Contributo Erasmus+ mobilità per tirocinio

Informazioni relative al contributo Erasmus+ mobilità per tirocinio.

Il contributo ERASMUS+ è un contributo ai costi sostenuti per la mobilità ed è differenziato in base al Paese di destinazione, come riportato di seguito: 

  • gruppo 1 (costo della vita alto) Danimarca, Finlandia, Islanda, Irlanda, Lussemburgo,  Svezia, UK, Lichtenstein, Norvegia: 400 euro mensili
  • gruppo 2 (costo della vita medio) Austria, Belgio, Germania, Francia, Grecia, Spagna, Cipro, Paesi Bassi, Malta, Portogallo: 350 euro mensili
  • gruppo 3 (costo della vita basso) Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia,  Repubblica di Macedonia, Turchia: 350 euro mensili

Il contributo sarà erogato in due rate: il pagamento della prima rata (pari all’80% del totale) sarà disposto al ricevimento del certificato di arrivo. Il restante 20% sarà calcolato ed erogato al rientro dello studente, previa consegna della documentazione completa di fine tirocinio.

Studenti con esigenze speciali

Per favorire la partecipazione alla mobilità di studenti con esigenze specifiche, il programma Erasmus presta particolare attenzione all’orientamento, all’accoglienza, all’accessibilità, ai servizi di supporto tecnico e pedagogico, e soprattutto al finanziamento dei costi aggiuntivi.

Puoi ottenere un contributo aggiuntivo per far fronte alle spese dovute ad esigenze specifiche (ad esempio per l’accessibilità degli spazi e/o l’organizzazione degli studi).

Contributo aggiuntivo

Il contributo per esigenze specifiche, calcolato sulla base dei costi reali, si aggiunge alla borsa Erasmus+ tirocinio. La domanda deve essere presentata prima della partenza, presentando una stima dei costi aggiuntivi determinati dalla tua particolare situazione fisica, mentale o di salute. Successivamente sarà necessario presentare i giustificatici delle spese.

Cosa sono le esigenze speciali

A titolo esemplificativo ma non esaustivo, il supporto va a finanziare : assistenza permanente/parziale, particolari esigenze abitative, assistenza durante il viaggio, cure mediche (fisioterapia, controlli, esami speciali ecc.), strumentazione di supporto, adattamento materiale di apprendimento (materiale didattico in braille, registrazione delle lezioni, fotocopie ingrandite, ecc), servizi di accompagnamento, alimenti specifici (es. celiachia), ecc.

Non rientrano nella categoria delle spese ammissibili tutti gli strumenti indispensabili (sia in Italia che all’estero) per la condizione del partecipante (ad esempio acquisto PC portatile, tablet, ecc).

Come fare domanda

Rivolgiti all’Area Relazioni Internazionali, Ufficio Mobilità per Tirocinio (erasmus.placement@unibo.it) per avere informazioni relativamente all’application per il contributo per esigenze speciali.

Altre indicazioni utili

Contatta il Servizio Studenti con Disabilità (disabili@unibo.it) per il supporto organizzativo, di orientamento e verifica dell’accessibilità. 

Consulta MappED!  un tool online messo a punto da Erasmus Student Network (ESN) che contiene la mappatura relativa all’accessibilità delle strutture universitari e dei loro servizi in modo da essere informati al momento della scelta della sede in cui realizzare la mobilità.

Il Student toolkit è un tool disegnato da studenti per studenti e contiene suggerimenti e consigli utili per la tua mobilità.