Dispositivo per ammortizzare gli urti su caschi

Sistema innovativo da inserire o facente parte di un casco di protezione in grado di attutire gli impatti perpendicolari al casco e quelli tangenziali che provocano le accelerazioni rotazionali, responsabili di una buona parte dei traumi cerebrali.

Titolo brevetto Dispositivo per ammortizzare urti sui caschi e relativo casco
Area Industria, Digitale e Sicurezza
Titolarità ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA
Inventori Martino Colonna, Mariafederica Parisi, Giuseppe La Fauci
Ambito territoriale di tutela Internazionale (PCT)
Stato Opzionato
Keywords Caschi da moto, Caschi da bicicletta, Sicurezza stradale, Urti tangenziali, Accelerazioni rotazionali, Trauma cranico, Fluidi dilatanti, Fluidi non newtoniani
Depositato il 10 agosto 2021

Il mercato del ciclo/motociclo è caratterizzato da una continua espansione e innovazione per ciò che concerne i sistemi di propulsione e le soluzioni tecniche utilizzate sui mezzi a due ruote di ultima generazione. Questa continua evoluzione non è però affiancata con la stessa efficacia da quella dei sistemi di protezione per i conduttori di tali mezzi. È tuttavia ben noto che i fluidi non newtoniani, ed in particolare quelli con comportamento dilatante, sono in grado di dissipare l’energia degli impatti e per questo motivo sono miscelati con delle schiume polimeriche per produrre sistemi di protezione individuale come, ad esempio, paraschiena e ginocchiere. Tali sistemi non utilizzano però in modo efficace le caratteristiche dei fluidi dilatanti, non facendoli lavorare correttamente a taglio come risulta invece necessario per un efficace smorzamento degli impatti tangenziali. 

La tecnologia brevettata è costituita da un sistema chiuso in cui una parte rigida è libera di muoversi nelle tre direzioni, all'interno di un fluido che è confinato grazie ad una guarnizione elastica. Il componente rigido è pensato per avere diverse geometrie a seconda degli scopi e permette di massimizzare lo sforzo a taglio e a compressione durante il movimento e quindi di assorbire una maggiore quantità di energia durante l'urto rispetto ai dispositivi attualmente in commercio.

Applicazioni:

  • Sistemi per caschi sportivi


Vantaggi:

  • Maggiore assorbimento degli urti tangenziali e perpendicolari
  • Riduzione del rischio di traumi cranici a seguito di cadute e urti
Pagina pubblicata il: 16 febbraio 2021