Dichiarazione di valore, traduzione e legalizzazione

Dichiarazione di valore

La dichiarazione di valore è un documento di natura informativa che descrive un titolo di studio conferito a una determinata persona da un’istituzione appartenente a un sistema d’istruzione diverso da quello italiano. Viene utilizzata per la valutazione del titolo da parte degli Uffici competenti all’interno dell’Università, ai fini dell’ammissione a corsi di studio o del riconoscimento del titolo di studio estero.

La dichiarazione di valore è di norma rilasciata dall’Ambasciata d’Italia nel Paese in cui il titolo è stato rilasciato. Generalmente contiene informazioni su:

  • stato giuridico e natura dell’istituzione rilasciante;
  • requisiti di accesso al Corso di studio conclusosi con quel titolo;
  • durata legale del corso di studio e/o impegno globale richiesto allo studente in crediti o in ore;
  • valore del titolo nel sistema/Paese che lo ha rilasciato, ai fini accademici e/o professionali.

La dichiarazione di valore può essere sostituita:

  • dal Diploma Supplement redatto secondo il modello della Commissione Europea per i titoli accademici rilasciati da Istituti di Paesi aderenti allo Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore (Bologna Process). 
    In questo caso, se vuoi iscriverti ad una Laurea Magistrale, non devi      consegnare né il certificato con gli esami sostenuti né i programmi      d’esame;
  • da attestazioni rilasciate da centri ENIC-NARIC che contengano tutte le informazioni di norma riportate nella dichiarazione di valore, che servono per valutare un titolo.

La dichiarazione di valore non è necessaria per i titoli di Baccellierato Internazionale (IB Diploma) e per gli Advanced Placements (APs).

Se il titolo di studio è stato rilasciato da un Paese la cui legislazione preveda la legalizzazione del titolo, questa deve essere fatta prima di emettere la dichiarazione di valore. Ulteriori informazioni sul sito del MIUR.

Nel caso in cui il titolo di studio sia stato rilasciato da una scuola con ordinamento diverso da quello in cui il candidato risieda o studi (per es. studente svizzero che studi in una scuola appartenente all'ordinamento britannico in svizzera o studente svizzero che studi in Kenia in una scuola appartenente all'ordinamento britannico) la dichiarazione di valore e la legalizzazione devono essere richieste all’Ambasciata d’Italia nel Paese al cui ordinamento appartiene la scuola che lo ha rilasciato (nei due casi precedenti: il Consolato Generale d’Italia a Londra).

Traduzione dei titoli e degli altri documenti

I titoli di studio, certificati e programmi d’esame, che non siano in inglese, francese, tedesco o spagnolo, devono essere accompagnati dalla traduzione in lingua italiana.

Se non sei ancora in Italia, la traduzione deve essere fatta secondo le modalità stabilite dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Se sei in Italia puoi ottenere la traduzione presso un Tribunale a cura di un traduttore ufficiale che non può coincidere con il possessore del titolo (traduzione giurata).

Legalizzazione dei titoli e degli altri documenti

I titoli di studio e i certificati devono essere legalizzati allo scopo di garantirne l’autenticità, presso l’Ambasciata d’Italia.

Se il Paese dove hai conseguito il titolo aderisce alla convenzione dell’Aja (1961), al posto della legalizzazione devi far apporre sui documenti l’Apostille dall’autorità interna designata. Consulta l’elenco delle autorità competenti per ciascuno dei Paesi.

La legalizzazione o l’Apostille non sono necessarie se il tuo titolo di studio è rilasciato da un’istituzione del Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Lettonia (Convenzione di Bruxelles 1987), Germania (Convenzione di Roma 1969), Austria (Convenzione di Vienna 1975).

Gli studenti con titoli di Baccellierato Internazionale (IB Diploma) senza legalizzazione o Apostille devono autorizzare l'Università di Bologna alla verifica dei risultati sul sito dell'International Baccalaureate Organization.

Gli studenti con certificati di APs senza legalizzazione o Apostille devono chiedere a Collegeboard l’invio dei risultati all’Università di Bologna (codice: 6993).