Contributo Erasmus+

Informazioni relative al contributo Erasmus+.

Informazione importante per le mobilità presso sedi UE e Svizzera: dall'A.A. 2016/17 non sarà possibile erogare il contributo finanziario UE e l’integrazione UNIBO/MIUR relativi al periodo di prolungamento. Resta la possibilità di richiedere un prolungamento che, se autorizzato, conferirà unicamente lo status di studente Erasmus+ senza dare diritto al relativo finanziamento.

Paesi UE (Programme Countries)

La borsa di studio Erasmus+ comprende una quota finanziata dall’Unione Europea e un contributo erogato dall’Università di Bologna e dal MIUR:

  • Contributo Unione Europea: € 230 oppure € 280 per ogni mese di mobilità (il contributo varia a seconda del paese di destinazione con costo della vita alto oppure medio/basso, per dettagli si veda la scheda sul finanziamento Erasmus);
  • Contributo dell’università di Bologna e del MIUR: il contributo erogato dall’Università di Bologna per gli studenti partiti nell’A.A. 2016/2017 è stato fissato in € 150 per ogni mese di mobilità, in aggiunta al contributo comunitario di cui al punto precedente, di cui € 30 già erogati con la prima rata del contributo e € 120 che verranno erogati a saldo durante il mese di Novembre.

Svizzera

Il finanziamento dei periodi di mobilità degli studenti che si recheranno in Svizzera è a carico delle Università svizzere e, secondo le comunicazioni ricevute dalle autorità svizzere, ammonterà a 360 CHF. A questo finanziamento si aggiungerà l’integrazione da parte dell’Ateneo di Bologna, finanziata su fondi Unibo + MIUR.

Paesi Extra-UE (Partner Countries)

Per l’a.a. 2017/18 i paesi extra-UE Erasmus + sono: Albania, Armenia, Bosnia ed Erzegovina, Cina, Georgia, Giordania, Israele, Moldavia, Serbia, Sudafrica e Ucraina.

Il contributo consta del solo contributo comunitario, che è suddiviso come segue:

  • contributo per le spese di sussistenza: €650 mensili; l’importo è uguale per tutti i Paesi extra UE ed è rapportato ai giorni di effettiva permanenza all’estero.
  • contributo per le spese di viaggio: gli importi sono stabiliti dal programma Erasmus+ in rapporto alla distanza chilometrica tra Bologna e la sede centrale dell’Università convenzionata. Gli importi sono dei massimali di spesa, lo studente verrà pertanto rimborsato del costo effettivo del biglietto fino a un massimo di:
    • Albania: Bologna – Tirana, fino a €275
    • Armenia: Bologna – Yerevan, fino a € 360
    • Bosnia ed Erzegovina: Bologna – Sarajevo, fino a 275€
    • Cina: Bologna – Pechino/ Hangzhou, fino a €1100
    • Georgia: Bologna – Tbilisi, fino a € 360
    • Israele: Bologna – Haifa, fino a € 360
    • Giordania: Bologna – Amman, fino a € 360
    • Moldavia: Bologna – Chişinău/Bălți, fino a € 275
    • Serbia: Bologna – Belgrado, fino a €275 Bologna – Novi Sad: fino a €275
    • Sudafrica: Bologna – Pretoria, fino a €820
    • Ucraina: Bologna – Kiev/Odessa/Lviv, fino a € 275

Per la mobilità verso in paesi extra-UE non è previsto il contributo dell’università di Bologna e del MIUR.

Tempistiche

Il contributo dell’Unione Europea viene erogato in un’unica soluzione all’inizio della mobilità secondo le modalità descritte nella scheda di approfondimento sul finanziamento erasmus. La scheda aggiornata per l’A.A. 2017/2018 è già disponibile nel box “Allegati”.

Il contributo dell’università di Bologna (disponibile solo per i paesi UE)  viene erogato in due soluzioni, la prima rata all’inizio della mobilità congiuntamente al contributo dell’Unione Europea, e la seconda rata a conclusione della mobilità.

Il contributo dell’Università di Bologna per gli studenti che si recheranno in Svizzera sarà erogato in un’unica soluzione, a saldo.

Come avviene il pagamento

Il pagamento del contributo può avvenire esclusivamente mediante accredito in conto corrente bancario o postale (obbligatorio esserne intestatario o co-intestatario) o su carta prepagata dotata di codice Iban. Le carte prepagate devono consentire accrediti di importo pari a quello della borsa di studio.

Contributi aggiuntivi per studenti in condizioni socio economico svantaggiate (Disponibile solo per i Paesi UE) 

Il programma Erasmus+ mette a disposizione risorse finanziarie destinate all’integrazione della borsa di mobilità per gli studenti appartenenti alle categorie più svantaggiate.

Leggi tutte le informazioni per partecipare all’assegnazione dei contributi integrativi.

Studenti con esigenze speciali

Per favorire la partecipazione alla mobilità di studenti con esigenze specifiche, il programma Erasmus presta particolare attenzione all’orientamento, all’accoglienza, all’accessibilità, ai servizi di supporto tecnico e pedagogico, e soprattutto al finanziamento dei costi aggiuntivi.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo, il supporto va a finanziare: particolari esigenze abitative, assistenza durante il viaggio, cure mediche, strumentazione di supporto, adattamento materiale di apprendimento, servizi di accompagnamento ecc.

Puoi ottenere un contributo aggiuntivo per far fronte alle spese dovute ad esigenze specifiche (ad esempio per l’accessibilità degli spazi e/o l’organizzazione degli studi).

I vincitori di posto scambio Erasmus+ debbono comunicare all’ufficio Mobilità per Studio (erasmus@unibo.it) la propria situazione di disabilità dopo l’accettazione. Saranno inoltrate informazioni utili in merito alla erogazione di questo contributo non appena l'Agenzia le renderà note. ATTENZIONE: Questi contributi non sono disponibili per per le sedi extra UE e Svizzera.

Altre indicazioni utili

Contatta il Servizio Studenti con Disabilità (disabili@unibo.it) per il supporto organizzativo, di orientamento e verifica dell’accessibilità. 

Consulta MappED!  un tool online messo a punto da Erasmus Student Network (ESN) che contiene la mappatura relativa all’accessibilità delle strutture universitari e dei loro servizi in modo da essere informati al momento della scelta della sede in cui realizzare la mobilità.

Il Student toolkit  è un tool disegnato da studenti per studenti e contiene suggerimenti e consigli utili per la tua mobilità.