Foto del docente

Marco Cirrincione

Dottorando

Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie

Tutor didattico

Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie

Temi di ricerca

Parole chiave: microcampionamento pretrattamento miniaturizzato cromatografia liquida spettrometria di massa sostanze d'abuso

I principali temi di ricerca riguardano lo sviluppo e validazione di originali metodiche analitiche strumentali basate su tecniche di cromatografia liquida accoppiate a diverse tipologie di detection (spettrometria UV, detector elettrochimici, ecc.) e/o a spettrometria di massa a bassa ed alta risoluzione, per l’analisi quali-quantitative di sostanze d’abuso, classiche e nuove.

Nei diversi metodi sviluppati si grande molta attenzione allo sviluppo, ottimizzazione e applicazione di innovative strategie di microcampionamento, in particolar modo mediante l’uso di microcampioni essiccati. Queste recenti tecnologie permettono un campionamento facile, veloce e non invasivo che portano alla formazione di campioni di piccole dimensioni per i quali, mediante il loro essiccamento, sono garantite facili condizioni di conservazione e di trasporto. Di seguito, vengono sviluppate procedure di pretrattamento miniaturizzato del campione, tali da ridurre i tempi di analisi, semplificare le procedure operative, minimizzare i volumi di solventi consentendo da un lato di conservare alti livelli di purificazione del campione e di recupero degli analiti e dall’altro di ottenere sistemi di analisi veloci e rispettosi dell’ambiente.

Tali metodiche sono sviluppate sia per l’analisi in campioni di origine biologica, come ad esempio per l’analisi di Nuove Sostanze Psicoattive (NPS) in campioni di capelli, saliva o microcampioni ematici; sia per la ricerca di sostanze illecite in campioni non biologici, ad esempio in prodotti a base di Cannabis sequestrati dalle autorità competenti.

Al contempo vengono sviluppate strategie analitiche per il monitoraggio contemporaneo in campioni biologici di farmaci stupefacenti e di farmaci attivi sul SNC, spesso assunti dai paziente in associazione ed utilizzati in diverse terapie, come ad esempio il metadone utilizzato nel trattamento della dipendenza da eroina.

Altre metodiche utilizzate riguardano lo sviluppo, la convalida e l’applicazione di strategie che fanno uso di tecniche e tecnologie innovative quali l’ ATR-FTIR. Tali metodi trovano spazio per una ampia varietà di analiti e campioni, portando numerosi vantaggi, tra cui la alta velocità di analisi e la mancanza di necessità di fasi di pretrattamento del campione stesso. Tale strategia è utilizzata per l’analisi quali-quantitativa del contenuto di cannabinoidi all’interno di diversi prodotti a base di Cannabis.

Le metodologie sviluppate trovano dunque applicazione in differenti campi tra i quali le analisi forensi e tossicologiche per il controllo e monitoraggio dell’uso ed abuso di sostanze illecite, sia classiche che nuove sostanze psicoattive; ma anche per il monitoraggio di sostanze d’abuso utilizzate come farmaci per il trattamento di specifiche e particolari terapie.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.