28121 - GEOFISICA DEI RISCHI AMBIENTALI

Scheda insegnamento

  • Docente Antonello Piombo

  • Crediti formativi 6

  • SSD GEO/10

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Città e comunità sostenibili

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede le conoscenze geofisiche necessarie per valutare i rischi ambientali di origine naturale ed antropica. E' in grado di utilizzare gli strumenti geofisici e le stime di pericolosità disponibili per mitigarne gli effetti. Conosce l'applicazione dei metodi di indagine geofisica ai problemi ambientali, la prospezione sismica e geoelettrica e l'acquisizione ed interpretazione dei dati ottenuti con georadar.

Programma/Contenuti

Il corso intende dare alcuni elementi per rispondere a due quesiti:
1. Quali metodi della geofisica sono utili allo scienziato ambientale per studiare le dimensioni e lo stato di una discarica, l'inquinamento dei suoli, le perdite di fluidi da una condotta...?
2. Cosa rende sismico un territorio?

Più nello specifico il corso si articola nel seguente modo:

Introduzione: applicazione dei metodi di indagine geofisica ai problemi ambientali.

Prospezione geoelettrica: resistività elettrica, teoria del flusso di corrente nel terreno, procedure di campagna e progettazione del sondaggio, strumentazione, interpretazione dei dati, applicazioni ambientali.

Georadar: principi base, acquisizione ed interpretazione dei dati, determinazione delle velocità, applicazioni ambientali.

Il Rischio sismico: concetto di rischio, la tettonica delle placche, le onde sismiche, la fisica della sorgente sismica, la sismicità italiana, stime di pericolosità sismica, mappe di rischio, fake news, cittadinanza scientifica.

Il corso prevede delle esercitazioni pratiche attraverso alcune campagne di misura e attività di laboratorio.

Testi/Bibliografia

J. M. Reynolds, An Introduction to Applied and Environmental Geophysics (2nd Edition), Wiley, 2011.

H. R. Burger, A. F. Sheehan, C. H. Jones, Introduction to Applied Geophysics: Exploring The Shallow Subsurface, W. W. Norton & Co. Inc., 2006.

A. Udías, E. Buforn, Principles of Seismology, 2nd ed., Cambridge University Press, 2018.

A. Amato, Sotto i nostri piedi. Storie di terremoti, scienziati e ciarlatani (2a edizione), Codice, 2018.

E. Carrara, A. Rapolla, N. Roberti, I metodi geoelettrico e sismico per le indagini superficiali del sottosuolo, Liguori Ed., 2012.

Metodi didattici

Presentazioni in videoproiezione, proiezione filmati, cooperative learning, esercitazioni di laboratorio e campagne di misura in siti di interesse.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente avverrà attraverso un esame orale articolato nella presentazione e nella discussione delle relazioni delle esperienze in laboratorio e in campo, al fine anche di verificare le conoscenze degli argomenti oggetto del corso. La presentazione sarà giudicata sulla base della padronanza degli argomenti esposti, dell’uso appropriato dei termini tecnici, dell’organizzazione e struttura del materiale presentato, nonché del contenuto e della chiarezza di esposizione.

Strumenti a supporto della didattica

Presentazioni Power-point, filmati

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Antonello Piombo