Tasse per i laureandi entro l'ultimo appello dell'anno accademico 2018/19

Indicazioni relative alle tasse e alle iscrizioni per gli studenti che intendono laurearsi entro il 31 marzo 2020.

Se presumi di laurearti entro l'ultimo appello dell'anno accademico 2018/19 non devi pagare la quota d'iscrizione per l'anno accademico 2019/20.

Se paghi le tasse ugualmente e, però, ti laurei entro l'ultimo appello dell'anno accademico 2018/19 (entro il 31 marzo 2020), l’iscrizione al nuovo anno accademico sarà annullata.

Se hai pagato solo la prima rata pari a 157,64 euro dovrai rivolgerti direttamente all'Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (ER.GO) per chiedere il rimborso della tassa regionale (pari a 140,00 euro). Non potrà essere rimborsato l’importo del bollo (16,00 euro), mentre per quanto riguarda il rimborso del premio assicurativo (1,64 euro) potrà essere presentata apposita istanza alla segreteria studenti.

Se hai pagato la monorata o le rate successive dovrai  rivolgerti direttamente all'Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori (ER.GO) per chiedere il rimborso della tassa regionale (pari a 140,00 euro) e dovrai presentare apposita istanza alla segreteria studenti per il rimborso delle rate o della monorata. Non potrà essere rimborsato l’importo del bollo (16,00 euro).

Se non riesci a laurearti entro l'ultimo appello dell'anno accademico 2018/19 devi pagare la quota annuale di contribuzione per l’anno accademico 2019/20 con mora (per approfondimenti consulta la pagina tasse).

Ricorda che in questo caso per poter ottenere la contribuzione calcolata in misura progressiva in base all’ISEE devi presentare inderogabilmente l’attestazione ISEE 2019 per prestazioni per il diritto allo studio universitario entro il 30 ottobre 2019 ore 18:00 (o entro il 15 novembre 2019 ore 18:00 con una mora di 100 euro). In caso contrario verrà attribuita la quota annuale massima prevista per il Corso di Studio al quale sei iscritto.