Foto del docente

Claudio Germinario

Professore a contratto

Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie

Curriculum vitae

CURRICULUM VITAE

Claudio Germinario

Formazione:

1972‑1976 Università "Statale" di Milano.

Laurea Magistrale in "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" (luglio 1976).

Tesi sperimentale (1975- 1976) su: "Biosynthesis of sesquiterpenoids in plants of Dendrobium nobile".

Punteggio di Laurea: 110/110 cum laude

Incarichi e Funzioni:

Posizione presente:

Partner Società Italiana Brevetti

Professore a contratto Università di Bologna

Consulente Brevettuale nel settore della Farmacia, Chimica, Biochimica,

Biotecnologia.

Mandatario Europeo accreditato presso l’Ufficio Europeo Brevetti

Mandatario Italiano (989B).

Mandatario accreditato presso UAMI (6676).

CTU del Tribunale di Roma

Ottobre 1995 – maggio 2001

Membro di Camera di Ricorso (DG3) dell'Ufficio Europeo dei Brevetti (Monaco di Baviera) nel settore della chimica farmaceutica, cosmetica, alimentazione.

1982-1995 Esaminatore di merito (Ufficio Europeo dei Brevetti - Monaco di Baviera) nel settore delle Biotecnologie (Piante ed Animali modificati), Biochimica e Farmaceutica.

1980‑1982 Esaminatore di Ricerca UEB in Den Haag (Paesi Bassi) nel settore farmaceutico e dell'Alimentazione.

1976‑1980 Ricercatore Farmitalia‑Carlo Erba R&D – Milano nel settore dell'Immunologia.

Qualifiche:

Professore a contratto; consulente brevetti accreditato europeo e italiano; consulente Disegno Comunitario

Attività principali:

Consulente tecnico brevettuale in procedimenti e contenzioso brevettuale.

Deposito di Brevetti italiani ed europei nel campo della chimica farmaceutica e delle biotecnologie.

Procedure di opposizione e ricorso dinanzi all'EPO.

Libertà di operare (Freedom to operate) e analisi del portafoglio.

Consulente di tribunali (Roma, Milano) in questioni su I.P.

Docente a contratto presso l'Università "Alma Mater" di Bologna sugli aspetti della protezione brevettuale delle invenzioni farmaceutiche.

Esperienza – attività

Principali attività: Questioni di I.P. nei settori della chimica organica e farmaceutica, biotecnologia, nanotecnologia.

Insegnamento

La sua attività principale è fornire consulenza tecnica in contenzioso brevettuale in campo farmaceutico. Rappresenta aziende farmaceutiche e di chimica fine in procedimenti giudiziari di contraffazione e nullità dinanzi ai tribunali italiani e in procedimenti di brevettabilità / revoca dinanzi all'Ufficio europeo dei brevetti.

Prima di entrare nella sede di Roma della Società Italiana Brevetti nel 2001, ha trascorso oltre 20 anni presso l'Ufficio europeo dei brevetti di Monaco, prima come esaminatore di merito nelle biotecnologie e successivamente come membro della commissione di ricorso competente per i prodotti farmaceutici. Ha operato come relatore o presidente in oltre 70 decisioni su punti chiave della legge come l'interpretazione della seconda applicazione terapeutica di un medicamento, la definizione e l'interazione tra trattamenti medici e non medici, il limite di una richiesta di copertura, il significato di un funzionale caratterizzazione, applicabilità di dichiarazioni di non responsabilità non supportate, effetto anticipato dell'arte nota speculativa e molti altri.

È iscritto all'Albo degli esperti nominati dal tribunale per la proprietà industriale del Tribunale di Roma e collabora con il Tribunale di Milano, che sono i tribunali italiani con le maggiori sezioni specializzate in PI.

Conferenza e pubblicazione

Tiene regolarmente lezioni presso l'Università di Bologna "Alma Mater" nell'ambito del corso di "Economia e brevettabilità farmaceutiche" su questioni riguardanti la protezione brevettuale di invenzioni farmaceutiche e biotecnologiche ed è correlatore in molte tesi universitarie sulla brevettabilità.

Ha collaborato con riviste specializzate nazionali e internazionali come Max Planck Institute's IIC International Review of Intellectual Property and Competition Law; EPI Information; Bioprocessing & Biopartnering; Il Diritto Industriale and Nanotech IT su argomenti tra cui diritto europeo dei brevetti e protezione IP con riguardo alle tecnologie innovative. Ha scritto articoli sulla brevettabilità delle invenzioni biotecnologiche, cellule staminali embrionali, anticorpi monoclonali e invenzioni nanotecnologiche, disclaimer e doppia brevettabilità. Ha pubblicato commenti su decisioni dell'Ufficio Europeo Brevetti, nonché sulla legge italiana sulle biotecnologie. È spesso invitato a tenere conferenze su questioni relative ai brevetti nei settori della chimica, delle biotecnologie o delle nanotecnologie.

L'ultima pubblicazione di Claudio è su Nature Biotechnology, vol. 36, n. 5, maggio 2018; pag. 402-405, intitolato "Brevettabilità degli anticorpi per uso terapeutico in Europa" disponibile su: https://rdcu.be/NFqc

Membro di:

Istituto Italiano dei Consulenti in Proprietà Industriale, Istituto dei Rappresentanti Professionali presso l'Ufficio europeo dei brevetti, AIPPI, FICPI (Comitato per le biotecnologie); iscritto all'Albo degli esperti nominati dal tribunale in materia di proprietà industriale del Tribunale di Roma.

Riconoscimenti:

Who’s Who Legal: Patents 2017-2019.

Managing Intellectual Property IP Star Italy 2014-2020.

Intellectual Asset Management Patent 1000 – The World’s Leading Patent Practitioners 2013-2020.
Intellectual Asset Management Global Leaders 2020.

Euromoney Guide to the World’s Leading Patent Law Practitioners 2009-2019.

 

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.