Foto del docente

Ivan Susa

Lettore di scambio

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Temi di ricerca

Parole chiave: lo slovacco per gli stranieri i rapporti italo-slovacchi nella letteratura, traduzione e la storia

LA RICERCA ATTUALE SUI RAPPORTI ITALO-SLOVACCHI NELLA LETTERATURA, TRADUZIONE E LA STORIA

A partire dal 2020 si realizzerano alcuni progetti scientifici VEGA e APVV che si occupano anche dei rapporti slovacco-italiani nell’ambito della letteratura, della traduzione e la storia. A questi progetti parteciperanno diversi professori e ricercatori slovacchi e italiani.

Nel primo progetto VEGA n. 1/0214/20 sulla traduzione e la ricezione della letteratura italiana in Slovacchia dopo il 1989 nel contesto dei rapporti interletterari slovacco-italiani parteciperanno 8 italianisti, slovacchisti e traduttologi da tre università slovacche – dall’Università Matej Bel (UMB) di Banská Bystrica il prof. Ivan Šuša - che sarà responsabile del progetto -, il prof. Massimo Arcangeli, la prof.ssa Katarina Klimová, la Dott.ssa Eva Mesárová, la Dot.ssa Patrizia Prando, dall’Università Comenio di Bratislava il prof. Pavol Štubňa e il Dott. Dušan Kováč-Petrovský dall’Università Cattolica di Ružomberok e la dottoranda Claudia Galambošová (UMB).

Nel frattempo, sempre a partire dal 2020, si svolgerà la ricerca all’interno di altri due progetti VEGA n. 1/0185/20 e APVV 19-0360 del prof. Anton Hruboň (UMB) sulla storia della Repubblica Slovacca (1939-1945) e sul Partito Popolare Slovacco di Hlinka (HSĽS), dove ci occupereremo anche dei rapporti slovacco-italiani in quel periodo e dei rapporti tra HSĽS e le organizzazioni e partiti italiani (Partito Nazionale Fascista/Partito Fascista Repubblicano, Opera Nazionale Balilla/Gioventù Italiana del Littorio nel periodo 1905­–1945). Anche a questi due progetti partecipa il prof. Ivan Šuša.