Corso di alta formazione in Percorsi di vittimizzazione in ambito intrafamiliare - 5605

Codice 5605
Anno accademico 2018-2019
Tipologia di corso Formazione permanente
Area di interesse Area sociale, economica, giuridica
Sede didattica Bologna
Direttore Raffaella Sette
Durata 5 mesi
Costo 850,00€
Prevista selezione No
Scadenza bando

16/10/2018 (Scaduto)

Struttura proponente
Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia - SDE
Scuola di riferimento
Scienze politiche
Presentazione
Una sensibilizzazione mirata al problema della violenza intrafamiliare e la moltiplicazione delle iniziative formative rappresentano due capisaldi che potrebbero impedire, in un prossimo futuro, di accostare ancora la parola violenza, nelle sue forme estreme, all’emergenza, nella consapevolezza che non si tratta di un’emergenza, bensì, purtroppo, di un fenomeno che dimora nella nostra società e che richiede, per essere adeguatamente prevenuto e represso, lo sforzo di tutti.
La violenza all'interno della famiglia è infatti oggi un fenomeno globale e molto diffuso. Nonostante ciò, il suo riconoscimento è ancora problematico sia all’interno delle famiglie, sia da parte dei servizi territoriali, che non sempre riescono ad interpretare tempestivamente i segnali di disagio e le richieste di aiuto da parte delle vittime coinvolte.
Le relazioni violente influiscono sulla funzione genitoriale e riverberano i loro effetti anche sui minorenni, coinvolti come testimoni e come vittime. Ciò provoca in essi effetti a breve e a lungo termine in grado di intaccare il loro benessere psicofisico e la salute.
Obiettivi
L'obiettivo del corso è quello di fornire un aggiornamento specifico relativo alle professionalità richieste nei contesti di violenza intrafamiliare che vedono come protagonisti donne e bambini, vittime vulnerabili con bisogni particolari.
A chi si rivolge
Tutti i professionisti in contatto con le vittime nelle situazioni di violenza intrafamiliare: sociologi, psicologi, vittimologi, assistenti sociali, giuristi, medici, infermieri, operatori delle forze dell'ordine.
Numero partecipanti
Minimo: 15 - Massimo: 50
Incompatibilità con altri corsi

a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-11 Lingue e Culture moderne; L-12 Mediazione Linguistica; L-14 Scienze dei Servizi Giuridici; L-19 Scienze dell'Educazione e della Formazione; L-20 Scienze della Comunicazione; L-24 Scienze e Tecniche Psicologiche; L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali; L-37 Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace; L-39 Servizio sociale; L-DC Scienze della Difesa e della Sicurezza; L-SNT01 Professioni Sanitarie Infermieristiche e Professione Sanitaria Ostetrica o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento);

b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi:  LM-01 Antropologia Culturale ed Etnologia; LM-13 Farmacia e Farmacia Industriale; LM-36 Lingue e Letterature dell'Africa e dell'Asia; LM-38 Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale; LM-41 Medicina e Chirurgia; LM-50 Programmazione e Gestione dei Servizi Educativi; LM-51 Psicologia; LM-57 Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione Continua; LM-62 Scienze della Politica; LM-81 Scienze per la Cooperazione e lo Sviluppo; LM-85 Scienze Pedagogiche; LM-87 Servizio Sociale e Politiche Sociali; LM-88 Sociologia e Ricerca Sociale; LM-92 Teorie della Comunicazione; LM-94 Traduzione Specialistica e Interpretariato; LMG-01 Giurisprudenza; LM-DC Scienze della Difesa e della Sicurezza; LM-SC Scienze Criminologiche applicate all'investigazione e alla sicurezza) o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Sono ammesse inoltre anche altre lauree in ambito socio-criminologico e vittimologico, solo in presenza di qualificata e documentata esperienza professionale o di ulteriore documentata formazione post laurea nelle materie oggetto del corso.

Sede delle lezioni
Dip. di Sociologia e Diritto dell'Economia - Strada Maggiore 45 - Bologna
Piano didattico
  • Processi di vittimizzazione in ambito intrafamiliare, diritti, assistenza e protezione delle vittime -SSD: SPS/12 - Docente: Sandra Sicurella
  • Le relazioni all'interno della famiglia: sfide educative e istituzionali - SSD: SPS/08- Docente: Federica Bertocchi
  • Laboratorio di presa in carico delle vittime di violenza
Frequenza obbligatoria
80%