Corso di alta formazione in Vittimologia applicata agli interventi nelle emergenze - 5603

Codice 5603
Anno accademico 2018-2019
Tipologia di corso Formazione permanente
Area di interesse Area sociale, economica, giuridica
Sede didattica Bologna
Direttore Roberta Bisi
Durata 5 mesi
Costo 950,00€
Prevista selezione No
Scadenza bando

30/09/2018 (Scaduto)

Struttura proponente
Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia
Scuola di riferimento
Scienze politiche
Presentazione
Le situazioni di emergenza che si verificano a più riprese ormai da diversi decenni in molteplici parti del mondo hanno aumentato l'interesse nei confronti degli interventi socio-psicologici, vittimologici e giuridici d'urgenza. Le conseguenze per le vittime di tali eventi sono purtroppo sottostimate dato che non riguardano soltanto la sfera fisica, ma anche quella sociale, relazionale, psicologica ed conomica. Infatti, tali situazioni sono accompagnate da perdite inestimabili per le vittime come, ad esempio: persone care, integrità fisica, beni materiali, luogo di appartenenza, sentimenti di fiducia e di sicurezza. In tal senso, l'obiettivo del corso è quello di fornire un aggiornamento specifico relativo alle professionalità richieste nei contesti di emergenza causati da eventi traumatici di origine umana (crimini, atti terroristici, ecc.), di origine tecnologica (incidenti ferroviari, ecc.) o di origine naturale (terremoti, inondazioni, ecc.).
Obiettivi
Il percorso formativo riguarderà tematiche relative alla prevenzione della vittimizzazione, alla gestione delle differenti situazioni di crisi e al relativo intervento socio-psicologico, vittimologico e giuridico.
A chi si rivolge
Tutti i professionisti in contatto con le vittime nelle situazioni di emergenza: sociologi, assistenti sociali, psicologi, medici, veterinari, giuristi, criminologi, vittimologi, antropologi, educatori, mediatori culturali, giornalisti professionisti, infermieri, operatori delle forze dell'ordine, peratori della protezione civile.
Numero partecipanti
Minimo: 15 - Massimo: 50
Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-11 Lingue e Culture moderne; L-12 Mediazione Linguistica; L-14 Scienze dei Servizi Giuridici; L-19 Scienze dell'Educazione e della Formazione; L-20 Scienze della Comunicazione; L-24 Scienze e Tecniche Psicologiche; L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali; L-37 Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace; L-39 Servizio Sociale; L-DC Scienze della Difesa e della Sicurezza; L-SNT01 Professioni Sanitarie Infermieristiche e Professione Sanitaria Ostetrica o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento);
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM-01 Antropologia Culturale ed Etnologia; LM-13 Farmacia e Farmacia Industriale; LM-36 Lingue e Letterature dell'Africa e dell'Asia; LM-38 Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale; LM-41 Medicina e Chirurgia; LM-42 Medicina Veterinaria; LM-50 Programmazione e Gestione dei Servizi Educativi; LM-51 Psicologia; LM-57 Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione Continua; LM-62 Scienze della Politica; LM-81 Scienze per la Cooperazione e lo Sviluppo; LM-85 Scienze Pedagogiche; LM-87 Servizio Sociale e Politiche Sociali; LM-88 Sociologia e Ricerca Sociale; LM-92 Teorie della Comunicazione; LM-94 Traduzione Specialistica e Interpretariato; LMG-01 Giurisprudenza; LM-DC Scienze della Difesa e della Sicurezza; LM-SC Scienze Criminologiche applicate all'investigazione e alla sicurezza) o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).
Sono ammesse inoltre anche altre lauree in ambito socio-criminologico e vittimologico, solo in presenza di qualificata e documentata esperienza professionale o di ulteriore documentata formazione post laurea nelle materie oggetto del corso.
Piano didattico
  • Processi di vittimizzazione, diritti, assistenza e protezione delle vittime - SSD: SPS/12 - Docente: Stefano Canestrari
  • Tecniche e strumenti per gli interventi socio-psicologici e assistenziali nelle emergenze - SSD: M-PSI/05 - Docente: Gabriele Prati
  • Gestione dei conflitti e mediazione interculturale nelle emergenze - SSD: M-PED/03 - Dpcente:Dimitris Argiropoulos
  • Laboratorio sui processi di vittimizzazione e dinamiche di gruppo
Frequenza obbligatoria
80%