73380 - LABORATORIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER L'EDUCATORE SOCIALE E CULTURALE I (G.B)

Scheda insegnamento

  • Docente Valeria Friso

  • Crediti formativi 3

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del laboratorio lo studente: - è capace di muoversi autonomamente nell'applicare le tecniche specifiche apprese in modo autonomo o all'interno di progettazioni organizzate dalle istituzioni; - sa confrontarsi con altri soggetti sulle modalità d'uso e di documentazione delle tecniche apprese; - sa collocare il sapere specifico appreso in differenti tipologie di servizio; - sa valutare i limiti e i pregi delle strumentazioni tecniche apprese; - sa trasferire le tecnologie apprese in contesti differenziati apportandovi modificazioni e integrazioni personali.

Contenuti

  • Progetto di vita e sue possibili configurazioni per le persone adulte con disabilità
  • Legge 68 /1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” e successive modifiche e integrazioni. Legge 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. Decreto sulla razionalizzazione e semplificazione in materia di lavoro, entrato in vigore il 24 settembre con il n. 151/2015.
  • La rete territoriale: attori e connessioni
  • Autonoma e vita indipendente a partire dall'approccio dell’ICF (WHO, 2001)

Al termine del laboratorio lo studente sarà in grado di:

  • proseguire/avviare un lavoro di riflessione sui significati, gli approcci, le metodologie, gli strumenti utili a promuovere interventi di inclusione sociale in un’ottica di Progetto di vita

  • individuare/attuare azioni a sostegno della rete sociale per finalità co-progettuali

  •  denominare i processi di lavoro e le premesse metodologiche, per sviluppare i processi dialogici con famiglie/territori/enti locali, per partecipare in modo proattivo al lavoro delle équipe multidisciplinari

Testi/Bibliografia

Friso Valeria (2017).  Disabilità, rappresentazioni sociali e inserimento lavorativo. Percorsi identitari, nuove progettualità, Milano, Guerini e Associati

Friso Valeria (2013). Inclusione sociale, lavoro e capability, in «Formazione & Insegnamento», n. 1, pp. 91 - 102

Lepri Carlo (2016). La persona al centro. Autodeterminazione, autonomia, adultità per le persone disabili. Milano, Franco Angeli

Lepri Carlo (2011). Viaggiatori inattesi. Appunti sull'integrazione sociale delle persone disabili. Milano, Franco Angeli

Montobbio Enrico, Lepri Carlo (2000), Chi sarei se potessi essere. La condizione adulta del disabile mentale. Pisa, Edizioni del Cerro

Ulteriori indicazioni saranno fornite durante lo svolgimento del laboratorio

Metodi didattici

Le attività verranno proposte attraverso una sequenza strutturata di azioni analogiche e metaforiche garantendo un ambiente protetto in cui è possibile sbagliare, provare e riprovare, mettersi alla prova, apprendere da successi ed errori.

Si predisporrà un ambiente per un apprendimento pianificato che permette di diventare più efficaci nello svolgere il proprio lavoro.

Modalità di verifica dell'apprendimento

In itinere si valuterà: la puntualità (rispetto alla partecipazione al laboratorio e alla presentazione degli elaborati/esercitazioni), il grado di interazione, la proprietà di linguaggio, l’accuratezza espressiva.

La valutazione formativa (di esercitazioni, report individuali, esposizione di lavori di gruppo, ecc.), effettuata insieme allo studente/ssa, permetterà di comprendere le conoscenze e abilità da lui/lei via via raggiunte.

Strumenti a supporto della didattica

Videoproiettore, piattaforma AMS_Campus

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Valeria Friso