00222 - DIRITTO COSTITUZIONALE

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente acquisisce una solida conoscenza dei principi fondanti l'ordinamento costituzionale italiano attraverso l'approfondimento della teoria generale del diritto, delle fonti del diritto, dei diritti fondamentali, degli organi costituzionali e degli istituti di garanzia, della forma di stato regionale. In particolare, sono appresi e contestualizzati, in modo da sviluppare una individuale autonoma capacità di applicazione a casi pratici, gli istituti delle libertà economiche e del mercato, nella prospettiva del governo dell'economia, sia nella dimensione interna sia nella dimensione comunitaria. Alla conoscenza della teoria e del metodo giuridico si affianca quella della prassi costituzionale, soprattutto attraverso l'apprendimento della capacità di interpretare e utilizzare la giurisprudenza costituzionale. Al termine del Corso lo studente è quindi in grado di effettuare con spirito critico, e in modo autonomo, ricerche tese al reperimento e all'applicazione del diritto e della giurisprudenza, acquisendo le abilità indispensabili per lo studio e l'approfondimento di tutte le altre discipline giuridiche.

Contenuti

Il programma del Corso prevede: 1. L'ordinamento giuridico e il diritto costituzionale. 2. Lo Stato. 3. Lo Stato e gli altri ordinamenti. L'ordinamento internazionale. 4. L'ordinamento dell'Unione Europea. 5. Le fonti del diritto. 5.1. Profili teorico-generali. 5.2. Le norme sulle fonti. 5.3. Principi ispiratori del vigente sistema delle fonti. 5.4. Le vicende degli atti normativi. 5.5. La Costituzione e le leggi costituzionali. 5.6. Le leggi statali ordinarie. 5.7. Le fonti comunitarie. 5.8. Gli atti dello Stato con forza di legge. 5.9. Le fonti regionali primarie. 5.10. Le fonti secondarie. 5.11. I fatti normativi. 6. I diritti fondamentali. 7. L'organizzazione e l'esercizio del potere politico. 8. La sovranità popolare. 9. Il Parlamento. 9.1. La storia. 9.2. La struttura bicamerale. 9.3. I caratteri costanti. 9.4. Le funzioni. 9.5. Lo scioglimento. 10. Il Presidente della Repubblica. 11. Il Governo. 12. Gli ordinamenti regionali e locali. 13. Le pubbliche amministrazioni. 14. Le garanzie giurisdizionali. 15. La giustizia costituzionale. 16. L'ordinamento italiano e la sua evoluzione.

Testi/Bibliografia

Per tutti gli studenti (sia frequentanti sia non frequentanti):

A. Barbera, C. Fusaro, Corso di diritto costituzionale, Bologna, Il Mulino, ultima edizione

Per una lettura ragionata delle principali decisioni cui viene fatto riferimento nel corso è possibile consultare:

A. Morrone, Il diritto costituzionale nella giurisprudenza, Wolters Kluwer, 2020

Nella preparazione dell’esame è indispensabile fare sempre riferimento al testo della Costituzione e alle fonti richiamate a lezione e nel manuale.

Metodi didattici

Le lezioni si terranno nel I semestre, secondo il calendario disponibile online, e saranno erogate in modalità mista (modello “blended”): sarà possibile frequentare le lezioni sia in presenza sia da remoto su MS TEAMS. Ulteriori aggiornamenti sulle modalità di frequenza saranno comunicati all'inizio delle lezioni, in base alla situazione sanitaria del momento e alle prescrizioni governative applicabili.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Esame di Diritto costituzionale

La verifica delle conoscenze attese avviene in occasione della prova d'esame, volta a valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti. L'esame consiste in un colloquio con i docenti e i collaboratori della cattedra sugli argomenti oggetto del corso (prova orale), relativi sia alla parte generale, sia a quella speciale.

La valutazione terrà conto della conoscenza dei profili istituzionali, della capacità di analizzare gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali, di effettuare collegamenti tra le varie parti del programma e di sviluppare argomentazioni critiche, oltre che della chiarezza dell'esposizione.

A titolo meramente esemplificativo, l'attribuzione del voto finale sarà ispirata ai seguenti criteri:

- preparazione sufficiente o poco più che sufficiente sugli argomenti affrontati, scarsa capacità critica, difficoltà di utilizzo del linguaggio tecnico-giuridico → 18-21;

- preparazione discreta o piuttosto buona sugli argomenti affrontati, discreta capacità critica, buon utilizzo del linguaggio tecnico-giuridico → 22-25;

- preparazione buona o più che buona sugli argomenti affrontati, buona capacità critica, padronanza del linguaggio tecnico-giuridico → 26-29;

- preparazione sostanzialmente esaustiva sugli argomenti affrontati, ottima capacità critica, piena padronanza del linguaggio tecnico-giuridico → 30-30L.

Tesi di laurea

Per l’assegnazione della tesina di laurea in Diritto costituzionale gli studenti dovranno svolgere un colloquio con il docente.

Le modalità di redazione saranno concordate direttamente con il docente: in ogni caso, copia definitiva dell'elaborato dovrà essere consegnata almeno quindici giorni prima della data per il deposito prevista dal calendario delle lauree.

L'elaborato finale deve essere frutto del lavoro di ricerca svolto in autonomia dallo studente, sotto la guida del docente: si presuppone, pertanto, un continuativo confronto con il docente sull'avanzamento della tesi. Non si ammette la consegna "in blocco" della tesina senza previa discussione dei contenuti.

Ai candidati può essere richiesto di sottoporre il proprio lavoro al servizio di verifica dell’originalità degli elaborati dell’Università di Bologna tramite l’applicativo Compilatio.

Strumenti a supporto della didattica

La presenza di un tutor didattico garantisce agli studenti un adeguato supporto in merito a qualsiasi questione o problematica inerente al programma d'esame o allo svolgimento del corso

Con l'acquisto del volume A. Barbera, C. Fusaro, Corso di diritto pubblico, Bologna, Il Mulino, si ha accesso a una serie di contenuti multimediali su Pandoracampus quali la versione pdf del manuale, test di autoverifica, assistenza virtuale sui contenuti.

Si segnalano alcuni siti internet per il reperimento di fonti normative e giurisprudenza, oltre che di ulteriori materiali, a consultazione libera:

  • eur-lex per accedere al diritto dell'Unione europea e alla giurisprudenza della Corte di giustizia

Per l’approfondimento, si segnalano alcuni blog e siti web di riviste a consultazione libera:

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Caterina Domenicali