Scuola di specializzazione in Fisica medica

Codice 8228
Area Medicina e chirurgia
Anno accademico 2011/2012
Ordinamento Vecchio ordinamento – DM 1/8/2005
Direttore/Coordinatore Prof. Romano Zannoli
Durata 4 anni
Scadenza bando

12/11/2011 (Scaduto)

Tipologia
Autonoma
Struttura di riferimento
Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica Sperimentale
Profilo professionale
Specialista in Fisica Medica
Posti e borse
Il numero di posti è indicato nel bando di ammissione. Per l’a.a. 2011/2012, si deve fare riferimento al bando di ammissione emanato da questa Università il 12/10/2012.
Requisiti e titoli di ammissione
L’accesso al concorso per la Scuola di Specializzazione in Fisica Medica è riservata ai laureati specialisti in Fisica (classe 20/S oppure classe LM-17) e ai laureati quadriennali del vecchio ordinamento in Fisica. Per i candidati che abbiano conseguito il titolo in un paese estero, l’Università procede al riconoscimento del titolo accademico ai soli fini dell’iscrizione alla Scuola.
Modalità di ammissione
Il concorso di ammissione è per titoli ed esami. Le prove di esame consistono in una prova scritta e in una successiva prova orale. E’ prevista la prova di idoneità della lingua inglese per coloro che non abbiano già sostenuto tale prova nel corso di laurea di Fisica.
E’ inoltre prevista la valutazione dei titoli (voto di laurea, esami, tesi di laurea, pubblicazioni) secondo il quanto previsto nel bando di ammissione.
Materie valutabili

Gli esami utili per la valutazione sono 7, e sono scelti dal Consiglio della Scuola di Specializzazione tra i corsi integrati in Statuto. Per l’a.a. 2011/2012 si deve fare riferimento al relativo bando di ammissione.

Diario delle prove

Per l’a.a. 2011/2012 si deve fare riferimento al relativo bando di ammissione.

Sede didattica
La formazione viene svolta utilizzando le strutture della rete formativa della Scuola di Specializzazione.
Crediti formativi
Per il conseguimento del titolo di specialista, lo specialista in formazione deve acquisire 240 CFU complessivi.
Frequenza Obbligatoria
La frequenza è obbligatoria.
Esame finale
Per il conseguimento del diploma di specializzazione, lo specializzando, dopo il completamento e superamento della prova dell’ultimo anno di corso, deve sostenere la prova finale, che consiste nella discussione della tesi di specializzazione. Lo specializzando propone l’argomento della tesi in un settore scientifico disciplinare tra quelli previsti dal Regolamento Didattico della Scuola di Specializzazione, in coerenza con gli obiettivi formativi della Scuola, sotto la guida di un relatore. La valutazione della Commissione è espressa in centodecimi. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110. In caso di votazione massima, la Commissione può concedere la lode su decisione unanime.