Foto del docente

Antonio Cacciari

Professore associato

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/06 LETTERATURA CRISTIANA ANTICA

Curriculum vitae

Ho conseguito la laurea in lettere classiche (tesi in Storia del Cristianesimo, titolo: Giustino Martire, Dialogo con Trifone VII,1: ipotesi d'esegesi e di commento; rel.: Prof. A.M. Orselli, discussa il 1°.12.1975, con punti 110/110 e lode).

Ho insegnato latino e greco nel triennio del liceo classico, prima come supplente, poi come docente ordinario presso il liceo paritario «Collegio S. Luigi» di Bologna, avendo conseguito nel frattempo (1983) l'abilitazione all'insegnamento (Materie letterarie, Latino e Greco nei licei classici).

Ho proseguito nella ricerca in ambito patristico, sia con il Prof. Paolo Serra Zanetti (che fu correlatore della mia tesi di laurea), sia con il Prof. Umberto Mattioli, titolari della cattedra di Letteratura cristiana antica presso le Facoltà di Magistero e di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna (poi, nel Dipartimento di Filologia Classica e Medievale). A partire dall' A.A. 1977/'78 e fino al 1979/'80 sono stato incaricato di esercitazioni per la cattedra di Letteratura cristiana antica, tenuta prima dal Prof. P. Serra Zanetti, poi dal Prof. U. Mattioli.

Nell' A.A. 1986/'87 sono stato professore a contratto di Letteratura latina presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale dell'Università di Pavia (sede di Cremona).

Nell'A.A. 1989/'90 ho conseguito il diploma di Perfezionamento in Lingua e letteratura latina presso il Dipartimento di Filologia Classica e Medievale dell'Università di Parma (titolo: La securitas in S.Agostino; rel.: Prof. G.Scarpat, discussa il 20.12.1990, con lode).  Negli AA.AA. 1984/'85-1991/'92 sono stato docente di latino e greco biblico nel quinquennio teologico dello S.T.A.B. (Studio Teologico Accademico Bolognese) presso il Pontificio Seminario Regionale di Bologna.

Dal 1989 ho partecipato ufficialmente al gruppo di ricerca interuniversitario coordinato dal Prof. U.Mattioli su «Senectus. La vecchiaia nel mondo classico e cristiano», che ha prodotto una miscellanea in 3 voll. (I-II: La vecchiaia nel mondo classico; III: La vecchiaia nell'antichità ebraica e cristiana).

Dal 1995 ho partecipato ufficialmente al gruppo di ricerca universitario sulla versione greca dei LXX, coordinato dal Prof. P. Serra Zanetti; da tale ambito di ricerca ha preso l'avvio il primo progetto di traduzione italiana commentata della Bibbia greca dei LXX, che ha già portato alla pubblicazione (Edizioni Dehoniane, Roma 1999) di un'edizione del Pentateuco (per tale iniziativa ho curato Numeri), con la prospettiva di una traduzione integrale dell'opera (per la quale sto attualmente preparando Siracide). Nell'agosto 1998 ho presentato tale iniziativa al X Congresso IOSCS (= «International Organization for Septuagint and Cognate Studies»)  tenutosi ad Oslo.

Dal 1998 (disposizione del Consiglio di Corso di Laurea in Lettere, ind. classico, in data 18/05/1998) sono stato ‘cultore della materia' per Letteratura cristiana antica presso il Dipartimento di Filologia Classica e Medievale dell'Università di Bologna e inserito nelle commissioni di esame dei Proff. P.Serra Zanetti e U.Mattioli.

Dal 1998 partecipo al gruppo di ricerca interuniversitario su «Origene e la tradizione alessandrina», coordinato dal Prof. Lorenzo Perrone dell'Università di Bologna; dal 1999 sono collaboratore della rivista «Adamantius», diretta dal Prof. L.Perrone, prima come membro effettivo del comitato di redazione, poi (dal 2002) come segretario di redazione. faccio inoltre parte del gruppo di ricerca interuniversitario A.S.E. (= «Annali di Storia dell'Esegesi»), coordinato dal Prof. Mauro Pesce dell'Università di Bologna.

Dal gennaio 2004, come vincitore di concorso bandito presso l'Università di Bologna, ho preso servizio come ricercatore (SSD L-Fil-Let/06: «Letteratura Cristiana Antica») presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della stessa Università, scegliendo l'afferenza al Dipartimento di Filologia Classica e Medioevale. A partire dall'A.A. 2004/2005 (e a tutt'oggi) ho ottenuto per affidamento l'insegnamento di Filologia ed Esegesi Neotestamentaria sia nei corsi per la laurea Triennale, sia per quelli della laurea biennale (ex-Specialistica, ora laurea Magistrale). Dal 2007 mi è stato inoltre riconosciuto il titolo di Professore Aggregato. Nel 2007 ho ottenuto la conferma nel ruolo di ricercatore. Dal novembre 2008 sono stato eletto rappresentante dei ricercatori e assistenti r.a. per il triennio 2008–2011 presso il Consiglio della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna.

I miei studi si sono orientati dapprima all'apologetica cristiana di lingua greca, con particolare riferimento al Dialogo con Trifonedi Giustino e ai frammenti pseudo-giustinei. Mi sono occupato a più riprese di Agostino, studiandone specialmente l'epistolario, le Confessionese alcune tematiche filosofiche e teologiche. I miei interessi in ambito scritturistico mi hanno condotto ad approfondire in particolare il pensiero esegetico di Giustino, Origene, Filone e le antiche versioni bibliche, con speciale riferimento a quella dei LXX. Ho inoltre prodotto contributi su Plutarco, Gregorio Magno, la storiografia e la tradizione medica in età tardoantica e medievale.

Nell'ambito del progetto di edizione degli Opera omnia di Origene, diretto dai Proff. M. Simonetti e L. Perrone per la casa editrice Città Nuova, sto curando introduzione, traduzione e note delle Omelie su Numeri. Sono stato recentemente (ottobre 2008) invitato a partecipare a un workshop– nel corso del quale ho letto un mio intervento – presso la Facoltà di Teologia Cattolica di Münster i.W. in occasione dell'avvio di un'edizione tedesca degli Opera omnia origeniani diretta dal prof. A. Fürst.

Dal 2006 partecipo ad un progetto cui sono collegati docenti italiani (Bologna, Torino, Siena-Arezzo) e stranieri (Parigi, Sorbona; Rouen, Facoltà di Lettere; Losanna, Facoltà di Teologia) per la realizzazione di una nuova edizione e traduzione, con introduzioni e commentario, in più volumi, della Historia Ecclesiastica di Eusebio di Cesarea. 

           Attualmente, oltre che di alcuni dei predetti lavori, mi sto occupando dello scritto A Diogneto, di cui devo prossimamente dare alle stampe una nuova edizione critica con traduzione e commento nella “Collezione Lorenzo Valla”. Ho infine ultimato, insieme con Lorenzo Perrone (Università di Bologna) ed Emanuela Prinzivalli (Università di Roma “La Sapienza”) l’edizione critica delle 29 omelie origeniane contenute nel Cod. Monacensis Gr. 314, ritrovate da Marina Molin Pradel nel 2012 tra i fondi della Bayerische Staatsbibliothek di Monaco. L’edizione è uscita nel 2015 nei Griechischen Christlichen Schriftsteller pubblicati dall’Accademia delle Scienze di Berlino (ed. De Gruyter).

 

Dal 2016 faccio parte della redazione dello Historical and Theological Lexicon of the Septuagint (HTLS), diretto da E. Bons (Université de Strasbourg) e da J. Joosten (Oxford University), per il quale ho scritto alcuni contributi di prossima pubblicazione.