Foto del docente

Annalisa Patrizi

Professoressa ordinaria

Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale

Settore scientifico disciplinare: MED/35 MALATTIE CUTANEE E VENEREE

Coordinatrice del Corso di Dottorato in Scienze chirurgiche

Temi di ricerca

Parole chiave: Genodermatosi Tumori cutanei Acne e Rosacea Dermatite da contatto Infezioni cutanee Angiomi Infestazioni cutanee Dermatite atopica Psoriasi Neoplasie cutanee Patologie dermatologiche del neonato Neoplasie cutanee nell'infanzia Nevi melanocitici Idrosadenite supurativa Patologie di unghie e capelli

L'ambito principale di ricerca é quello della Dermatologia Pediatrica, tuttavia la ricerca si è svolta anche su patologie dell'adulto, come appare evidente dall'elenco delle pubblicazioni scientifiche.
I principali temi di ricerca sono:

  1. Dermatite atopica ed altre forme di eczema;
  2. Genodermatosi e Malattie Rare;
  3. Neoformazioni cutanee;
  4. Infezioni ed infestazioni cutanee;
  5. Patologie dermatologiche del neonato; 
  6. Psoriasi
  7. Patologie annessiali


Dermatite atopica ed altre forme di eczema

La dermatite atopica (DA) è la più frequente patologia dermatologica dell'età pediatrica, ma recentemente la sua prevalenza nell'età adulta è in continuo aumento.  La sua eziopatogenesi rimane tuttora sconosciuta, sebbene appaia probabile l'interazione tra predisposizione  genetica e fattori ambientali.
Gli studi effettuati ed in atto si incentrano soprattutto sui fattori scatenanti e di aggravamento, sulla gestione terapeutica, sul peso che la malattia ha sulla qualità di vita del paziente e dei genitori e sull'impatto economico della malattia sul paziente e/o sulle famiglie.
Anche le altre forme di eczema, quali la dermatite da contatto allergica e non allergica sia del bambino che dell'adulto rappresentano un campo di precipuo interesse, così come la dermatite seborroica.


Genodermatosi e Malattie Rare
Lo studio delle genodermatosi con manifestazioni dermatologiche, che fanno parte del più ampio gruppo di malattie rare di cui ci si occupa da tempo insieme ai colleghi dell'Istituto di Genetica Clinica e della Clinica Pediatrica dell'Università di Bologna  comprende sia patologie con quadri clinici esclusivamente o prevalentemente cutanei, che patologie più complesse con importante interessamento di altri organi ed apparati.



Neoformazioni Cutanee Maligne
Lo studio clinico ed istopatologico delle neoformazioni cutanee maligne, sia nel bambino che nell'adulto, di costituisce un altro principale argomento di ricerca. In particolare vengono studiate le istiocitosi ed altre malattie rare dell'età pediatrica. Nell'adulto grande interesse riveste lo studio dei melanomi cutanei e dei cancri cutanei non melanoma. Questi ultimi rappresentano a tutt'oggi le neoplasie più frequenti e la loro prevalenza è in continuo aumento, così come lo è quella del melanoma. Nuovi farmaci sono oggi disponibili per entrambe tali patologie migliorando la prognosi di questi pazienti.

Patologie dermatologiche del neonato
Argomenti di interesse sono le patologie del prematuro congenite ed acquisite.

 

Psoriasi

La ricerca sulla psoriasi del bambino e dell'adulto si è particolarmente sviluppata negli ultimi anni permettendo l'acquisizione di nuovi dati relativi all'ereditarietà della malattia, alla sua patogenesi e alle possibili associazioni. Inoltre disponiamo oggi, per le forme moderate e gravi, di farmaci biologici innovativi estremamente efficaci. Nuovi studi sulla psoriasi hanno dimostrato che la malattia non interessa esclusivamente cute ed articolazione in quanto viene attualmente considerata una malattia metabolica e tra i fattori aggravanti viene data particolare importanza all' obesità.


Dermatite Atopica (DA)

E' la più frequente patologia dermatologica dell'età pediatrica. La sua eziopatogenesi rimane tuttora sconosciuta, sebbene appaia probabile l'interazione tra predisposizione genetica e fattori ambientali. I nostri studi si incentrano soprattutto sui fattori scatenanti e di aggravamento,sulla gestione terapeutica, sul peso che la malattia ha sulla qualità di vita del paziente e dei genitori e sull'impatto economico della malattia sulle famiglie. Il nostro interesse e la nostra produzione degli ultimi anni si sono focalizzati, oltre che sugli argomenti sopra citati, sull'evoluzione della DA e sulla comparsa di altre manifestazioni di atopia in pazienti seguiti ormai da oltre 2 decenni. Infine abbiamo potuto confermare i dati della letteratura sul ruolo che le infezioni cutanee batteriche, virali e micotiche svolgono nel modificare la severità ed il decorso della DA. Stiamo collaborando al progetto "La scuola dell'atopia “, che si prefigge di migliorare la gestione della malattia da parte dei pazienti e dei genitori e facciamo parte del gruppo di lavoro italiano per redigere le linee guida per la diagnosi e la terapia della DA. Nel bambino si possono manifestare altre forme di eczema, quali la dermatite da contatto allergica e non allergica. Alcune di queste sono frequenti, altre invece rare, quali il transient aquagenic palmar hyperwrinkling, la symmetrical lividity, la dermatite acuta irritativa da contatto alla juglans regia, la porpora dopo applicazione di crema EMLA, tutti argomenti che sono stati oggetto di nostre pubblicazioni scientifiche negli ultimi anni. Negli ultimi tempi gli studi si sono focalizzati sulla dermatite atopica dell'adulto e dell'anziano, una patologia in continuo aumento e con quadri clinici spesso atipici. Per i pazienti adulti inoltre è uscito un farmaco biologico specifico e molti altri farmaci sono in studio presso di Noi.

 

Genodermatosi

Lo studio delle genodermatosi con manifestazioni dermatologiche (che fanno parte del più ampio gruppo di malattie rare di cui ci occupiamo da tempo insieme ai colleghi della Clinica Pediatrica diretta dal Prof. A. Cicognani e della Neonatologia diretta dal Prof. G. Faldella), ha compreso sia patologie con quadri clinici esclusivamente o prevalentemente cutanei, che patologie più complesse con importante interessamento di altri organi ed apparati. Tra queste, stiamo studiando le manifestazioni cliniche dell'ittiosi X-linked recessiva e le modalità di diagnosi di tale patologia, le manifestazioni cutanee in corso di sindrome di Turner, la neurofibromatosi (siamo parte del gruppo di studio regionale ed italiano), la sindrome Kindler, la sindrome di Goltz, la sclerosi tuberosa, etc .

 

Malattie rare

Abbiamo prodotto lavori su alcune rare patologie dermatologiche quali la teleangectasia macularis eruptiva perstans, l'incontinentia pigmenti, l'acanthosis nigricans, la sindrome Hay-Wells, la sindrome PHACE, la pseudoangiomatosi eruttiva, l'halo scalp ring, le istiocitosi, la malattia di Ofuji, il lichen striatus, l'eritema figurato neutrofilico dell'infanzia. Siamo inseriti nella Rete Italiana sulle Mastocitosi (RIMA), che fa parte a sua volta della European Competence Network on Mastocytosis(ECNM) e nel gruppo di studio “Il volo” per la sclerodermia in età pediatrica.

 

Neoformazioni cutanee benigne

Lo studio delle neoformazioni cutanee, di natura neoplastica benigna, costituisce un altro ampio argomento di ricerca. In particolare ci occupiamo di nevi melanocitici, congeniti ed acquisiti, e di emangiomi infantili, isolati o parte di sindromi complesse quale la sindrome PHACE. Anche su questo argomento negli ultimi anni abbiamo prodotto pubblicazioni riguardanti: l'angioma tufted, la protrusione perianale infantile, la miofibromatosi infantile, le calcinosi cutanee, le macchie salmone, gli emangiomi, il nevo eccrino, il poroma eccrino, le istiocitosi cutanee benigne, la malacoplachia, il pilomatricoma, il nevo di Becker, il nevo melanocitico infiammatorio ed ipercheratosico.

 


Infezioni ed Infestazioni Cutanee
Argomenti di interesse sono state inoltre le infezioni di natura batterica, virale, micotica e delle parassitosi soprattutto in età pediatrica. In questo ambito si sono anche potuti confermare i dati della letteratura sul ruolo che le infezioni cutanee batteriche, virali e micotiche svolgono nel modificare la severità ed il decorso degli eczemi e della psoriasi. Inoltre sono stati oggetto di studio gli esantemi in età pediatrica. Ci siamo inoltre interessati a quadri clinici particolari quali la tinea pedis bollosa, l'intetrigine streptococcica, le verruche in corso il trattamento con immunomodulatore topico. Ci occupiamo delle interazioni tra atopia ed agenti infettivi in età pediatrica e degli esantemi infettivi da cui abbiamo tratto ed abbiamo in corso pubblicazioni scientifiche. In questi anni ha assunto particolare interesse lo studio della leishmaniosi cutanea.


Patologie Dermatologiche del Neonato

Lo studio delle patologie del prematuro costituisce un altro argomento di ricerca. Rientrano in questo ambito le anomalie di sviluppo, le lesioni iatrogene, tossiche oltre a quelle di natura infettiva. Ci occupiamo, inoltre, delle manifestazioni dermatologiche benigne e transitorie tipiche di questa epoca di vita, oltre alle patologie di natura genetica, infiammatoria, infettiva e neoplastica.