La Conferenza di Berlino 2003

Tema centrale della Conferenza di Berlino del 19 settembre 2003 è stato quello dell'istruzione superiore intesa come bene pubblico.

Emerge in maniera importante l'aspetto sociale del Processo di Bologna. Viene ribadito il primato dei valori accademici nella cooperazione tra università. Viene auspicata l'attivazione di legami più stretti e sinergie fra l'Area Europea dell'Istruzione Superiore e l'area europea della ricerca in ciascun paese, per rafforzare le basi europee della conoscenza. I temi trattati sono stati molteplici: per ognuno di essi sono stati registrati i progressi fatti e delineate le prospettive future.

Obiettivi della Conferenza di Berlino 2003

I principali obiettivi riassunti nel comunicato finale della conferenza di Berlino sono stati:

  • la realizzazione entro il 2005 di sistemi nazionali di Quality Assurance
  • l'avvio in tutti i paesi dell'Unione Europea del sistema a due cicli promozione della mobilità, rendendo possibile agli studenti di trasferire anche le borse di studio nazionali
  • fare in modo che i crediti ECTS divengano non solo un sistema di trasferimento ma anche di accumulo Rilascio automatico e gratuito del diploma supplement per gli studenti che si diplomano a partire dal 2005
  • l'inclusione degli studenti ai diversi livelli decisionali e offerta di appropriate condizioni di vita
  • la promozione della dimensione europea dell'istruzione che deve dar luogo a programmi di studio integrati e a titoli comuni al primo, secondo e terzo livello
  • la promozione dell'attrattività dell'area europea dell'istruzione superiore nei confronti degli studenti non europei (anche attraverso borse di studio)
  • l'attuazione dei programmi di Lifelong Learning (formazione permanente).