Master in Diritto delle nuove tecnologie e informatica giuridica - 8285

Codice 8285
Anno accademico 2018-2019
Area disciplinare Area sociale, economica, giuridica
Campus Bologna
Livello Primo
Direttore Giovanni Sartor
Durata Annuale
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Lingua Italiano
Costo 4.150,00 €
Rate Prima rata 2.500,00 € ; Seconda rata 1.650,00 €
Scadenza bando

10/12/2018 (Scaduto)

Inizio e fine immatricolazione dal 07/01/2019 al 21/01/2019
Struttura proponente
Centro Interdipartimentale di Ricerca in Storia del Diritto, Filosofia e Sociologia del Diritto e Informatica Giuridica A. Gaudenzi e G. Fassò - CIRSFID
Scuola
Giurisprudenza
Numero partecipanti
Minimo: 12 Massimo: 35
Crediti formativi
60
Titoli d'accesso
Il corso è riservato ai candidati che siano in possesso, alla scadenza delle immatricolazioni, 21 gennaio 2019, dei seguenti titoli e requisiti di accesso:
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-18 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale, L-33 Scienze Economiche, L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento).
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LMG/1 Giurisprudenza, LM-56 Scienze dell'economia, LM-62 Scienze della politica, LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni, LM-77 Scienze economico-aziendali o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).
In base ad una valutazione positiva della Commissione Giudicatrice possono essere ammessi al percorso di selezione anche candidati in possesso di altre lauree in ambito disciplinare non equivalente a quelli di cui alle precedenti lett. a) e b), purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del master.
Criteri di selezione
L’ammissione al Master è condizionata a giudizio positivo formulato a seguito di valutazione dei titoli e colloquio orale.
Il punteggio massimo attribuibile dalla Commissione giudicatrice è di 100 (cento) punti, di cui 30 (trenta) punti assegnati in seguito alla valutazione dei titoli e i restanti 70 (settanta) punti assegnati in seguito alla valutazione del colloquio orale.
Il punteggio minimo per conseguire l’idoneità è fissato in 60 (sessanta) punti su 100, ottenuto dalla somma del punteggio attribuito ai titoli con il punteggio attribuito per il colloquio orale.
I titoli vengono valutati come segue:
A) Voto di laurea:
- 1 punto per voto compreso fra 66 e 69;
- 2 punti per voto compreso fra 70 e 75;
- 3 punti per voto compreso fra 76 e 80;
- 4 punti per voto compreso fra 81 e 85;
- 5 punti per voto compreso fra 86 e 90;
- 6 punti per voto compreso fra 91 e 95;
- 7 punti per voto compreso fra 96 e 100;
- 8 punti per voto compreso fra 101 e 105;
- 9 punti per voto compreso fra 106 e 109;
- 10 punti per voto pari a 110;
- 12 punti per voto pari a 110 e lode;
B) Tesi di laurea inerente ad una materia di interesse del corso: 2 punti.
C) Pubblicazioni scientifiche inerenti materie di interesse del corso: 2 punti per ogni pubblicazione (massimo 6 punti).
D) Conseguimento di Diploma di specializzazione, Titolo di dottore di ricerca, attestato di frequenza a Corso di perfezionamento, seconda laurea, purché inerenti materie di interesse del corso: 5 punti (massimo 10 punti).
E) Esperienze professionali o di studio in aziende, enti o istituzioni pubbliche o private con mansioni inerenti materie oggetto del corso: 0.5 punti ogni mese di servizio o frazione di almeno 16 giorni (massimo 5 punti).
Il colloquio orale avrà ad oggetto l’accertamento delle competenze giuridiche di base e delle conoscenze informatiche di base del candidato e sarà valutato dalla commissione giudicatrice con un punteggio massimo di 70 (settanta) punti.
Nel corso della prova orale sarà verificata, altresì, l’adeguata conoscenza della lingua italiana da parte dei candidati di nazionalità straniera.
Data di selezione
18/12/2018
Sede delle lezioni
CIRSFID - Bologna
Piano didattico

Insegnamenti di base:

  • Informatica giuridica - Docente Titolare Giovanni Sartor - IUS/20
  • Proprietà intellettuale e information society - Docente Titolare Claudio Di Cocco - IUS/04
  • Contrattualistica informatica - Docente Titolare Guido Scorza - IUS/04
  • Firme elettroniche e E-Commerce - Docente Titolare Claudio Di Cocco - IUS/20
  • Privacy e nuove tecnologie - Docente Titolare Juri Monducci - IUS/01
  • Computer Crimes e sicurezza informatica - Docente Titolare Giovanni Ziccardi - IUS/20
  • Informatica forense - Docente Titolare Antonio Gammarota - IUS/20
  • E-government - Informatica e P.A. - Docente Titolare Monica Palmirani - IUS/20

 

Indirizzo "Informatica e diritto per le professioni legali":

  • Tecnologie informatiche per il giurista - Docente Titolare Giovanni Sartor - IUS/20
  • Profili avanzati del diritto digitale - Docente Titolare Giovanni Sartor - IUS/20

 

Indirizzo "Informatica e diritto per la pubblica amministrazione"

  • Sistemi informativi e sicurezza nella P.A. - Docente Titolare Monica Palmirani - IUS/20
  • Tecnologie abilitanti il governo elettronico nella P.A. - Docente Titolare Monica Palmirani - IUS/20
Frequenza obbligatoria
75%
Stage
18 CFU
Prova finale
2 CFU