Corso di alta formazione in Educazione estetica, inclusione e innovazione digitale per la fruizione dei musei - 5598

Codice 5598
Anno accademico 2018-2019
Tipologia di corso Alta Formazione
Area di interesse Area umanistica
Sede didattica Bologna
Direttore Chiara Panciroli
Durata Annuale
Costo 700,00 €
Prevista selezione Si
Scadenza bando

07/01/2019

Inizio e fine immatricolazione dal 14/01/2019 al 28/01/2019
Struttura proponente
Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"
Scuola di riferimento
Psicologia e Scienze della Formazione
Presentazione
Il corso è concepito per formare le seguenti figure professionali: esperto per l’organizzazione di attività educative nel settore della didattica dei beni culturali e dell'arte; esperto per l’uso del museo come strumento educativo nelle proposte di formazione professionale; esperto per la progettazione di
interventi di didattica museale e dei beni culturali nell’ambito di progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo; esperto per la progettazione di interventi didattici in ambito museale con proposte calibrate alle diverse categorie di pubblico (scolaresche, adulti, pubblici speciali ecc.); esperto nella realizzazione di materiali didattici da usare in ambito museale.
Obiettivi
Obiettivo
del Corso di Alta Formazione "Educazione, inclusione e innovazione digitale per la fruizione nei musei" è quello di formare delle figure professionali che sappiano riconoscere negli alti valori della rappresentazione artistica e delle raccolte museali significati rilevanti e prospettive educative irrinunciabili (Legge Madia “Modifica al codice dei beni culturali e del paesaggio”, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in materia di professionisti dei beni culturali, e istituzione di elenchi nazionali dei suddetti professionisti).
La sensibilità al patrimonio artistico e, più in generale quella culturale, è un bene comune in grado di favorire relazioni sociali e culturali, di costruire esperienze educative per l’analisi ed elaborazione delle forme che caratterizzano la vita quotidiana di ogni persona. In queste esperienze educative intervengono fattori creativi, immaginativi, propositivi da parte di singoli e di gruppi per ciò che concerne gli oggetti estetici, espressione delle opere dell'umanità e della storia. Il corso si rivolge a coloro che cercano nei linguaggi delle arti, della comunicazione estetica, della tecnologia digitale, della mediazione museale e della valorizzazione dei beni culturali, la possibilità di progettare percorsi formativi anche in una prospettiva inclusiva.
Nello specifico, il Corso di Alta Formazione si colloca in linea con le disposizioni di legge che contemplano i professionisti del patrimonio culturale; le figure di progettazione/coordinamento e di animazione dei servizi museali; le attività di alternanza scuola-lavoro con riferimento ai musei.
A chi si rivolge
Neolaureati, Educatori sociali e culturali,
Pedagogisti, Storici dell’arte, Operatori dei servizi educativi museali, Professionisti nel campo dell´educazione culturale, del patrimonio museale e del paesaggio culturale, Figure professionali appartenenti al mondo delle agenzie educative del territorio con particolare riferimento a coloro che
operano nelle cooperative culturali.
Numero partecipanti
Minimo: 16 - Massimo: 40
Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L1 Beni Culturali; L3 Discipline delle Arti Figurative, della Musica, dello Spettacolo e della Moda; L5 Filosofia; L6 Geografia; L10 Lettere; L11 Lingue e Culture Moderne; L12 Mediazione Linguistica; L18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale; L19 Scienze dell'Educazione e della Formazione; L20 Scienze della Comunicazione; L24 Scienze e Tecniche Psicologiche; L33 Scienze economiche; L37 Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace; L39 Servizio Sociale; L40 Sociologia; L42 Storia o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento);
b) Lauree magistrali e magistrali a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM1 Antropologia culturale ed etnologia; LM2 Archeologia; LM11 Conservazione e restauro dei beni culturali; LM 12 Design; LM15 filologia, letterature e storia dell'antichità; LM38 Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale; LM 45 Musicologia per Conservatori; LM50 Programmazione e Gestione dei Servizi Educativi; LM51 Psicologia; LM55 Scienze Cognitive; LM56 Scienze dell'economia; LM57 Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione Continua; LM65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale; LM76 Scienze economiche per l'ambiente e la cultura; LM78 Scienze Filosofiche; LM80 Scienze Geografiche; LM81 Scienze per la Cooperazione allo Sviluppo; LM85 Scienze Pedagogiche; LM85bis Scienze della formazione primaria (laurea magistrale a ciclo unico); LM87 Servizio Sociale e Politiche Sociali; LM88 Sociologia e Ricerca Sociale; LM89 Storia dell’arte; LM91 Tecniche e Metodi per la Società dell'Informazione; LM92 Teorie della Comunicazione o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).
c) diplomi accademici di I livello equipollenti alle lauree universitarie della classe L3 (Lauree triennali in Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda) e diplomi accademici di II livello equipollenti alle lauree magistrali universitarie (Lauree quinquennali nella classe LM 45 Musicologia per Conservatori, Istituti musicali pareggiati e Accademia Nazionale di Danza; classe LM 12 Design per l'ISIA; classe LM 65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale per l'Accademia Nazionale di Arte Drammatica; classe LM 89 Storia dell'arte; classe LM 65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale per le Accademie di Belle Arti, purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del corso.
Criteri di selezione
Valutazione dei titoli
Piano didattico

Didattica museale: SSD: M-PED/03 - Docente: Chiara Panciroli

Estetica: SSD: M-FIL/04 - Docente: Raffaele Milani

Pedagogia dell'inclusione: SSD: M-PED/03 - Docente: Roberta Caldin

Tecnologie digitali: SSD: M-PED/03 - Docente: Chiara Panciroli

 

 

 

 

Frequenza obbligatoria
70%