Istruzioni per lo svolgimento delle prove scritte per gli Esami di stato

Operazioni preliminari

Ogni Candidato, prima di ogni prova, deve presentarsi al personale addetto per le procedure di identificazione.
A tal fine deve produrre un documento di riconoscimento in corso di validità (carta d’identità, patente o passaporto) e firmare contestualmente il Verbale di Entrata.

Il Candidato riceve:

  1. Una bustina bianca contenente un cartoncino.
    Il Candidato deve:
    a)scrivere sul cartoncino, in stampatello leggibile, il proprio nome, cognome e data di nascita.
    b)Inserire il cartoncino nella bustina bianca, chiuderla e metterla nella busta grande gialla.
  2. Uno o più  fogli protocollo timbrati dall’Ateneo e siglati da un Commissario. Non è consentito utilizzare fogli privi di tali contrassegni.
  3. Una busta grande (di solito di colore giallo) che dovrà contenere l’elaborato e la bustina bianca chiusa.

Il Candidato deve accertarsi che su nessun materiale (bustina bianca, foglio protocollo e busta gialla) compaiano segni identificativi di alcun tipo, anche se involontari, pena l’invalidazione della prova e l’esclusione del Candidato stesso da tutte le prove successive, indipendentemente dalla votazione conseguita.
Tutti i fogli consegnati durante lo svolgimento delle prove scritte dovranno essere riconsegnati al termine delle stesse, anche quelli contenenti le tracce d’esame.
Il Candidato deve preferibilmente scrivere con penna ad inchiostro nero.
Non è consentito, nella stesura finale del compito, l’utilizzo della matita, né di correttori liquidi per la cancellazione.
I Candidati non possono portare in aula libri, periodici, giornali ed altre pubblicazioni di alcun tipo, né borse o simili capaci di contenere pubblicazioni del genere, né telefoni cellulari, che dovranno in ogni caso essere consegnate, prima dell’inizio della prova, al personale di vigilanza, il quale provvederà a restituirle al termine dell’esame.
Durante lo svolgimento delle prove scritte i Candidati non potranno altresì comunicare fra di loro in alcun modo, pena l’immediata esclusione dall’esame, e conseguentemente da tutte le prove successive.

Solo per i candidati dell'esame di stato per Architetto
“Ad ogni candidato verranno fornite 3 buste: 2 buste formato A4 (una per la prova 1 (pratica) e una per la prova 2 (1° prova scritta) da inserire al termine delle prove nella busta grande formato A3, insieme alla busta piccola contenente i dati identificativi.”

Materiale ammesso per l’esame di stato di Ingegnere – sezione A e B

La Commissione decide gli strumenti di lavoro e i testi ammessi alla consultazione durante la Prova d’Esame, stabilendo in particolare che per la prima e per la seconda prova scritta non è ammesso l’uso di alcun tipo di documentazione, mentre per la prova pratica di progettazione è ammesso l’uso di documentazione, purché rilegata o raccolta in modo stabile, per evitare la dispersione di fogli singoli.

Operazioni conclusive

Al termine delle prove il Candidato deve:

  1. Inserire nella busta grande il compito svolto e chiudere la busta, controllando che al suo interno vi sia anche la bustina piccola bianca.
  2. Consegnare la busta grande ad un membro della Commissione, che la sigilla e appone la propria firma sul retro.
  3. Firmare il verbale di uscita.

Votazione

Ogni singola prova viene superata se si raggiungono i sei decimi dei voti a disposizione della Commissione.
I decimi corrispondono al numero dei Commissari. 
Esempio: se la Commissione è formata da 8 Commissari, il voto di ciascuna prova sarà in ottantesimi e poichè ogni Commissario esprime la sua valutazione con voto da 1 a 10, il voto minimo sarà 48 (=8x6) il voto massimo sarà 80 (=8x10).
Sono ammessi alle prove orali i candidati che abbiano raggiunto i sei decimi di voto in ciascuna delle prove scritte, pratiche o grafiche. Il candidato che non abbia raggiunto la sufficienza in una prova, non è ammesso alla successiva.
Sulle prove orali la Commissione delibera appena compiuta ciascuna delle prove stesse, assegnando i voti di merito. Dei voti è data comunicazione giornalmente, al termine della seduta.
L’esito finale di abilitazione sarà  il risultato della somma dei voti delle singole prove.

Bibliografia

Non esiste una bibliografia "ufficiale". Si consiglia tuttavia di rivedere i principali manuali istituzionali studiati durante il corso di laurea.