31313 - LINGUA E LINGUISTICA GIAPPONESE 3

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce una buona capacità di analisi comparata delle principali dinamiche di comunicazione interculturale e possiede una competenza linguistica complessa focalizzata sullo scambio in ambito lavorativo internazionale. È in grado di analizzare testi complessi e di gestire la comunicazione in situazioni linguistiche specifiche e articolate. Sviluppa capacità di traduzione attiva e passiva ed è competente nelle quattro abilità comunicative previste dal Quadro Comune di riferimento europeo collocandosi orientativamente fra i livelli B1 e B2 corrispondente al livello N3 del Japanese Language Proficiency Test (JLPT) organizzato dalla Japan Foundation.

Contenuti

Gli studenti acquisiscono le necessarie abilità linguistiche del terzo anno attraverso un curricolo suddiviso in tre momenti essenziali:

1) Lezione lingua prof. Vitucci: lezioni di linguistica e grammatica; le lezioni del terzo si concentreranno sullo studio del linguaggio onorifico (keigo) e delle sue applicazioni in ambito lavorativo (business keigo) nonché su esercitazioni grammaticali incentrate del livello JLPT 2. Nel corso delle lezioni, verrà inaugurato un percorso di lettura con testi originali sottoposti dal docente. Testo di lettura: 怪談のテープ起こし(三津田信三, 2016)

2) Lettorato prof.ssa Kono: conversazione (role play e ascolto inclusi), traduzione italiano-giapponese, dettato, esercitazioni grammaticali;

3)Tutorato prof.ssa Arakawa: composizione, lettura e kanji.

Testi/Bibliografia

Materiali Obbligatori

-          Chūkyū o manabou (zenki) – Surīē Network, Tōkyō (2007);

-          Manabou! Nihongo 2 - Shokyū 2 -   Senmon Kyōiku Shuppan, Tōkyō (2008) (Unità 35-37).

-          Kitaeyō Kanjiryoku - Jōkyū e tsunageru kisokanji Kuroshio Shuppan, Tōkyō (2010)

(i testi devono essere acquistati in anticipo)

 

Dispense

-          Dispensa tratta da Chūkyū o manabou della Prof.ssa Kōno.

-          Dispensa della Prof.ssa Arakawa (+ letture "Jōkyū e no tobira" e sokudoku).

(le dispense saranno disponibili a corso iniziato presso ECRIRE Via Cartoleria, 18/A – Tel. 051238424)

 

Dizionari

-          The Kodansha Kanji Learner's Dictionary - Jack Halpern - Kodansha, Tōkyō.

-          Dizionario Giapponese - Italiano e Italiano-Giapponese Shogakukan – Shogakukan, Tōkyō.

-          Dizionario Bilingue - Hoepli, Milano (2013).

 

Grammatiche consigliate e altri materiali didattici consigliati

 

- Manuale di Sociolinguistica - Berruto G., Cerruti M., Utet, Torino (2019).

Giapponese per il Business - Mariotti, M., Hoepli, Milano (2019).

Grammatica giapponese –Mastrangelo M., Ozawa N., Saito M., Hoepli, Milano (2006).

-  Grammatica d'uso della lingua giapponese –Oue J., Manieri A., Hoepli, Milano (2019).

La didattica del giapponese attraverso la rete - Teoria e pratica glottodidattica degli audiovisivi - Vitucci F., Clueb, Bologna (2013).

Ciak! Si sottotitola - Traduzione audiovisiva e didattica del giapponese - Vitucci F., Clueb, Bologna (2016).

Metodi didattici

A causa dell’emergenza Covid-19 e a seguito della decisione del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne, il corso si svolgerà come di seguito: 

In presenza + in streaming. Gli studenti che desiderano frequentare dal vivo dovranno indicarlo al momento opportuno seguendo le istruzioni che riceveranno dall’Ateneo. Potranno così frequentare secondo un meccanismo di turnazione in presenza e in streaming (su Microsoft Teams) affinché l’utilizzo delle aule consenta il necessario distanziamento sociale.

Ulteriori dettagli verranno forniti all’inizio del corso.


Compatibilmente con questa modalità di erogazione mista, il corso si comporrà lezioni frontali in presenza del docente, esercitazioni di lettorato e tutorato. Le lezioni saranno fortemente caratterizzate da un'intensa interazione. E' richiesta la partecipazione attiva alle lezioni affinché i partecipanti possano sviluppare una coscienza linguistica autonoma  attraverso le esercitazioni presentate in classe dal docente.  

 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Esame finale: scritto e orale. (NON VI SONO DIFFERENZE TRA STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI)

La prova scritta in aula/ ONLINE tramite piattaforma EOL + ZOOM sarà suddivisa in quattro sezioni al fine di verificare le conoscenze e le competenze acquisite: prova di accertamento grammaticale (20 minuti); prova di kanji e vocaboli (15 minuti); prova di comprensione (20 minuti) e prova di produzione scritta (sakubun + frasi traduzione attiva, 30 minuti). Il voto finale sarà costituito dalla media finale di ogni singola parte della prova scritta. Per superare l'esame scritto sarà necessario superare ogni singola prova.

LA PROVA SCRITTA SUPERATA AVRA' VALIDITA' PER L'ANNO SOLARE.

È PREVISTA LA REINTRODUZIONE DELLA PROVA SCRITTA IN PRESENZA NEL CASO DI ALLENTAMENTO DELLE RESTRIZIONI COVID. SI ESORTANO GLI STUDENTI A TENERE MONITORATO IL PROGRAMMA DELL'INSEGNAMENTO DURANTE L'ANNO ACCADEMICO.

A PARTIRE DALL'A.A. 2021/22 SI INTRODURRÀ UNA PROVA PARZIALE ONLINE DEL SOLO MODULO DI GRAMMATICA (PROF. VITUCCI) A CONCLUSIONE DEL PRIMO SEMESTRE PER GLI STUDENTI DELL'ANNO IN CORSO.

La prova orale ONLINE tramite piattaforma TEAMS sarà volta ad accertare: 1) la capacità di lettura di testi tratti dal manuale senza il supporto delle letture in hiragana; 2) la capacità di rielaborare oralmente contenuti scritti (testi, immagini); 3) le competenze linguistiche (interazione adeguata e sicura, grammatica e lessico corretti e maggiormente sofisticati) attraverso la conversazione libera, il role play e l'argomentazione di temi semplici scelti dallo studente. Tempo totale previsto per la prova: 20 minuti circa.

La conoscenza globale degli argomenti trattati saranno valutati come eccellenza, mentre una competenza eccessivamente attinente ai materiali forniti e priva di sostegno interpretativo sarà considerata con un voto sì positivo, ma non elevato. La provata e reiterata difficoltà a creare nessi logici e descrittivi tra fenomeni e contenuti renderà insufficiente la valutazione. È prevista l'assegnazione di un bonus di valutazione a tutti gli studenti che avranno superato il livello 3 del Japanese Language Proficiency Test o avranno frequentato un corso almeno trimestrale di lingua giapponese estivo in Giappone.

 

Esempi di punteggio:

Punteggi massimi (30- 30 e lode) nel caso in cui il candidato abbia: 1) assimilato tutti i contenuti relativi al modulo di grammatica della lingua illustrato in classe, 2) sia pervenuto alla piena comprensione del modulo sugli ideogrammi, 3) saputo sviluppare un proprio stile traduttivo sapendo bilanciare gli elementi contestuali di lingua source e lingua target, 4) abbia saputo gestire la conversazione orale con eccellenza.

Punteggi intermedi (dal 24 al 29) nel caso in cui il candidato abbia: 1) assimilato parzialmente i contenuti relativi alla lingua illustrati in classe, 2) sia pervenuto ad una discreta comprensione del modulo sugli ideogrammi, 3) saputo sviluppare un proprio stile traduttivo sebbene con piccole difficoltà di adattamento, 4) abbia gestito discretamente i contenuti orali.

Punteggi minimi (dal 18 al 23) nel caso in cui il candidato abbia: 1) assimilato sufficientemente i contenuti relativi al modulo della lingua giapponese illustrato in classe, 2) sia pervenuto ad una sufficiente seppur scarsa comprensione del modulo sugli ideogrammi, 3) saputo sviluppare un proprio stile traduttivo ma con vistose difficoltà di adattamento, 4) non abbia dimostrato alte capacità nella conversazione orale.

Punteggio insufficiente (inferiore al 18) nel caso in cui il candidato non abbia: 1) assimilato i contenuti relativi al modulo di lingua giapponese illustrato in classe, 2) abbia mostrato una comprensione insufficiente del modulo sugli ideogrammi, 3) saputo gestire le problematiche relative alla traduzione, 4) saputo gestire la conversazione in lingua.

Strumenti a supporto della didattica

Materiali audio-visivi e dispense. Verrà fatto uso del proiettore per visualizzare sintesi, concetti, frammenti testuali, immagini e sequenze video.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Francesco Vitucci