Foto del docente

Federicomaria Muccioli

Professore ordinario

Dipartimento di Storia Culture Civiltà

Settore scientifico disciplinare: L-ANT/02 STORIA GRECA

Coordinatore del Corso di Dottorato in Scienze storiche e archeologiche. memoria, civiltà e patrimonio

Curriculum vitae

1. Laureato con lode in Lettere, indirizzo classico, nell'Università di Bologna, il 22 novembre 1988, con una tesi in Storia greca su: "Progettualità politica e realtà storiche in Platone e l'Accademia".

2. Nel 1991 è risultato vincitore del concorso per l'ammissione al Dottorato di ricerca in Storia Antica (Università di Firenze come sede amministrativa), VI ciclo. In data 21 luglio 1994 ha superato l'esame finale per il conseguimento del titolo di dottore di ricerca, discutendo una dissertazione dal titolo: "Ricerche sulla diffusione nell'Oriente romano dei titoli regi Theos, EPIPHANES, SOTER, EUERGETES".

3. Nell'anno accademico 1994/1995 è stato inserito nelle commissioni di esame di Storia greca, Epigrafia greca, Epigrafia e antichità greche presso l'Università di Bologna, partecipando regolarmente agli appelli in qualità di cultore della materia.

4. Nel 1996 è risultato vincitore di una borsa di studio post-dottorato di due anni presso l'Università di Bologna, con decorrenza dal 1 luglio 1996. In tale ambito ha svolto una ricerca dal titolo: "Ricerche sull'ideologia politica della regalità ellenistica", nel Dipartimento di Storia Antica del suddetto ateneo, sotto la guida della prof. L. Criscuolo.

5. Dal 1 febbraio 1998 è ricercatore di Storia greca (L02A, ora L-ANT/02) presso l'Università di Bologna (come vincitore di concorso). Alla scadenza del triennio (31 gennaio 2001) ha ottenuto la conferma in ruolo. Dall'anno accademico 1997/1998 ha tenuto seminari integrativi ai corsi di Storia greca dal titolo: "Introduzione alla storia ellenistica".

6. Negli a.a. 2002/2003, 2003/2004 e 2004/2005 è stato docente, per affidamento, dell'insegnamento di Istituzioni e antichità greche (5 CFU), presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Bologna.

7. Negli a.a. 2002/2003, 2003/2004, 2004/2005 è stato docente, per affidamento, dell'insegnamento di Storia greca (6 CFU), presso la Facoltà di Conservazione dei Beni culturali, sede di Ravenna, Università di Bologna.

8. Nell'a.a. 2005/2006 ha avuto l'afferenza come ricercatore di Storia greca presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, sede di Ravenna, Università di Bologna, dove ha insegnato Storia greca (laurea triennale e laurea specialistica, rispettivamente 6 e 5 CFU).

9. Presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, ha tenuto per affidamento gratuito nell'a.a. 2005/2006 un modulo di Istituzioni greche (5 CFU) nella laurea triennale e nell'a.a. 2006/2007 e 2007/8 l'insegnamento di Istituzioni greche (5 CFU) nella laurea specialistica.

10. Nel giugno 2010 ha ricevuto l'idoneità in un concorso di seconda fascia di Storia greca (L-ANT/02) presso l'Università di Lecce ed è stato chiamato dalla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Università di Bologna come professore associato il 22/12/2012. Insegna Storia greca nella suddetta Facoltà (laurea triennale e laurea magistrale) e Storia ellenistica (Facoltà di Lettere e Filosofia, laurea magistrale). Entrambe le Facoltà sono state successivamente inglobate nella Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna.

11. È stato commissario in due concorsi per un posto da ricercatore a tempo indeterminato (Università di Siena: 2002; Università di Pisa: 2005).

12. Dall'a.a. 2004/2005 al 2009/2010 è stato responsabile per l'Università di Bologna del programma di scambio Erasmus/Socrates (Storia Antica) con le Università di Köln, Trier, Göttingen, Leuven, Cambridge.

13. Dal 1998 ha partecipato regolarmente ai progetti di ricerca finanziati a livello nazionale e locale (PRIN e RFO, ex 60 %), coordinati rispettivamente dalla prof.ssa L. Criscuolo e dal prof. G. Geraci. Ha coordinato due progetti denominati “Giovani ricercatori”, finanziati con fondi ministeriali presso l'Università di Bologna (rispettivamente su “Da Pitagora ad Alessandro. Culti eroici e culti divini nel mondo greco tra VI e IV secolo a.C.”, e.f. 1998; “Il linguaggio epigrafico-monumentale della Graeca adulatio per i Romani in età repubblicana”, e.f. 1999).

14. Ha svolto più volte attività di referee in Italia e all’estero. Nell'autunno del 2007 ha svolto l'incarico di external reviewer per una delle domande attinenti al Research Professorship dell’Università di Leuven.Ha poi compilato un Review report per un “Postdoctoral Fellow” application al Research Foundation Flanders – FWO (aprile 2013). Ha inoltre svolto attività di referee per pubblicazione di volumi (Symposion and Philanthropia in Plutarch, Coimbra 2009; L’Athenaion politeia rivisitata. Il punto su Pseudosenofonte, Milano 2011) e articoli su riviste nazionali e internazionali.

15. È socio della sezione italiana dell'International Plutarch Society.

16. Nel marzo 2005, insieme al prof. T. Gnoli, ha organizzato a Ravenna il convegno di studi "Incontri tra culture nell'Oriente ellenistico e romano", presentando una comunicazione dal titolo "La rappresentazione dei Parti nelle fonti tra II e I secolo a.C. e la polemica di Livio contro i levissimi ex Graecis". Gli atti sono stati pubblicati in un volume con il medesimo titolo (Milano 2007).

17. Il 1 dicembre 2011 ha organizzato, insieme al dott. Alessandro Iannucci, la giornata di studi su "La lex sacra di Selinunte" con la partecipazione di studiosi italiani e stranieri. Gli atti sono stati pubblicati, con ulteriori contributi, con il titolo. La città inquieta. Selinunte tra lex sacra e defixiones, Milano-Udine 2015. 

18. Nei giorni 15-17 marzo 2012, insieme al prof. T. Gnoli, ha organizzato un convegno di studi, intitolato "Apotheosis: becoming god between antiquity and the middle ages", con la partecipazione di trenta studiosi, italiani e stranieri. Gli atti sono stati pubblicati con il titolo di Divinizzazione, culto del sovrano e apoteosi. Tra Antichità e Medioevo, Bologna 2014.

19. È membro dal 2011 del comitato scientifico di "Electrum. Journal of Ancient History" (direttore E. Dabrowa).

20. È membro dal 2015 del comitato scientifico di "Simblos. Scritti di Storia antica" (direttori A. Bencivenni, L. Criscuolo, G. Geraci).

21. È condirettore, insieme al prof. A. Panaino, della collana "Diadema. Studi di storia antica e orietale", Mimesis, Milano-Udine, a partire dal gennaio 2012.

22. È direttore della collana "Antiquitas" dell'editore Jouvence, Milano, a partire dal gennaio 2014.

23. Ha conseguito l'idoneità a professore ordinario (10 D/1, storia antica; validità 21/1/2014-21/1/2020).

24. È stato direttore scientifico dal dicembre 2010 al 15 ottobre 2012 della Biblioteca del Dipartimento di Storia antica, Università di Bologna, e successivamente dall'aprile 2016 ad oggi.

25. Ha al suo attivo oltre 90 pubblicazioni (volumi, curatela di volumi, articoli, comunicazioni a convegni, recensioni, ecc.), a partire dal 1990 (vd. una selezione nel sito istituzionale del docente). Ha partecipato come relatore a oltre 20 convegni di rilevanza nazionale e internazionale.

26. Ha organizzato nei giorni 29-30 giugno 2016 il convegno internazionale "Looking East. Iranian History and Culture under Western Eyes" (insieme al prof. A. Piras), tenutosi presso il Dipartimento di Beni Culturali, Univ. di Bologna, sede di Ravenna.

27. Ha fatto parte del comitato scientifico del convegno internazionale "Gli Antichi alla corte dei Malatesta", tenutosi a Rimini, 9-11 giugno 2016.

28. Ha tenuto lezioni o conferenze presso diverse università italiane (Genova, Milano Statale, Palermo, Piemonte Orientale, Roma 2, Siena, Trieste, Venezia).

29. I suoi attuali campi di ricerca sono principalmente i seguenti:

– Culti eroici e divini nel mondo greco prima e dopo Alessandro Magno.

–Tirannidi e poteri personali in Sicilia e in Magna Grecia in età classica e nel primo Ellenismo.

–Storia politica e sociale dell'Ellenismo (con particolare attenzione alle regalità del periodo).

–Tradizione dell'antico alla corte di Sigismondo Pandolfo Malatesta.

–Plutarco e la biografia antica.

–Storiografia greca di epoca romana (Diodoro, Alessandro Poliistore, Timagene).