69558 - TRADUZIONE DALL'ITALIANO IN FRANCESE II (SECONDA LINGUA)

Scheda insegnamento

  • Docente Michela Tonti

  • Crediti formativi 5

  • SSD L-LIN/04

  • Lingua di insegnamento Francese

  • Campus di Forli

  • Corso Laurea in Mediazione linguistica interculturale (cod. 8059)

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo/a studente/ssa - conosce gli strumenti (grammatiche e dizionari di tipologie differenziate, e corpora di testi paralleli e/o paragonabili) ed i metodi (micro e macroristrutturazione, redazione e revisione del testo di arrivo) traduttivi fondamentali - è capace di applicarli nella traduzione di una varietà di testi anche complessi dall'italiano in francese - seconda lingua - è in grado di identificare ed applicare le strategie traduttive fondamentali più adeguate alle funzioni comunicative/operative dei testi da tradurre

Contenuti

Il modulo della durata di 40 ore, si prefigge di sensibilizzare gli studenti a varie tipologie testuali e a farli riflettere sulle risorse. Il corso partirà da materiali il più possibile autentici, per avviare lo studente alla professione di traduttore.


Si sottolineerà l'importanza dell'individuazione delle tipologie testuali per determinare le strategie traduttive più opportune; si metteranno a confronto le strategie adottate dagli studenti per individuare le problematiche. Si tenterà di avviare lo studente all’acquisizione e apprendimento di una metodologia di traduzione professionale che si atterrà il più possibile al seguente schema:


1) Lettura attenta del testo, destinata all'individuazione dei termini o segmenti testuali problematici per la riformulazione in francese;


2) Interpretazione del testo e indagine documentaria, necessaria per la completa comprensione dell'argomento; ricerca terminologica con particolare attenzione alle problematiche relative ad affidabilità, e limiti, si sensibilizzerà inoltre gli studenti alle combinatorie semantico-sintattiche, alle collocazioni e ai fenomeni di omonimia e di sinonimia;


3) Traduzione: riformulazione del testo in lingua d'arrivo cercando di rendere il senso del testo originale; stesura della bozza;


4) Riscrittura: ricomposizione di un materiale nuovo rispettando le forme e le formulazioni adatte alla lingua francese;


5) Revisione e controllo: rilettura e correzioni individuali e collettive.


In tutte le fasi del corso si alterneranno momenti di lavoro individuale a momenti di collaborazione fra studenti i quali saranno inoltre invitati a costituire dei gruppi di lavoro affinché possano affrontare assieme un testo a scelta di cui esporre la propria proposta di traduzione al gruppo-classe.


Si chiederà a ogni studente la disponibilità ad affrontare personalmente i testi forniti dal docente, al fine di ottenere il massimo rendimento possibile in fase di discussione delle scelte traduttive, nonché di sistematizzare le nozioni apprese in vista dell'esame finale. Al fine di giungere all'elaborazione, in maniera autonoma, di una struttura dinamica del sapere, verrà inoltre richiesto di procedere a ricerche documentali e terminologiche specifiche; di riflettere sull'utilizzo di corpora equivalenti; di familiarizzarsi all'utilizzo delle nuove tecnologie con lo scopo di sfruttare le loro risorse.

Testi/Bibliografia

All'inizio del corso il docente fornisce agli studenti un dossier contenente i testi che saranno oggetto di traduzione.

Metodi didattici

Il corso si avvale di lezioni perlopiù seminariali, nei quali docente e studente si confrontano sulle strategie traduttive più adatte al testo oggetto della traduzione.

 

Verranno organizzate prove di simulazione di esame in itinere (2/3 prove) e un’ultima prova verso la fine del corso che servirà all'autovalutazione dei progressi fatti da parte degli studenti.
Tali prove non avranno valore normativo ma solo formativo per lo studente.

Il corso prevede la frequenza obbligatoria di almeno il 70% delle lezioni per avere accesso alla prova d'esame.

 


Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica finale prevede una prova di traduzione della durata di 3 ore e composto di circa 280/300 parole. L'esame di svolgerà da remoto, data la situazione emergenziale: agli studenti sarà infatti consentito utilizzare la connessione Internet per la ricerca documentaria finalizzata alla traduzione del testo. Non è consentito l'utilizzo della traduzione automatica. L'argomento verterà su uno dei macro-temi trattati durante il corso e di particolare importanza sarà l’assimilazione della terminologia e della fraseologia studiata in classe.

Per verificare

- la conoscenza dei principali strumenti (grammatiche, dizionari e corpora testuali) e metodi (analisi del senso del testo di partenza e sua trasposizione nel testo di arrivo) traduttivi di base


- e la capacità di applicarli nella traduzione di una varietà di testi dall'italiano al francese nonché


- la capacità di identificare ed applicare le strategie traduttive più adeguate alle funzioni comunicative/operative dei testi da tradurre,


alla fine del corso lo studente dovrà superare una prova d'esame che consisterà in una prova di traduzione scritta di un testo italiano in francese che consta di 300 parole circa.


Il voto ottenuto in tale prova verrà sommato a quello ottenuto nella prova di traduzione passiva e poi verrà fatta la media dei due risultati.


Per la traduzione gli studenti potranno avvalersi dei dizionari italiano e francese monolingue, nonché dei principali strumenti informatici (la prova si svolgerà in un'aula attrezzata di computer).


La valutazione verrà fatta prendendo in considerazione le soluzioni adottate in fase traduttiva e si presenta qui di seguito una tabella dei voti corredata dei parametri presi in considerazione: comprensione del testo, sintassi, lessico e resa espressiva.

Articolazione delle fasce di voti:

30-27

- Comprensione piena e consapevole del testo di partenza (assenza di falsi sensi, contro sensi e non sensi)

- Ottima padronanza della sintassi.

- Scelta lessicale precisa e sicura.

- Resa espressiva precisa e fluida.

26-23

-Comprensione sostanzialmente corretta

-Buona padronanza delle strutture sintattiche.

-Scelte lessicali pienamente adeguate al contesto.

-Buona fluidità nella resa espressiva.

23-21

-Comprensione del testo parziale (2 errori di senso)

-Discreta padronanza delle strutture sintattiche.

Incertezze lessicali circoscritte.

Resa espressiva discreta

21-18

Comprensione del testo sufficiente (3 errori di senso)

Sufficiente padronanza delle strutture sintattiche.

Incertezze lessicali tali da compromettere, in alcuni casi, la comprensione.

Resa espressiva appena sufficiente.

Insufficienza

-Comprensione compromessa da 2 o più errori di senso

-Sintassi involuta.

-Errori ortografici elementari.

-Negligenza nelle scelte lessicali, tali da incidere gravemente sulla comprensione globale del testo.

-Resa espressiva inadeguata.

A seconda della difficoltà del testo di partenza e della capacità da parte dello studente di sapere riutilizzare le conoscenze acquisite durante il corso, sarà cura del docente attribuire a vari descrittori sopraindicati un peso variabile.


Strumenti a supporto della didattica

Gli studenti si avvarranno di dizionari monolingui, cartacei e non, enciclopedie, Internet, stampa.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Michela Tonti