72565 - TEORIA TECNICA E DIDATTICA DELL'ATTIVITÀ MOTORIA PREVENTIVA E PER L'ETÀ EVOLUTIVA

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede le conoscenze di base riferibili agli aspetti metodologici, didattico-organizzativi e relazionali che caratterizzano gli ambiti di educazione e prevenzione motoria nelle mutevoli e varie fasi dell'età evolutiva, nonché nei diversi ambiti operativi: educativo p.d. , di avviamento sportivo, formativo (ricreativo non agonistico), preventivo. In particolare lo studente è in grado di: - Scegliere stili e metodi educativi adeguati alle varie fasce d'età, agli obiettivi (aspetto educativo) e alla fase di sviluppo psico-fisico degli allievi (aspetto preventivo). - Predisporre contenuti (esercizi, esercitazioni, applicazioni ludiche, giochi) adeguati sia agli obiettivi da raggiungere (aspetto educativo) che all'allievo cui sono destinati (aspetto preventivo). - Modulare le attività secondo i principi della multilateralità e polivalenza applicati ai diversi percorsi pedagogici (aspetto educativo): "semplice-complesso", "facile-difficile", "noto-ignoto". - Organizzare la seduta di allenamento/attività motoria/attività preventiva, secondo i principi di: individualizzazione, quantità, variabilità, adeguatezza e gradualità (aspetto educativo e preventivo). - Strutturate il setting didattico appropriato, rispetto agli obiettivi da raggiungere, in relazione ai suoi elementi costitutivi: età dell'allievo, spazi e attrezzature disponibili, tempo disponibile (aspetto educativo). - Relazionare con gli allievi, in base all'età e alla fase di sviluppo intellettivo, con una comunicazione adeguata, comprensibile ed efficace (aspetto educativo). - Utilizzare gli aspetti didattici della comunicazione, soprattutto nelle varie fasi di apprendimento motorio, in relazione all'efficace stimolazione del corretto uso di feedback interno ed esterno da parte dell'allievo (aspetto educativo).

Contenuti

1) AMBITO DELL' ATTIVITA' MOTORIA

1a)Il sistema sensomotorio - le capacità motorie - la lateralità - le abilità motorie - competenze motorie.

1b) Lo sviluppo psicomotorio nell'età evolutiva. Ontogenesi delle abilità dagli schemi motori e posturali di base. Lo sviluppo cognitivo a partire dall'intelligenza senso-motoria. Lo sviluppo affettivo (egocentrismo e sociocentrismo). Il carico motorio in età evolutiva.

2) AMBITO DEL CORPO E CORPOREITA'. Schema corporeo e immagine corporea. La percezione di sé.

3) AMBITO DIDATTICO E METODOLOGICO. La situazione educativa nel contesto insegnamento-apprendimento. La relazione educativa. La comunicazione educativa. Gli stili di insegnamento. Didattica disciplinare. Setting didattico. I contenuti dell'educazione motoria. Programmazione e progettazione. Verifica e valutazione formativa.

4) LE ABILITA' MOTORIE. Concetto e classificazione. Apprendimento motorio. Programma motorio. Feedback e apprendimento.

5) IL GIOCO. Teorie a confronto. Il gioco come mezzo educativo. La trasversalità del gioco. Gioco e cognizione. Dal gioco senso-motorio al giocosport.

6) L'esperienza di apprendimento. L'organizzazione della seduta di attività motoria/educazione fisica/allenamento sportivo. I metodi di presentazione del compito motorio. L'individualizzazione dell'apprendimento. Gli obiettivi di apprendimento e i diversi percorsi pedagogici.

7) STRATEGIE EDUCATIVE

7.1) l'Outdoor Education. L'outdoor adventure e l'outdoor learning. Tecnologia e attività all'aperto. Attività all'aperto e i bisogni in età evolutiva. Attività all'aperto ed educazione alla sostenibilità ambientale.

7.2) l'Apprendimento Cooperativo. Organizzare e condurre gruppi cooperativi. L'interdipendenza positiva. Il metodo Jifsaw in Educazione Fisica e sportiva.

8) Lavorare a distanza o in situazioni di restrizione spazio - temporale (es. pandemia COVID19) nell'educazione fisica e sportiva. Indicazioni, esperienze e strategie utili.

9) ASPETTI PREVENTIVI. La prevenzione in generale. La prevenzione e la postura in età evolutiva. La prevenzione nell'avviamento allo sport. La prevenzione nell'allenamento allo sport.  L'orientamento e il clima motivazionale nell'educazione e nella pratica sportiva giovanile.

Testi/Bibliografia

Testo base per la prova scritta:

  1. Ceciliani A.  Corpo e movimento nella scuola dell'infanzia. Riflessioni, e suggestioni per itinerari educativi nella fascia tre - sei anni. Edizioni Junior Spaggiari, 2015

Testi base per la prova orale:

1 Ceciliani A. (a cura di), 2020, L’educazione motoria nella scuola primaria. Roma: Carocci ISBN 9788829000883

2. Valutazione formativa e benessere a scuola (capitoli forniti dal docente)

2 Dispense  (fornite dal docente)

 

Testi di approfondimento non obbligatori

1 Gray P. (2015) Lasciateli Giocare. Torino: Einaudi

2 Pesce et al. (2015) Joy of moving. Perugia: Calzetti Mariucci

3. Farnè et al. (2018) Outdoor education: prospettive teoriche e buone pratiche. Roma: Carocci

 

RIVISTE CONSIGLIATE

Rivista di Educazione Fisica CAPDI

https://www.capdi.org/home/index.php/9-rivista-e-f/871-archivio-rivista-e-f-2011-2015

SIRD Rivista della Società Italiana di Ricerca in Didattica

Formazione e Insegnamento Journal

Infanzia - Alberto Perdisa editore - Bologna

Scuola dello Sport, rivista di scultura sportiva - Coni Roma, Calzetti Mariucci Editori.

SITI  INTERNET

Sito gratuito riferito alle esperienze nell'età prescolare: MOVIMPARO  http://memoesperienze.comune.modena.it/movimparo/index.html

Metodi didattici

Lezione frontale interattiva.

Cooperative Learning per particolari approfondimenti.

Lezioni laboratoriali con produzione di un Dossier personale

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Le verifiche verteranno su:

Prova scritta di accesso all'orale. La prova verte su un test a risposte chiuse (30 domande) basata sui seguenti criteri di valutazione: 1 punto ad ogni risposta esatta, -0,30 punti per ogni risposta errata, 0 punti per ogni risposta non data. La prova si considera superata con un punteggio di 18/30 e non fa media per il voto finale.

Prova orale: si basa su tutto il programma svolto nelle lezioni. Criteri di svolgimento: 1) argomento a scelta dello studente; 2) domanda ponderata (5 minuti); 3) domanda a risposta immediata.

Valutazione del dossier relativo ai laboratori.

Valutazione dei lavori di gruppo nel Cooperative Learning.

Strumenti a supporto della didattica

Laboratori 

Ricerche bibilografiche a tema

Esperienza di Cooperative Learning

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Ceciliani