30954 - LINGUA E LINGUISTICA NEDERLANDESE 1

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede una competenza del neerlandese (olandese e fiammingo) che gli consente di gestire la comunicazione in situazioni linguistiche non complesse, al livello A2 dei parametri fissati dal Consiglio d’Europa. Ha acquisito inoltre strumenti di analisi della cultura neerlandese, in chiave diacronica e sincronica, grazie allo studio di temi di storia e geografia culturale e a presentazioni orali.

Programma/Contenuti

a) Introduzione alla lingua e cultura neerlandese, in chiave diacronica e sincronica:

- Lineamenti di storia politica, economica e sociale e di geografia culturale dei Paesi Bassi. Cenni generali sulla diffusione della lingua, sulla sua denominazione, sulla sua evoluzione storica dalle origini germaniche al Novecento, con lettura di documenti storici e letterari: lezioni frontali e seminariali;

- Temi di società e cultura dei Paesi Bassi contemporanei: presentazioni degli studenti;

- Cenni di fonologia e morfologia di base del neerlandese: lezioni frontali.

b) Attività linguistiche (Wouter de Leeuw, Anouk van der Brugh) con le seguenti tematiche: Identità (nome, attività, famiglia), Spazio (La casa, il paese, provenienza), Tempo (Contare, cronologia, narrazione /tempo grammaticale), Oggetti e processi (mangiare, bere, comprare, ordinare, presentarsi; gusto, preferenze e abitudini). Fonologia e Morfologia: le vocali, le consonanti e i dittonghi; sillabe, verbi composti. Grammatica: La frase principale, il verbo, tempo e aspetto, modalità, il nome e l'aggettivo. Pronomi, preposizioni e avverbi.

Testi/Bibliografia

a) - W. Daniëls, Talking Dutch, Ons Erfdeel vzw, 2005; E.H. Kossmann - J.A. Kossmann Putto, I Paesi Bassi, Stichting Ons Erfdeel, Rekkem 1993; The Passenger - Olanda, Iperborea, Milano 2018 (parti indicate); J. Koch, F. Paris, M. Prandoni, F. Terrenato (a cura di), Harba lori fa! Percorsi di letteratura fiamminga e olandese, Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", Napoli 2012, pp. 9-23; D. Ross, La lingua neerlandese in Italia, QuaderniCIRD 15 (2017), pp. 47-57; P. D'Achille, Il neerlandese è olandese o belga?, Consulenza Accademia della Crusca, 20 giugno 2017; L. Federzoni (a cura di), I fiamminghi e l'Europa. Lo spazio e la sua rappresentazione, Pàtron, Bologna 2002 (Parte prima);

- E. Besamusca, J. Verheul (eds.), Discovering the Dutch. On Culture and Society of the Netherlands, AUP, Amsterdam, 2014 (seconda edizione); M. Prandoni, Se fossi in te andrei in Olanda. Letteratura della migrazione nei Paesi Bassi contemporanei, I libri di Emil, Bologna, 2015, pp. 13-24;

- R. Snel Trampus, Introduzione allo studio della lingua neerlandese, LED, Trieste 1993.

b) O. Boers, M. Heijne, CODE, Basisleergang Nederlands voor anderstaligen, 1, ThiemeMeulenhoff, Utrecht/Zutphen, 2004; J. van der Toorn-Schutte,  Klare Taal!, Uitgebreide basisgrammatica NT2004oom, Amsterdam, 2003; D. Ross, L. Berghout, M. Mertens, R. Dagnino, Mooi zo! Corso di lingua neerlandese, Hoepli, Milano 2017; D. Ross, E. Koenraads,  Grammatica neerlandese di base, Milano: Hoepli, 2007; H. van der Heide, W. de Leeuw, D. te Sla, Syllabus Taalverwerving.

Metodi didattici

a) Lezioni frontali e presentazioni degli studenti.
b) Lezioni frontali, lavoro di gruppo e presentazioni orali degli studenti.

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

a) Esame scritto. Valutazione delle presentazioni orali.

Nell'esame scritto si valuterà la capacità degli studenti di concettualizzare in modo sintetico ma preciso processi culturali importanti nella storia dei Paesi Bassi.

b) Accertamento linguistico scritto e orale.

 

Strumenti a supporto della didattica

Lo studente potrà integrare le esercitazioni linguistiche con attività di autoapprendimento, disponibili al link: https://e-localcourses.eu

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Marco Prandoni