Foto del docente

Greta Mazzetti

Ricercatrice a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Settore scientifico disciplinare: M-PSI/06 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI

Collaborazioni

Collaborazione con:
Carlos María Alcover de la Hera - Universidad Rey Juan Carlos de Madrid
Paese:
Spagna
Descrizione:
Studio dell’insicurezza lavorativa tra gli older workers come esito degli sviluppi tecnologici e della digitalizzazione. Da questa collaborazione deriva l’articolo teorico “Aging-and-Tech Job Vulnerability: A proposed framework on the dual impact of aging and AI, robotics, and automation among older workers” pubblicato nel 2021 sulla rivista Organizational Psychology Review.
Collaborazione con:
Wilmar B. Schaufeli - Utrecht University, Katholieke Universiteit Leuven
Paese:
Paesi Bassi
Descrizione:
Studio degli antecedenti organizzativi e individuali del workaholism. Da tale collaborazione derivano diverse pubblicazioni scientifiche: l’articolo “Are workaholics born or made? Relations of workaholism with person characteristics and overwork climate” pubblicato nel 2014 nell’International Journal of Stress Management; nel 2016 l’articolo di validazione “Overwork climate scale: Psychometric properties and relationships with working hard” pubblicato nel Journal of Managerial Psychology e lo studio “Individual characteristics influencing physicians’ perceptions of job demands and control: The role of affectivity, work engagement and workaholism” pubblicato nell’International Journal of Environmental Research and Public Health; nel 2018 l’articolo “Are workaholism and work engagement in the eye of the beholder?: A multirater perspective on different forms of working hard” pubblicato nell’European Journal of Psychological Assessment; nel 2019 l’articolo “Work addiction and presenteeism: The buffering role of managerial support” pubblicato nella rivista International Journal of Psychology; nel 2020 il contributo “Same involvement, different reasons: How personality factors and organizations contribute to heavy work investment” pubblicato nell’International Journal of Environmental Research and Public Health. Al momento la collaborazione prevede inoltre la validazione della versione italiana della scala BAT (Burnout Assessment Tool).
Collaborazione con:
Karina Nielsen - Sheffield University
Paese:
Gran Bretagna e Irlanda del Nord
Descrizione:
Progetto Erasmus Plus “ESTEEM - European Safety Training and Evaluation supporting European Mobility” finanziato nel 2017 e progetto H2020 “H-WORK - Multilevel Intervention to Promote Mental Health in SMEs and Public Workplaces” finanziato nel 2020. Da questa collaborazione deriva l’articolo “H-WORK Project: Multilevel interventions to promote mental health in SMEs and public workplaces” pubblicato nell’International Journal of Environmental Research and Public Health nel 2020 e, nello stesso anno, la review della letteratura “Quantitative process measures in interventions to improve employees' wellbeing and mental health: A systematic literature review and the IPEF framework”.
Collaborazione con:
Beatrice I.J.M. Van der Heijden - Radboud University Nijmegen
Paese:
Paesi Bassi
Descrizione:
Studio dell’occupabilità dei neolaureati. Da questa collaborazione è nata la ricerca “I’m in control. Toward a moderated mediation model predicting job search success” presentata allo EAWOP Small Group Meeting di Eindhoven nel 2018 e alla pubblicazione dell’articolo “It is all in the game!: The role of political skill for perceived employability enhancement” nel Journal of Career Development nel 2020. Un ulteriore tema di ricerca comune riguarda lo sviluppo professionale degli insegnanti, oggetto dell’articolo “You’re not old as long as you’re learning: Ageism, burnout, and development among Italian teachers” pubblicato nel 2020 nel Journal of Career Development.
Collaborazione con:
Gabriela Topa Cantisano - Universidad Nacional de Educación a Distancia de Madrid
Paese:
Spagna
Descrizione:
Studio dei temi del workplace bullying, le strategie di gestione delle emozioni nel lavoro e il JD-R model. Questa collaborazione ha portato ai seguenti contributi: l’articolo “The impact of perceived Effort–Reward Imbalance on workplace bullying: Also a matter of organizational identification” pubblicato nel 2017 nella rivista Psychology, Health and Medicine; nel 2018 l’articolo “Can you break a stick in a bundle? The moderating role of team identification in the process linking job demands, workplace bullying and negative health outcomes” pubblicato in Psicologia Sociale; nel 2020 l’articolo “Hard enough to manage my emotions: How hardiness moderates the relationship between emotional demands and exhaustion” pubblicato nella rivista Frontiers in Psychology. A ciò si aggiunge la meta-analisi “Work engagement: A meta-analysis using the Job Demands-Resources (JD-R) model” attualmente in revisione.
Collaborazione con:
Eva Derous - Ghent University
Paese:
Paesi Bassi
Descrizione:
Studio della relazione tra orientamento alla carriera senza confini e insicurezza lavorativa. Nel 2018 questa collaborazione ha portato alla pubblicazione dell’articolo “Tackling job insecurity: Can a boundaryless career orientation boost job crafting strategies and career competencies?” nella rivista Psicologia Sociale.