75813 - ECONOMIA DEI SERVIZI FINANZIARI

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di fornire la conoscenza delle funzioni e delle componenti del sistema finanziario: attività finanziarie, mercati e intermediari finanziari, all'interno del quadro regolamentare e di vigilanza. Parte del corso sarà dedicata allo studio dei principali strumenti finanziari e creditizi attualmente presenti sul mercato, con una particolare attenzione alle metodologie necessarie a comprendere le caratteristiche tecniche ed economiche dei prodotti in relazione alle diverse esigenze degli operatori economici.

Contenuti

Obiettivo del corso è quello di introdurre lo studente alla conoscenza del funzionamento del sistema finanziario all'interno del quale interagiscono famiglie e imprese per il tramite degli intermediari finanziari. In particolare, ci si concentra sui bisogni di investimento del risparmio delle famiglie e sui bisogni di finanziamento degli investimenti delle imprese.

La prima parte del corso è dedicata all'illustrazione delle funzioni e della struttura del sistema finanziario con un intento puramente tassonomico e di familiarizzazione con il gergo e gli strumenti finanziari. Saranno trattati i temi dell'intermediazione finanziaria e della configurazione del sistema per caratteristiche e struttura; il nesso fra variabili reali e finanziarie; l'analisi della struttura finanziaria del paese attraverso lo studio dei saldi finanziari intersettoriali e la composizione dei portafogli finanziari dei singoli settori. Lo studio della politica monetaria e del sistema dei pagamenti. Tra gli intermediari finanziari si approfondirà il ruolo della banca da un punto di vista sia teorico-economico sia operativo attraverso l’analisi del suo bilancio.

Una seconda parte del corso è dedicata agli strumenti finanziari e ai mercati in cui essi vengono scambiati. In modo semplice e intuitivo lo studente sarà introdotto allo studio delle caratteristiche economiche - rischio e rendimento - dei titoli obbligazionari con e senza cedola, ai titoli azionari e ai portafogli di titoli. In modo trasversale durante il corso si farà cenno alle regole che disciplinano il sistema finanziario e alle crisi - finanziaria, del debito sovrano e pandemica - che lo hanno caratterizzato a partire dal 2008.

1. Il sistema finanziario

2. La funzione di intermediazione

3. La funzione di trasmissione della politica monetaria. I mezzi di pagamento e il sistema dei pagamenti (cenni).

4. La banca e il bilancio bancario

5. Le caratteristiche economiche degli strumenti finanziari

6. Gli strumenti finanziari: obbligazioni, azioni e portafogli

7. I mercati

8. La regolamentazione (cenni)

L'analisi teorica ed istituzionale sarà sempre affiancata da approfondimenti di tipo empirico incentrati sia sulla realtà italiana sia su quella europea ed internazionale.

Testi/Bibliografia

  • Ferrari et al., "Il sistema finanziario: funzioni, mercati e intermediari", Giappichelli Editore - VII edizione, 2020.
  • Ferrari et al., "Gli strumenti finanziari", III edizione, di prossima pubblicazione.
  • Saunders et al. "Economia degli intermediari finanziari", McGraw/Hill/ IV edizione. Solo Cap. 12 “Bilancio degli intermediari finanziari: alcuni cenni” solo parr. 12.2.1 – 12.2.2 – 12.3.

Data l'attualità degli argomenti trattati i libri di testo saranno integrati con esempi e letture integrative indicate dal docente.

NOTA BENE. All'inizio del corso verranno specificati e indicati i paragrafi dei due libri di testo che saranno oggetto di trattazione durante il corso. Il secondo volume è in fase di revisione e verrà pubblicato presumibilmente ad inizio corso. Dunque per l'acquisto dei libri si consiglia di attendere l'inizio del corso.

Le slides utilizzate durante le lezioni sono un utile strumento didattico di sintesi ma lo studio su di esse non esaurisce il programma di esame. Quindi lo studente sarà tenuto ad integrare con quanto riportato sui libri di testo o con gli articoli e gli approfondimenti distribuiti durante il corso.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercizi e discussione in aula. Su specifici argomenti di calcolo finanziario sono previste delle esercitazioni mediante l'utilizzo di excel. Altri esercizi e simulazioni saranno di volta in volta proposte dal docente.


Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova d'esame ha l'obiettivo di verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

1. Conoscenza dei principali concetti teorici.

2. Capacità di elaborare attraverso semplici esercizi i fenomeni economico-finanziari-aziendali.

L'esame consiste in un esame scritto su tutto il programma.

Struttura dell'esame:

  1. Una prima parte di 15 multiple choices (con 5 possibili risposte chiuse tra cui scegliere una sola risposta esatta) in 30 minuti di tempo. Ogni multiple choice corretta vale 1,5 punti per un totale di 22,5 punti. Non ci sono penalità in caso di mancata risposta o risposta sbagliata.
  2. Una seconda parte costituita da tre domande calcolate semplici due delle quali valgono 3 punti e una 4 punti per un totale di 10 punti. Tempo a disposizione per ogni domanda 10 minuti.

Il compito totale dura, dunque, un’ora e il punteggio massimo raggiungibile è pari a 32,5 punti.

Durante il periodo di insegnamento sono previste due prove intermedie. La prima prova intermedia sarà svolta alla fine del primo modulo di insegnamento la seconda in concomitanza del primo appello.

Le prove parziali sono esclusivamente finalizzate alla verifica dello stato di apprendimento del programma d'esame per step. Dal primo appello totale in poi l'esame sarà basato esclusivamente sui capitoli dei testi qui pubblicati. Gli esercizi e i testi di esami precedenti pubblicati tra il materiale didattico costituiscono del materiale sulla base del quale prepararsi che non necessariamente sarà replicato nelle prove d’esame successive.

La prima prova intermedia è basata su 8 multiple choices e una domanda calcolata semplice di 3 punti. Punteggio massimo = 15; punteggio minimo 7 affinché la prova intermedia si ritenga superata. Tempo a disposizione per le multiple choices 15 minuti. Tempo a disposizione per la domanda calcolata semplice 10 minuti.

La seconda prova intermedia è costituita da 7 multiple choices e due domande calcolate semplici che valgono rispettivamente 3 e 4 punti. Il punteggio totale della II prova intermedia è, dunque, pari a 17,5 che si sommerà al punteggio della I prova intermedia. Tempo a disposizione per le multiple choices 15 minuti. Tempo per le due domande calcolate semplici 10 ciascuna. Il punteggio minimo affinché la II prova intermedia si ritenga superata è pari a 10. La somma del punteggio delle due prove intermedie non potrà essere inferiore a 18 affinché la prova totale si possa ritenere superata.

Le modalità di svolgimento dell'esame se in presenza, da remoto o misto saranno definite dall'Ateneo. L'esame assumerà in ogni caso la stessa struttura sia se svolto in presenza o da remoto.

Valutazione

La modalità di valutazione seguirà i seguenti punteggi:

<18 insufficiente

18-23 sufficiente

24-27 buono

28-30 ottimo

30 e lode eccellente.

Strumenti a supporto della didattica

Lezioni frontali mediante PPT ed esercitazioni guidate.


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Brighi