81773 - SOCIOLOGIA DELLE DISUGUAGLIANZE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Sconfiggere la povertà Istruzione di qualità Parità di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente matura una conoscenza teorica dei principali concetti utili all’individuazione e alla comprensione delle fonti e delle forme delle disuguaglianze sociali, intese come quelle disparità nelle opportunità e nelle condizioni di vita – di individui e/o di gruppi sociali – che sono generalmente ritenute inique, tant’è che l’azione politica si occupa in misura apprezzabile della loro gestione e/o del loro contenimento. Lo studente, inoltre, acquisisce conoscenze empiriche rispetto all’estensione delle disuguaglianze sociali in Italia e in altri paesi e alla loro evoluzione nel tempo; inoltre, sviluppa la capacità di analizzare criticamente le differenze presenti nella società contemporanea.

Contenuti

Il corso adotta una modalità di organizzazione della didattica che prevede la suddivisione in due diverse sezioni. Una sezione è composta da lezioni frontali (16 ore in modalità remota su MS TEAMS) e si propone di introdurre gli studenti all’acquisizione degli strumenti concettuali e teorici di base. Un’altra sezione, organizzata secondo modalità seminariali (12 ore), è mirata all’applicazione delle conoscenze e al loro approfondimento. La suddivisione in lezioni e seminari è specificata nel programma che segue. Gli studenti si divideranno in due gruppi per la sezione seminariale, in base alla loro preferenza e alle indicazioni dei protocolli relativi all’emergenza sanitaria: un gruppo svolgerà il seminario in presenza (12 ore) e un altro gruppo svolgerà il seminario in modalità remota su MS TEAMS (12 ore), per un totale di 28 ore per ciascuno studente. Gli studenti sono tenuti a presentarsi a lezione avendo già letto il materiale assegnato e – nel caso dei seminari – sarà richiesta una partecipazione attiva anche attraverso il ricorso a presentazioni di ricerche e studi di caso. A prescindere dalle condizioni sanitarie e dalle specifiche modalità di organizzazione del corso, gli studenti potranno seguire le lezioni dell’intero corso in modalità remota su MS TEAMS.

 

Il corso ha per oggetto la ricostruzione del significato di “disuguaglianza” nell’ambito della teoria sociologica e prevede di investigare il concetto di disuguaglianza applicandolo ai vari ambiti sociali (disuguaglianze di genere, di classe, etniche, di istruzione, di salute). Durante il corso si illustreranno le fonti e le forme delle disuguaglianze sociali. L'insegnamento porrà anche attenzione alla trasformazione delle disuguaglianze sociali nelle società occidentali. Al termine del corso ci si attende che lo studente: sia in grado di padroneggiare il patrimonio terminologico e concettuale della sociologia delle disuguaglianze sociali e sappia applicare alla realtà le conoscenze acquisite, commentando in modo critico articoli presenti sui mezzi di informazione e/o sulle riviste scientifiche che trattano il tema delle disuguaglianze sociali.

 

Testi/Bibliografia

Per gli studenti frequentanti (cioè quanti hanno partecipato ad almeno 6 su 8 delle lezioni online e hanno svolto tutte le attività seminariali):

Materiale presentato e distribuito durante il corso e disponibile nella sezione "Materiale didattico".

Zanfrini L. (a cura di), Sociologia delle differenze e delle disuguaglianze, Bologna, Zanichelli, 2011. I capitoli oggetto di esame sono: I.1, I.2, I.3, II.1, II.2, II.3, III.1, III.4, III.6

Kazepov Y. e Carbone D., Che cos'è il welfare state, Roma, Carocci, 2018.

Agli studenti frequentanti sarà richiesto di svolgere in autonomia delle letture, che saranno oggetto di dibattito e discussione in aula.

Lo studente per risultare *frequentante* deve iscriversi entro il 28 settembre 2020 alla pagina https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScpgKoWlol_suVaFVNO3alHHF2vi1MkrMq4M5EPdnhVGZV6IA/viewform?vc=0&c=0&w=1&flr=0

 

Per gli studenti non frequentanti:

Zanfrini L. (a cura di), Sociologia delle differenze e delle disuguaglianze, Bologna, Zanichelli, 2011. I capitoli oggetto di esame sono: I.1, I.2, I.3, II.1, II.2, II.3, III.1, III.4, III.6

Kazepov Y. e Carbone D., Che cos'è il welfare state, Roma, Carocci, 2018.

Due monografie a scelta tra:

Alacevich M. e Soci A., Breve storia della disuguaglianza, Roma-Bari, Laterza, 2019.

Barone C., Le trappole della meritocrazia, Bologna, Il Mulino, 2012.

Castel R., L'insicurezza sociale. Cosa significa essere protetti?, Torino, Einaudi, 2011.

Pacchi C. e Ranci C. (a cura di), White flight a Milano. La segregazione sociale ed etnica nelle scuole dell'obbligo, Milano, Franco Angeli, 2017.

Romito M., Una scuola di classe. Orientamento e disuguaglianza nelle transizioni scolastiche, Milano, Guerini Scientifica, 2016.

Todesco L., Quello che gli uomini non fanno, Roma, Carocci, 2013.

 

Metodi didattici

Lezioni online e frontali e discussione in aula di saggi e articoli accademici.

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Per gli studenti frequentanti:

L’esame si compone di due parti: la prima (che contribuisce per i 3/5 alla determinazione del voto finale) riguarda le attività di presentazione e discussione in aula di articoli accademici o capitoli di libri e di una piccola relazione di ricerca su un tema a piacere attinente alla sociologia delle disuguaglianze. La relazione dovrà essere inviata a d.mantovani@unibo.it entro il 18 dicembre 2020.
La lunghezza e la struttura della relazione verranno comunicate a lezione.

La seconda parte dell'esame (che contribuisce per i rimanenti 2/5 alla determinazione del voto finale) si basa su una prova scritta che lo studente frequentante dovrà sostenere al termine del corso. La prova scritta si compone di domande a risposta aperta relative a quanto studiato nei manuali.

 

Per gli studenti non frequentanti:

L'esame è scritto e si compone di domande a risposta sia multipla, sia aperta.

 

I candidati possono fare valere soltanto la votazione conseguita nel più recente tentativo di superare l'esame. Lo studente che non si presenta a un appello d'esame cui risulta regolarmente iscritto non potrà presentarsi all'appello successivo.

IMPORTANTE: L'iscrizione all'esame avviene su Almaesami da parte dello studente. Le liste di iscrizione chiudono 5 giorni prima dell'appello. Non è possibile iscriversi una volta che le liste sono chiuse. E', pertanto, responsabilità individuale e unica dello studente provvedere a iscriversi per tempo. La cancellazione dalla lista può (e deve), invece, essere fatta fino al giorno prima dell'esame per non incorrere nel salto di appello. Tuttavia, se la cancellazione avviene a liste chiuse (cioè 5 giorni prima dell'esame), lo studente deve darne contestuale comunicazione via e-mail al docente (d.mantovani@unibo.it).

 

RIFIUTO DEL VOTO: Lo studente che supera la prova può rifiutare il voto una sola volta. Tale principio è conforme a quanto specificato nel Regolamento Didattico di Ateneo, art. 16, co. 5, modificato dalla delibera del Senato Accademico approvata dal CdA nel febbraio 2018: “in caso di esito positivo lo studente può chiedere di rifiutare il voto. Il rifiuto deve essere concesso dal docente almeno una volta sul singolo insegnamento”. Dopo un rifiuto, qualsiasi esito positivo verrà verbalizzato.

Strumenti a supporto della didattica

Slide.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Debora Mantovani