00232 - DIRITTO PRIVATO COMPARATO

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente acquisisce una preparazione gius-comparatistica di base, funzionale alla miglior comprensione dei mutamenti e della circolazione del diritto, alla valutazione delle soluzioni normative più efficaci in un dato contesto e alla comprensione dei meccanismi di regolamentazione dei rapporti giuridici tra soggetti di ordinamenti diversi. È in grado di applicare gli strumenti di analisi giuridica e micro-economica per misurare le similitudini e le differenze tra ordinamenti giuridici, sia nel loro complesso, sia con riferimento a specifici istituti privatistici (contratto, proprietà, illecito civile) particolarmente rilevanti nei rapporti trans-nazionali tra imprese. È in grado di orientare la scelta del diritto applicabile alle transazioni alle quali prenda parte un soggetto privato. Comprende il significato linguistico e giuridico delle nozioni gius-privatistiche utilizzate nell’ambito di altri ordinamenti europei ed extra-europei. Utilizza con familiarità banche dati e altri strumenti necessari per l’apprendimento e l’aggiornamento delle proprie conoscenze del diritto straniero e del diritto uniforme di fonte sovranazionale.

Programma/Contenuti

Introduzione alla comparazione - La macrocomparazione: i grandi sistemi giuridici - Circolazione di modelli e trapianti giuridici - La microcomparazione - Introduzione agli istituti privatistici in chiave comparatistica. Il contratto in diritto comparato – Il fatto illecito in diritto comparato - La tutela della proprietà industriale - La responsabilità per danno da prodotto difettoso - - Il trust - Diritto islamico e finanza islamica - I contratti internazionali: negoziazione, redazione e conclusione. -Il contratto nel diritto uniforme: la Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale di beni mobili -Diritto societario comparato (cenni) - Diritto fallimentare comparato (cenni)

Testi/Bibliografia

Parte manualistica:

Vincenzo Varano – Vittoria Barsotti, La tradizione giuridica occidentale, vol. I, testo e materiali per un confronto civil law common law, sesta edizione, Giappichelli, Torino, 2018, pp. 1-44, 107 -181, 250-348.

Atlante di diritto privato comparato (a cura di) FRANCESCO GALGANO, con la collaborazione di Franco Ferrari e Gianmaria Ajani, quinta edizione, Zanichelli, Bologna, 2011, pp. 33-54; 69-144; 155-174; 213-240; 245-254; 267-288.

Parte di approfondimento:

Studenti frequentanti: Materiali distribuiti o suggeriti nel corso delle lezioni.

Studenti non frequentanti: F. Bortolotti, Il contratto internazionale - Manuale teorico/pratico, II edizione, Cedam, Padova, 2017, pp. 3-19, 319-347.

NOTA: Per gli studenti che avessero inserito l'esame in piano di studi in anni accademici precedenti all'a.a. 2011-2012, il testo consigliato è:

Aldo Frignani - Marco Torsello, Il contratto internazionale. Diritto comparato e prassi commerciale, Cedam, Padova, 2010, Capitoli I-XII (pp. 1-730);

unitamente a

Francesco Galgano (a cura di, con l'assistenza di Franco Ferrari e Gianmaria Ajani) Atlante di diritto privato comparato, 5° ed., Zanichelli, Bologna, 2011, Tavole 1, 2 e 4.

ATTIVITA' INTEGRATIVE DI DIRITTO PRIVATO COMPARATO (3CFU):

Il programma è il seguente:

1) I regimi patrimoniali tra coniugi e la circolazione delle cose mobili
2) Introduzione al diritto uniforme ed alla disciplina della vendita internazionale;
3) Il regime dei titoli di credito nei sistemi di civil law e di common law;
4) La proprietà industriale.

Oppure, in alternativa:

Aldo Frignani - Marco Torsello, Il contratto internazionale. Diritto comparato e prassi commerciale, Cedam, Padova, 2010, Capp. I-III + Cap. VII (pp. 1-154 + 437-512).

 


Metodi didattici

Il corso si svolgerà attraverso lezioni e seminari in cui si approfondiranno gli argomenti del corso. La continuità della partecipazione al corso verrà accertata mediante autocertificazione.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame di profitto verrà svolto in forma orale. Sono previste modalità specifiche d'esame per gli studenti frequentanti.
Il corso si terrà nel I semestre.

Strumenti a supporto della didattica

Il materiale didattico integrativo verrà caricato su una pagina e-learning dedicata, al pari delle slides relative ai principali argomenti trattati.

 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Laura Maria Franciosi