FAQ - Risposte alle domande frequenti sulla decadenza degli studi

Sono iscritto a un corso di laurea del vecchio ordinamento (precedente al D.M. 509/99), come faccio a stabilire quando incorrerò nella decadenza dagli studi?

Decadi dalla qualità di studente dopo otto anni accademici consecutivi dall'anno in cui hai sostenuto l'ultimo esame o dall’ultimo anno di iscrizione in corso, se più recente. Non incorri nella decadenza se sei in debito del solo esame finale.

Sono iscritto a un corso di laurea del vecchio ordinamento (precedente al D.M. 509/99), da diversi anni non sostengo esami ma sono in regola con il pagamento delle tasse; rischio comunque di incorrere nella decadenza?

Il solo pagamento delle tasse non interrompe i termini per la decadenza. Per evitare di decadere devi sostenere un esame, anche con esito negativo.

Sono uno studente decaduto. Se riprendo gli studi, saranno ancora validi gli esami superati?

Se sei decaduto e vuoi avviare una nuova carriera universitaria presso l’Università di Bologna, sei obbligato a immatricolarti a un corso di studio dell’offerta formativa in vigore e puoi richiedere il riconoscimento dei crediti acquisiti in precedenza. L’eventuale riconoscimento, parziale o totale, dei CFU e il conseguente inserimento in un anno di iscrizione successivo al primo, è di competenza del Consiglio di Corso di Studio. La richiesta di riconoscimento dei crediti, corredata di autocertificazione della precedente carriera, va consegnata alla Segreteria Studenti.

Gli anni in cui ho sospeso gli studi valgono ai fini del computo della decadenza?

No. Gli anni di sospensione non contano ai fini della decadenza.

Come si valutano gli anni in cui sono stato iscritto in qualità di ripetente ai fini del computo della decadenza?

Gli anni in cui si è iscritti come ripetenti vengono contati ai fini della decadenza.