34313 - COSTRUZIONE DI MACCHINE T

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Fornire conoscenze di base sulla meccanica dei corpi deformabili e nozioni applicative che consentano di calcolare semplici strutture e di comprendere le normative di riferimento. Fornire nozioni di base sull’analisi delle tensioni e delle deformazioni e sul comportamento meccanico dei materiali metallici soggetti a carichi statici, affaticanti e termici. Rendere gli allievi in grado di calcolare semplici strutture e componenti di interesse industriale quali gusci assialsimmetrici e piastre.

Programma/Contenuti

Parte1 (meccanica dei solidi): prova di trazione quasi statica, tensori di tensione e deformazione, comportamento meccanico dei materiali e legge di Hooke, densità di energia di deformazione elastica, effetto termico. Trasformazione del tensore di tensione, sistema principale di tensione e rappresentazione dello stato tensionale nel piano del Mohr. Criteri di resistenza. Equazioni indefinite di equilibrio, legame costitutivo e relazioni di compatibilità. Esistenza ed unicità della soluzione.
Parte2 (reattori in pressione): dimensionamento, verifica di resistenza e calcolo deformativo di reattori cilindrici e sferici di forte spessore. Dimensionamento e verifica dei gusci cilindrico, conico e sferico e dei fondi a sezione toro-sferica ed ellittica.
Parte3 (statica di sistemi di travi): analisi strutturale di telai e reticolari labili, iso- ed iper-statici. Analisi dei carichi e dei vincoli, equilibrio delle azioni nel corpo libero e diagrammi delle azioni interne. Proprietà geometriche delle sezioni piane (area, momenti statici e momenti di inerzia; tensore di inerzia, sistema principale di inerzia e rappresentazione nel piano del Mohr). Analisi tensionale e deformativa da sforzo normale, torsione, flessione e taglio. Studio della linea elastica delle travi inflesse, teorema di Castigliano, coefficienti di influenza elastici. Verifica a presso flessione di travi caricate in punta.
Parte4 (elementi di macchine): tensione per contatto Hertziano, cuscinetti volventi, ruote dentate cilindriche a denti dritti.
Parte5 (collegamenti): collegamenti bullonati e saldati.
Parte6 (progettazione a fatica): Concentrazione geometrica delle tensioni, fatica e meccanica della frattura, creep, tensioni residue.

Testi/Bibliografia

Dispense e materiale didattico disponibile on-line (link pubblicato su IOL del corso)

Lettura consigliata per approfondimenti relativi alle parti 1 e 3: "Meccanica dei Solidi", Beer; Mc-Graw Hill.

Lettura consigliata per approfondimenti relativi alle parti 4, 5 e 6: "Fondamenti di Costruzione di Macchine", Juvinall e Marshek; CittàStudi edizioni.



Metodi didattici

Lezione frontale

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame scritto e orale

Strumenti a supporto della didattica

Dispense e casi applicativi tratti dalla sperimentazione E_CAE del docente accessibile on-line.

Impiego del software di calcolo algebrico simbolico WxMaxima.

 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Piero Morelli