82720 - SCIENZA DELL'ANIMALE DA LABORATORIO E MODELLI ANIMALI PER LA MEDICINA TRASLAZIONALE

Scheda insegnamento

  • Docente Monica Forni

  • Moduli Monica Forni (Modulo 1)
    Luciana Giardino (Modulo 2)
    Simona Valentini (Modulo 3)

  • Crediti formativi 8

  • SSD VET/02

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 1)
    Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 2)
    Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 3)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2019/2020

Programma/Contenuti

Al termine del corso, lo studente conosce le basi della Scienza dell'Animale da Laboratorio e delle problematiche legate alla sperimentazione animale nonché delle modalità alternative all'utilizzo di animali da esperimento nella ricerca biomedica.

Lo studente è in grado di applicare il principio delle 3Rs, con focus su diritti e benessere animale nel rispetto delle leggi che regolano questo uso valutando i rischi potenziali per la salute associati con la sperimentazione animale e come ridurli, i fattori esterni che influenzano le risposte, i principi per la standardizzazione delle variabili, i principi per l’organizzazione del monitoraggio sanitario. Lo studente conosce la gestione e stabulazione dell’animale da laboratorio, le manovre di base per lo sviluppo e la caratterizzazione di modelli animali anche nell'ottica della medicina traslazionale.

Lo studente possiede le linee guida per una corretta valutazione del paziente chirurgico, con particolare riferimento al topo e al ratto. Lo studente sarà in grado di: valutare lo stato di salute nel paziente nel periodo preopratorio, preparare l'ambiente chirurgico e il relativo strumentario dedicato, scegliere le vie d'accesso chirurgiche più idonee e i protocollo di contenimento farmacologico e analgesico, monitorare il paziente nella fasi post-operatorie e riconoscere gli stati di discomfort.

Lo studente è inoltre in grado di avere autonomia di giudizio rispetto alla corretta pianificazione di esperimenti che coinvolgono gli animali, reperire dal web informazioni sulle procedure sperimentali e sui metodi alternativi, avere abilità comunicative rispetto alle opinioni correnti relative alla sperimentazione animale.

In particolare nei diversi moduli saranno approfonditi i seguenti temi:

Modulo 1 (prof Forni)

Principi base della Scienza dell'Animale da Laboratorio

Principi di standardizzazione della sperimentazione animale

Specie animali utilizzate nella sperimentazione e valutazione di applicazioni pratiche nella letteratura scientifica

Modulo 2 (Prof Giardino)

Protocolli legati alla biosicurezza nello stabulario

Gestione dello stabulario, delle colonie e della sperimentazione

Modelli di malattie neurologiche e dismetaboliche (transgenici e non): induzione, monitoraggio, significato traslazionale

Modulo 3 (Prof Valentini)

Principi base della chirurgia nella Scienza dell'Animale da Laboratorio nel periodo preoperatorio

Principi base della chirurgia nella Scienza dell'Animale da Laboratorio nel periodo intra-operatorio

Specie animali utilizzate nella sperimentazione e valutazione di applicazioni pratiche nella letteratura scientifica

 

Testi/Bibliografia

L. F. van Zutphen, V. Baumans, A. C. Beynen. Principles of Laboratory Animal Science, Revised Edition Edited By, Utrecht University, Department of Veterinary Science, Utrecht, The Netherlands

Metodi didattici

Lezioni Frontali, discussione guidata, attività in stabulario.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La valutazione finale sarà così composta:

30% partecipazione attiva durante le lezioni mediante interventi e domande.

50% valutazione collegiale mediante presentazione di un lavoro di gruppo rivolta ad accertare in particolare le competenze trasversali mediante la valutazione ed il commento di lavori scientifici.

20% abilità pratiche accertate direttamente durante le ore di attività svolte in stabulario.

Strumenti a supporto della didattica

PPT delle lezioni e siti web dedicati

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Monica Forni

Consulta il sito web di Luciana Giardino

Consulta il sito web di Simona Valentini