Foto del docente

Daniela Rigato

Ricercatrice confermata

Dipartimento di Storia Culture Civiltà

Settore scientifico disciplinare: L-ANT/03 STORIA ROMANA

Nota biografica

Ricercatore confermato dell'Università di Bologna dal 2002, svolge le sue ricerche nell'ambito della storia antica, in particolare di quella romana. Gli interessi di ricerca sono rivolti in specifico allo studio della documentazione epigrafica e dell'instrumentum inscriptum, con la correlata analisi socio-economica della realtà antica ad essi sottesa. Incentra la sua ricerca anche sul ruolo del medico antico e sui rapporti con i pazienti nell'ambito di un progetto che ripercorre tale tematica fino all'età contemporanea.
Impegnata in progetti di ricerca nazionali e internazionali, collabora con diverse Istituzioni. E' autrice di numerose pubblicazioni. Vai al Curriculum

Contatti

E-mail:
daniela.rigato@unibo.it
Tel:
+39 051 20 9 8389

Dipartimento di Storia Culture Civiltà
Via Zamboni 38, Bologna - Vai alla mappa

Orario di ricevimento

Fino all'inizio delle lezioni il ricevimento studenti avverrà via mail e/o TEAMS su prenotazione.

Gli studenti possono concordare un appuntamento telematico scrivendo a:

daniela.rigato@unibo.it

A partire dal 20 settembre l'orario di ricevimento sarà il seguente:

lunedì, ore 10-11;

mercoledì, ore 10-11.

Per il ricevimento in presenza è assolutamente necessario attenersi alle indicazioni fornite dall'Ateneo, qui di seguito riportate:

È bene anzitutto ricordare che permangono le misure di sicurezza ormai note, quali il distanziamento di un metro e l’utilizzo delle mascherine.

Come già deliberato dagli Organi Accademici, le attività didattiche si svolgeranno in modalità mista, attraverso le modalità già sperimentate nel precedente anno accademico:

https://www.unibo.it/it/ateneo/covid-19-misure-adottate-da-alma-mater/covid-misure-universita-di-bologna

A partire dal 1° settembre 2021 fino al 31 dicembre 2021, studenti e studentesse per partecipare alle attività didattiche e curriculari in presenza dovranno essere in possesso della certificazione verde COVID-19.