Master in Tecniche forensi e della prevenzione dei reati contro l'ambiente e l'incolumità pubblica - 5533

Codice 5533
Anno accademico 2017-2018
Area disciplinare Area scientifico-tecnologica
Campus Bologna
Livello Secondo
Direttore Alessandro Gargini
Durata Annuale
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Lingua Italiano
Costo 5.000,00 Euro
Rate Prima rata 2.500,00 Euro; Seconda rata 2.500,00 Euro (scadenza 31/05/2018)
Scadenza bando

12/12/2017 (Scaduto)

Inizio e fine immatricolazione Dal 05/01/2018 al 16/01/2018
Periodo di svolgimento Gennaio 2018 - Dicembre 2018
Struttura proponente
Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali - BiGeA
Scuola
Scienze
Profilo professionale:
Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di formare personale qualificato ad operare nel campo delle indagini giudiziarie, relativamente alla fase processuale nonché alla prevenzione. Il profilo che si andrà a formare è quello di un esperto in tecnica forense nel campo degli illeciti ambientali e contro l'incolumità pubblica.
Il corso è destinato sia a giuristi sia a operatori di area tecnico-scientifica, in ambo i casi con già una sufficiente conoscenza del tema. Il corso approccia i temi della prevenzione, dell'indagine e del processo in un'ottica interdisciplinare ed intersettoriale, cercando di favorire la capacità di dialogo e di comprensione fra settori diversi, quali quello giuridico e tecnico-scientifico.
Numero partecipanti
Minimo: 12 Massimo: 30
Crediti formativi
60
Titoli d'accesso
Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi:
LMCU in Giurisprudenza
LM‐22 Ingegneria chimica
LM‐23 Ingegneria civile
LM‐35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio
LM‐48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale
LM‐53 Scienza e ingegneria dei materiali
LM‐54 Scienze chimiche
LM‐74 Scienze e tecnologie geologiche
LM-79 Scienze geofisiche
LM‐75 Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio
LM-54 Scienze chimiche
o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

In base ad una valutazione positiva della Commissione Giudicatrice possono essere ammessi al percorso di selezione anche candidati in possesso di altre lauree in ambito scientifico e delle scienze sociali, purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del master.
Altri requisiti
Documentata esperienza, anche da un punto di vista del percorso formativo, sul tema delle indagini forensi in materia ambientale e del processo su reati ambientali.
Criteri di selezione
L’ammissione al Master è condizionata a giudizio positivo formulato a seguito di valutazione titoli e colloquio.
Data di selezione
20/12/2017
Sede delle lezioni
Bologna
Piano didattico
  • La tutela dell’incolumità pubblica nel diritto penale – IUS/16 – Docente  Titolare Vittorio Manes
  • La tutela dell'ambiente nel diritto penale – IUS/16 – Docente  Titolare Giuseppe Battarino
  • Diritto penale del rischio-metodi di accertamento e dinamiche di attribuzione della Responsabilità – IUS/16 – Docente  Titolare Michele Caianiello
  • Inquinamento delle acque sotterranee ed identificazione degli inquinatori – GEO/05 – Docente  Titolare Alessandro Gargini
  • Frane e dissesti. Fenomeni naturali o indotti dall'uomo? – GEO/05 – Docente  Titolare Matteo Berti
  • Rischio idraulico. Probabilità, previsione e responsabilità – ICAR/02 – Docente  Titolare Mario Martina
  • Crolli, vizi e difetti delle costruzioni: la scienza per l’accertamento della verità – ICAR/09 – Docente  Titolare Tomaso Trombetti
  • Previsione dei terremoti, prevenzione dei loro effetti – GEO/10 – Docente  Titolare Silvia Castellaro
  • Strutture fondamentali del procedimento penale – IUS/16 – Docente  Titolare Giuseppe Battarino
  • Metodo e verità scientifica – GEO/05 – Docente  Titolare Matteo Berti


SEMINARI

  • Le indagini nel campo dei reati ambientali
  • Il ruolo e le attività del sistema SINPA (Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente) nelle indagini sul campo ed in laboratorio
  • L'attività scientifica degli organi investigativi sulla scena dei reati ambientali e contro la pubblica incolumità
  • Gestione sanitaria e di protezione civile degli eventi maggiori e delle catastrofi
Frequenza obbligatoria
80%
Stage
12 CFU
Prova finale
2 CFU