le esperienze più significative hanno avuto per oggetto lo studio della fattibilità di processi di bioremediation. Dal 2001, la ricerca si è focalizzata sulla biodegradazione di solventi clorurati (CAH), sia in condizioni aerobiche che anaerobiche. La ricerca coordinata dal prof. Nocentini in questo settore ha per oggetto la conduzione sia di reattori batch di piccola scala che di reattori a flusso simulanti porzioni di acquifero saturo, e copre diversi aspetti: studi di fattibilità relativi all'applicazione della bioremediation per la bonifica di siti contaminati da CAH; isolamento e caratterizzazione di specie batteriche efficaci nella biodegradazione di CAH; studio e validazione di modelli cinetici di cometabolismo aerobico, accoppiati a modelli fluidodinamici di trasporto dei contaminanti in mezzi porosi; valutazione di parametri operativi per applicazioni di bioremediation su scala reale. Nel settore dell'analisi di rischio applicata ai siti contaminati sono state effettuati studi e miglioramenti sui modelli di trasporto degli inquinanti in uso.
E' stato coordinatore scientifico di 3 programmi di ricerca PRIN, ed ha collaborato in altri PRIN e programmi istituzionali di ricerca.
E' stato il coordinatore scientifico di numerose collaborazioni di ricerca e di consulenza con oltre 20 società, enti o istituzioni operanti nel settore della bonifica di siti contaminati. Con alcune delle maggiori società attive nel settore sono stati stabiliti rapporti pluriennali nei quali sono stati svuluppati decine di differenti lavori nel settore dell'analisi di rischio, della bonifica e della messa in sicurezza dei siti contaminati.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.