Piattaforme Tecnologiche

Le Piattaforme Tecnologiche sono partnerships pubblico-private che coinvolgono industrie, istituzioni di ricerca, istituzioni finanziarie, autorità di regolamentazione e la società civile intorno a una visione e un approccio comuni in un particolare settore o area.

Nate nel 2001 su iniziativa della Commissione Europea per promuovere ed integrare un approccio di ricerca basato su un partenariato pubblico-privato, sono caratterizzate dal ruolo guida dell’industria e focalizzano le loro attività nella produzione di documenti programmatici nei quali vengono proposte alla Commissione Europea tematiche prioritarie e di interesse strategico per il Settimo Programma Quadro.

A tal fine, le Piattaforme Tecnologiche:

  • definiscono le roadmap dell’attività di ricerca nelle aree di interesse, con l’obiettivo di rafforzare la competitività dell’industria europea;
  • mobilitano una massa critica di risorse europee, pubbliche e private sulle priorità di ricerca;
  • favoriscono la collaborazione tra tutti gli attori della ricerca e dell’innovazione pubblici e privati a tutti i livelli, europeo, nazionale e regionale.

 

Piattaforme Tecnologiche Nazionali:

A livello nazionale, le Piattaforme europee hanno stimolato la nascita di iniziative analoghe. L’Università di Bologna ha partecipato alla creazione e alle attività di numerose piattaforme nazionali: