Foto del docente

Chiara Magrini

Dottoranda

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Assegnista di ricerca

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Settore scientifico disciplinare: ING-IND/29 INGEGNERIA DELLE MATERIE PRIME

Curriculum vitae

Nata a Rimini il 6 agosto 1990, consegue la maturità classica nel 2009 (100/100 e lode).

Nel 2012, si laurea in Ingegneria Gestionale, presso l'Università di Bologna (110/110 e lode). Nel 2014, consegue la Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale presso Università di Bologna (110/110 e lode).

Nel 2015, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere Industriale. Nel 2015 e 2016, è assegnista di ricerca presso il DEI, Università di Bologna. 

Nel 2017, partecipa al Pioneers Into Practice - EIT Climate-KIC program, un programma internazionale di formazione per giovani esperti nell’ambito della pianificazione di nuove strategie di adattamento ai cambiamenti climatici.

Dal 2018, è dottoranda presso il DICAM, Università di Bologna, nell'ambito del curriculum Ingegneria delle infrastrutture, delle risorse e del territorio (supervisore: Professoressa Alessandra Bonoli). Lavora al programma europeo eCircular (EIT Climate-KIC Loop Flagship), che promuove l'economia circolare delle materie plastiche attraverso l'uso di tecnologie digitali.

Da Novembre 2019 a Giugno 2020, svolge un periodo di ricerca all'estero presso il Wuppertal Institut für Klima, Umwelt, Energie, a Wuppertal (Germania), nella divisione Economia circolare. 

Dal 2018, è membro della Associazione Rete Italiana LCA. 
Partecipa al Gruppo di Lavoro 4 "Certificazione e standard per la simbiosi industriale" della rete SUN (Symbiosis Users Network). 

Nel 2018, collabora alla redazione del rapporto sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna (ARPAE). 

Nel corso del 2019, è stata correlatrice di due tesi di laurea magistrale, sui temi della prevenzione dei rifiuti e della simbiosi industriale.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.