Corso di alta formazione in Lavoro sociale, immigrazione e territorio - 5622

Codice 5622
Anno accademico 2018-2019
Tipologia di corso Alta Formazione
Area di interesse Area sociale, economica, giuridica
Sede didattica Bologna
Direttore Maurizio Bergamaschi
Durata Semestrale
Costo 1.000 (mille) Euro
Prevista selezione Si
Scadenza bando

10/12/2018 (Scaduto)

Inizio e fine immatricolazione Dal 08/01/2019 al 22/01/2019
Struttura proponente
Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia - SDE
Scuola di riferimento
Scienze politiche
Obiettivi
Il Corso offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di:

- fornire le conoscenze e competenze scientifiche, tecniche e professionali richieste per lavorare con un’utenza straniera negli Enti locali, nelle Asl, nelle Asp, nel Terzo settore, nel settore accoglienza di richiedenti asilo, rifugiati e minori stranieri non accompagnati con funzioni di progettazione/coordinamento/gestione/programmazione e di assistenza e intervento sociale (assistenti sociali, educatori professionali, operatori sociali, psicologi, sociologi, ecc.);
- fornire elementi per un'analisi comparativa dei vari interventi locali nell'ambito socio-assistenziale che includono popolazioni migranti, identificando criticità e buone pratiche in diversi contesti;
- acquisire conoscenze e sviluppare nuove competenze per rispondere ai mutamenti sociali in atto legati alla presenza straniera sul territorio, sotto il profilo sociale, culturale, giuridico, istituzionale ed amministrativo;
- accrescere ed approfondire conoscenze e competenze tecnico-professionali e di metodologie di intervento di Servizio Sociale, nonché il loro aggiornamento, in ordine al lavoro sociale con l’utenza straniera che si rivolge ai servizi socio-assistenziali;
- rafforzare le competenze per un agire professionale eticamente orientato (con particolare riferimento al Codice deontologico dell’assistente sociale);
- rafforzare le competenze nella valutazione degli interventi, dei servizi e dei programmi a carattere sociale indirizzati ad un’utenza straniera;
- rafforzare la risposta territoriale alle domande che pone la presenza straniera all'interno della comunità locale;
- progettare/coordinare/gestire/programmare servizi sociali, educativi di accompagnamento e di accoglienza indirizzati ad un’utenza straniera.

Infine, obiettivo del corso, organizzato in convenzione con l'Ordine degli Assistenti Sociali dell'Emilia Romagna, sarà quello di fornire elementi per un'analisi comparativa di vari interventi locali nell'ambito socio-assistenziale che includono popolazioni migranti, identificando criticità e buone pratiche in diversi contesti.
Numero partecipanti
Minimo: 10 - Massimo: 50
Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda; L-5 Filosofia; L-6 Geografia, L-10 Lettere; L-11 Lingue e culture moderne e L-12 Mediazione linguistica; L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione, L-19 Scienze dell'educazione e della formazione; L-20 Scienze della comunicazione; L-24 Scienze e tecniche psicologiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; L-37 Scienze sociali per la cooperazione lo sviluppo e la pace; L-39 Servizio sociale; L-40 Sociologia o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento); L-41 Statistica; L-42 Storia o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento).

b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM-1 Antropologia culturale ed etnologia; LM-36 Lingue e letterature dell'Africa e dell'Asia; LM-37 Lingue e letterature moderne europee e americane; LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione; LM-39 Linguistica; LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi; LM-51 Psicologia; LM-52 Relazioni internazionali; LM-57 Scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua; LM-59 Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicità; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale; LM-67 Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate; LM-78 Scienze filosofiche; LM-80 Scienze geografiche; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-84 Scienze storiche; LM- 85 Scienze pedagogiche; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei; LM-91 Tecniche e metodi per la società dell'informazione; LM-92 Teorie della comunicazione. Per le triennali e magistrali: tutte quelle che fanno riferimento alle aree disciplinari del CUN: 11 - Scienze storiche, filosofiche, psicologiche e pedagogiche; 12 - Scienze giuridiche; 13 - Scienze economiche e statistiche; 14 - Scienze politiche e sociali; e lauree afferenti all’area sanitaria. LM-1 Antropologia culturale ed etnologia; LM-36 Lingue e letterature dell'Africa e dell'Asia; LM-37 Lingue e letterature moderne europee e americane; LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione; LM-39 Linguistica; LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi; LM-51 Psicologia; LM-52 Relazioni internazionali; LM-57 Scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua; LM-59 Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicità; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale; LM-67 Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate; LM-78 Scienze filosofiche; LM-80 Scienze geografiche; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-84 Scienze storiche; LM-85 Scienze pedagogiche; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei; LM-91 Tecniche e metodi per la società dell'informazione; LM-92 Teorie della comunicazione.
Per le triennali e magistrali: tutte quelle che fanno riferimento alle aree disciplinari del CUN: 11 - Scienze storiche, filosofiche, psicologiche e pedagogiche; 12 - Scienze giuridiche; 13 - Scienze economiche e statistiche; 14 - Scienze politiche e sociali; e lauree afferenti all’area sanitaria o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

In base ad una valutazione positiva della Commissione Giudicatrice possono essere ammessi al percorso di selezione anche candidati in possesso di altre lauree in ambito umanistico, purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del corso.
Criteri di selezione
L’ammissione al Corso è condizionata a giudizio positivo formulato a seguito di valutazione per titoli.
Sede delle lezioni
Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia - SDE
Piano didattico
  • Processi e percorsi migratori - SPS/10 - Maurizio Bergamaschi
  • Popolazioni migranti e intervento sociale: lavorare con l'utenza straniera. Aspetti professionali e
  • deontologici - SPS/07 - Francesca Mantovani
  • Immigrazione, diritto e lavoro sociale - IUS/07 - Anna Montanari
Frequenza obbligatoria
80%