19938 - OBBLIGAZIONI E CONTRATTI NEL SETTORE SPORTIVO

Scheda insegnamento

  • Docente Margherita Pittalis

  • Crediti formativi 6

  • SSD IUS/01

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente: - possiede i concetti fondamentali delle fonti delle obbligazioni, con particolare riguardo al contratto ed alla responsabilità civile da fatto illecito; - è in grado di applicare tali conoscenze al contratto di lavoro sportivo, al contratto di sponsorizzazione sportiva e, in generale, a tutti i contratti del mondo dello sport; - è in grado di applicare detti concetti a tutto il settore della responsabilità sportiva da fatto illecito; - è in grado di comprendere la casistica giurisprudenziale esaminata su dette tematiche.

Programma/Contenuti

Nozione giuridica di sport.

L'ordinamento sportivo: fonti, soggetti e principali documenti sullo sport.

Nozione di obbligazione.

Fonti delle obbligazioni.

Il fatto illecito: nozione ed elementi.

Ingiustizia del danno e lesione di diritti personalissimi.

La “scriminante sportiva” e il suo fondamento.

Distinzioni fra le discipline sportive in base al rischio di lesioni.

La responsabilità dell'atleta:

- negli sport a contatto necessario: pugilato, arti marziali, rugby, hockey, football americano;

- negli sport a contatto eventuale: calcio, calcetto, basket, pallavolo;

- negli sport pericolosi: gare motoristiche, ciclismo e sport su strada, sci e sport sulla neve, attività equestre, scherma, attività venatoria;

- negli sport con rischio di lesioni minimo o nullo: tennis, squash, atletica;

- in contesti particolari: allenamenti, partite fra dilettanti, partite fra minori.

La responsabilità dell'organizzatore di eventi sportivi.

La responsabilità del C.O.N.I. e delle Federazioni.

La responsabilità del gestore di impianti sportivi.

La responsabilità dell’allenatore e dell’istruttore.

La responsabilità del medico sportivo.

La responsabilità dell’arbitri e dell’ufficiale di gara.

Il sistema della giustizia sportiva.

Il doping.

Il contratto.

Il contratto di sponsorizzazione e lo sfruttamento dell'immagine.

Il contratto di merchandising.

Il contratto di lavoro dell'atleta professionista e dell'atleta dilettante.

L'agente sportivo.

La cessione del contratto di lavoro sportivo.

La cessione dei diritti audiovisivi.

Testi/Bibliografia

Gli studenti frequentanti studieranno il seguente testo:

Margherita Pittalis, Sport e diritto. L'attività sportiva fra performance e vita quotidiana, Milano, Wolters Kluwer-Cedam, 2019: i capitoli II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X, XI saranno obbligatori, mentre i capitoli I, XII e XIII saranno oggetto della prima domanda a scelta dello studente. Per i frequentanti saranno obbligatori la Prefazione al testo e i paragrafi 1 e 2 del capitolo I. 

Gli studenti frequentanti avranno a disposizione quale ausilio i modelli contrattuali e i casi giurisprudenziali spiegati a lezione (reperibili alla sezione materiale didattico nel sito del Docente [Alma DL]).

Gli studenti non frequentanti studieranno interamente il medesimo testo:

Margherita Pittalis, Sport e diritto. L'attività sportiva fra performance e vita quotidiana, Milano, Wolters Kluwer-Cedam, 2019: sarà obbligatorio studiare la Prefazione e tutti i capitoli, senza domanda a scelta dello studente.

Metodi didattici

Le lezioni saranno tenute interamente dalla Prof. Margherita Pittalis, titolare del corso.

L'esposizione teorica degli istituti, a fini di miglior chiarimento, sarà accompagnata dal commento di moduli contrattuali del mondo dello sport e di casistica giurisprudenziale facilmente rinvenibile on line dallo studente alla sezione materiale didattico nel sito del Docente (Alma DL).

Le lezioni potranno inoltre essere arricchite da incontri con operatori del mondo sportivo.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Le lezioni si svolgeranno nel II (secondo) semestre.

Coloro che ottengono l'attestazione di frequenza nell'A.A. corrente potranno sostenere l'esame solo a partire dal mese di maggio.

Non vi è alcuna propedeuticità ai fini del sostenimento dell’esame.

L'esame consiste in un’interrogazione orale sull’intero programma del corso.

I soli studenti frequentanti avranno la facoltà di scegliere la prima domanda.

L'esame di profitto consisterà in un colloquio sulle tematiche indicate nella sezione “Programma e contenuti”.

La valutazione della prova verrà effettuata tenendo in considerazione i seguenti criteri:

  • la conoscenza dei profili istituzionali;
  • la capacità di analizzare gli orientamenti giurisprudenziali e dottrinali;
  • la capacità di effettuare collegamenti tra le diverse parti del programma;
  • la capacità di sviluppare argomentazioni critiche;
  • l’articolazione dell’esposizione;
  • l’accuratezza dell’esposizione.

TESI DI LAUREA

Le tesi di laurea sono assegnate dalla Prof. Margherita Pittalis, previo colloquio.

Strumenti a supporto della didattica

Il docente, a miglior chiarimento degli istituti, spiegherà a lezione modulistica contrattuale e decisioni giurisprudenziali, facilmente rinvenibili dallo studente alla sezione materiale didattico nel sito del Docente (Alma DL).

Gli studenti che per ragioni dipendenti da disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) necessitino di strumenti compensativi potranno comunicare al Docente le loro esigenze in modo da essere indirizzati ai referenti e concordare l’adozione degli accorgimenti più opportuni.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Margherita Pittalis