Foto del docente

Carlo Monti

Professore a contratto a titolo gratuito

Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali

Dipartimento di Architettura

Avvisi

Laboratorio di Pianificazione Territoriale- Risultati e registrazione idoneità

Comunicato agli studenti

Come ricorderete, a conclusione del corso il giorno 16 Dicembre con il collega Prof. Piazza abbiamo esaminato i lavori svolti dai gruppi di esercitazione. Alcuni sono stati molto buoni, altri meno, ma complessivamente li abbiamo valutati sufficienti per ottenere l’idoneità.

Anche la correzione delle risposte al test ha avuto complessivamente esito positivo, e quindi nei prossimi giorni saranno registrate le idoneità.

Così come è stato fatto per i lavori di esercitazione, segnalo alcuni elementi mancanti o poco evidenti nelle risposte:

Domanda 2: sulla differenza fra VIA E VAS rispetto al tempo pochi hanno evidenziato che la VIA, essendo una procedura necessaria per l’approvazione di certi progetti, riguarda un tempo limitato, perché si conclude con l’approvazione del progetto. Può avere effetti nel tempo successivo se l’approvazione impone un monitoraggio sugli effetti ambientali prodotti dall’opera dopo la sua realizzazione. La VAS invece essendo parte integrante dei processi di pianificazione, non ha limiti di tempo, si fa ex ante, in itinere., ex post.

Domanda 3: pochi hanno ricordato che il passaggio da “licenza edilizia” a “concessione edilizia” sottintendeva il concetto che la possibilità di costruire non era automaticamente legata alla proprietà del terreno, ma veniva “concessa” dal Comune con il Piano urbanistico, e quindi “pagata” come altri tipi di concessione (ad esempio quella che pagano gli stabilimenti balneari per l’uso delle spiagge, che sono terreni demaniali). Con il termine “Permesso di costruire” si è rinunciato a sostenere questo concetto, mantenendo però il pagamento del contributo di costruzione.

Domanda 4: Pochi hanno evidenziato che DIA, SCIA e CILA sono applicazioni della procedura di silenzio/assenso, che ha cambiato in molti campi – non solo per l’edilizia – il rapporto fra i cittadini e Pubblica Amministrazione.

Pubblicato il: 07 gennaio 2021