La nascita della Piattaforma Tecnologica Italiana "Plants for The Future"

La costituzione della Piattaforma Tecnologica Europea "Plants for the Future" rappresenta una importante opportunità per un rilancio della ricerca sulle piante, settore spesso trascurato nell'ambito dei finanziamenti erogati dal VI e VII programma quadro. Questo ha comportato l’accumulo di un grave ritardo nella ricerca avanzata sulle piante rispetto ad altri paesi industrializzati e ad economia emergente.

Negli anni futuri, lo sviluppo economico nazionale ed Europeo dipenderà in misura crescente dalla competitività delle filiere agroalimentare ed agroindustriale, ivi incluse le fonti energetiche rinnovabili derivanti da olii vegetali e biomasse. Un ruolo altrettanto rilevante, soprattutto alla luce dei mutamenti climatici che sempre più influenzano il nostro sistema agricolo, verrà inoltre svolto dalla sostenibilità della pratiche agricole e dal loro impatto sul territorio. In questo contesto, la piattaforma tecnologica "Plants for the future" sta svolgendo un ruolo trainante per la definizione delle linee guida di ricerca agroalimentare ed agroindustriale dell’VIII Programma Quadro finanziato dalla Unione Europea. Al fine di promuovere la ricerca sulle piante a livello nazionale, a partire dal 2007 l'Università di Bologna si è fatta promotrice della creazione della Piattaforma Tecnologica (PT) nazionale "Plants for the future" (IT-Plants) a supporto di quella europea.

Gli obiettivi di IT-Plants sono i seguenti:

  • coinvolgere il mondo industriale affinchè prenda parte attiva alle attività della PT nazionale particolarmente per quanto concerne la definizione degli obiettivi applicativi
  • stimolare una forte alleanza e comuni strategie con gli altri Atenei e centri di ricerca nazionali di riferimento al settore al fine di creare sinergie tra tutti i possibili attori di filiera per costituire una massa critica sul piano nazionale
  • favorire una rete di collaborazione tra industria, Atenei, centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, consorzi in ambito agroalimentare
  • operare all’interfaccia delle altre PT nazionali dell’area Knowledge-Based – Bio-Economy (Food For Life, Forestry- based Sector, SuSChem, Biofuels e Global Animal Health) per valorizzare le complementarietà e le specificità di ciascuna PT nel proporre linee tematiche di interesse nazionale e comunitario.
  • agire a livello Ministeriale per suggerire linee tematiche di interesse nazionale/europeo su cui sviluppare programmi di ricerca strategici per l’agricoltura nazionale.


A seguito della costituzione del lancio della PT, avvenuto il 17 Giugno 2008 presso l’Accademia Nazionale delle Scienze a Roma, il Consiglio Direttivo ed il Consiglio Scientifico, tramite una consultazione nazionale, hanno elaborato un documento di indirizzo (Vision Document) ed un documento operativo (Implementation Action Plan) della PT i cui testi sono disponibili nell’archivio.