Dottorato in Scienze Statistiche

Anno accademico 2017-2018
Area tematica Scienze Giuridiche, Politologiche, Economiche e Statistiche
Ciclo XXXIII
Coordinatore Prof.ssa Alessandra Luati
Lingua Inglese, Italiano
Durata 3 anni
Posti e borse di studio 7 posti con borsa di studio
Scadenza bando 29/05/2017 ore 13:00 (Scaduto)
Graduatoria Consulta la graduatoria su Studenti Online
Periodo di immatricolazione Dal 25/07/2017 al 04/08/2017
Data inizio corso 01/11/2017
Struttura proponente
Dipartimento di Scienze Statistiche "Paolo Fortunati"
Curricula e tematiche di ricerca
  • Metodologia statistica
  • Statistica economica ed econometria
  • Biostatistica
  • Demografia e scienze sociali.
Sbocchi professionali e potenziali settori di impiego del dottorato di ricerca
I dottori di ricerca in Scienze Statistiche trovano prevalentemente occupazione nell'ambito della ricerca, sia pubblica (Università e enti di ricerca) sia privata (case farmaceutiche, CRO, società di ricerca applicata) ma anche negli enti pubblici, italiani e stranieri, e nell'industria privata.
Commissione esaminatrice

Membri effettivi
Marzia Freo Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche Docente di II fascia
Alessandra Luati Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche   Docente di I fascia
Monia Lupparelli Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche  Docente di II fascia
Membri supplenti
Silvia Cagnone Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche Docente di II fascia
Maria Ferrante Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche Docente di I fascia
Alberto Roverato Università di Bologna Dip. Scienze Statistiche Docente di I fascia
Obiettivi formativi del dottorato
Il dottorato in Scienze Statistiche ha l’obiettivo di formare statistici altamente qualificati e capaci di utilizzare le più moderne tecniche statistiche per la ricerca scientifica.
La qualificazione dei dottorandi può avvenire in una delle seguenti aree: Metodologia statistica, Biostatistica, Demografia e scienze sociali, Statistica economica ed econometria.
Gli obiettivi specifici del programma formativo consistono: nell’approfondimento di temi fondamentali di matematica, statistica e calcolo delle probabilità; nell’acquisizione di specifiche competenze tecniche relative agli orientamenti del dottorato; nello sviluppo di capacità autonoma di ricerca teorica e con riferimento alle diverse discipline sostantive.
Il dottorato è rivolto a candidati che intendano lavorare in ambito accademico o in una organizzazione in cui sia presente una struttura di ricerca.
Tipologia dell'attività svolta dai dottorandi
Il primo anno e in particolare il primo semestre sono dedicati alla formazione. Durante il primo anno i dottorandi seguono corsi e seminari specificamente rivolti ad essi. A partire dal secondo anno si dedicano all'attività di ricerca. Gli strumenti utilizzati dai dottorandi nel loro percorso formativo sono quelli tipici della ricerca statistica pura e/o applicata, in particolare analisi approfondita della letteratura, specificazione del problema, raccolta di dati dalle fonti, raccolta di dati in indagini sul campo, analisi dei dati, estesa attività al computer. In particolare, secondo l’indirizzo e l’area di ricerca, l’attività può svilupparsi con la raccolta di dati sperimentali da esperimenti fisici, inclusi dati clinici, costruzione di modelli probabilistico-statistici, simulazioni numeriche, specificazione e stima di modelli economici ed econometrici, modelli di valutazione delle politiche.
Lo scopo è quello di formare studenti competenti in matematica, probabilità e statistica a livello avanzato, di sviluppare la capacità nello svolgere autonomamente temi di ricerca.
Alla fine del percorso, i dottorandi saranno in grado di formulare progetti e gestire ricerche in cui la componente statistica sia rilevante, con autonomia nella organizzazione e nella elaborazione delle informazioni quantitative delle discipline sostantive di riferimento
Attività di formazione alla ricerca previste per i dottorandi in coerenza con gli obiettivi formativi del dottorato
Il Dottorato in Scienze Statistiche è un programma di tre anni che prevede sia la frequenza a corsi per cui è previsto un accertamento sia la partecipazione a seminari di ricerca (volti anche all'acquisizione di competenze nella predisposizioni di progetti di ricerca da sottoporre al finanziamento esterno), assieme alla redazione di una tesi che contenga elementi originali, svolta dal dottorando nell’ambito della statistica. Tutte le attività del Dottorato sono coerenti con gli scopi del programma. Durante il primo anno, gli studenti di dottorato seguono corsi avanzati di: calcolo delle probabilità, processi stocastici, inferenza statistica, metodi bayesiani, teoria asintotica, funzioni speciali, analisi multivariata, modelli grafici, analisi delle serie storiche ed econometria. Lo studente partecipa inoltre ad attività trasversali quali i seminari di statistica, che prevedono incontri specifici con i relatori, e incontri in tema di progettazione europea e internazionalizzazione della ricerca. Il fine del programma di dottorato è la redazione della tesi, che è la parte più difficile e più stimolante dell’esperienza di dottorato. La tesi deve mostrare la capacità del candidato di sviluppare un tema di ricerca originale e apprezzabile; il candidato può predisporla anche nell’ambito di visite ad altre istituzioni di ricerca italiane o straniere. Il programma di studio è individuale, anche se ogni studente è tenuto a seguire corsi obbligatori per il primo anno. Il Collegio designa un supervisore per ciascun dottorando. Altri componenti del Dipartimento di Scienze Statistiche o di altri dipartimenti, atenei o altre istituzioni possono coadiuvare il supervisore. Durante il terzo anno, gli studenti concludono la tesi e illustrano gli avanzamenti del loro lavoro in una serie di incontri con il collegio dei docenti.
Elementi di internazionalizzazione del dottorato
Il dottorato ha attivato un accordo quadro con l'Università di Groeningen volto al conferimento di un doppio titolo di dottorato. Il dottorato ha attivato un accordo di cotutela con l'Università Macquarie a Sydney e il CMCRC (Capital Markets Cooperative Research Centre) che finanzierà una borsa di studio di dottorato. Il dottorato ha rapporti con molte altre sedi univeristarie in Europa e negli Stati Uniti. I dottorandi vengono incoraggiati a trascorrere un periodo di ricerca all'estero nell'ambito dello svolgimento del progetto di tesi. Il Dipartimento ospita con cadenza regolare seminari di docenti di fama internazionale, che incontrano i dottorandi e discutono con loro i temi di ricerca oggetto delle tesi.
Il dipartimento inoltre ha una fitta rete di scambi Erasmus nell'ambito dei quali docenti delle università partner svolgono didattica per il dottorato. Nonostante i dottorandi non siano formalmente obbligati a trascorrere un periodo di ricerca all'estero, quasi tutti gli iscritti approfondiscono la loro ricerca in sedi europee ed extraeuropee di prestigio.
I corsi di dottorato si svolgono in lingua inglese così da favorire la presenza di dottorandi stranieri.
Prodotti e risultati attesi dalle attività di ricerca dei dottorandi
La principale attività di ricerca dei dottorandi è la tesi, redatta in inglese o in italiano, alla quale il dottorando lavora il secondo e terzo anno.
La pubblicazione dei risultati della tesi avviene di solito in pubblicazioni collettanee e in riviste; il lavoro di tesi viene spesso presentato anche in forma di relazioni a convegni nazionali e internazionali.
Spesso al lavoro teorico si affianca lo sviluppo di software che viene reso disponibile alla comunità scientifica.
Collegio dei docenti
Cognome Nome Ateneo/Ente Qualifica
BALDI   ANTOGNINI ALESSANDRO Università di Bologna Professore ordinario
BERNARDINI   PAPALIA ROSA Università di Bologna Professore ordinario
BERNINI CRISTINA Università di Bologna Professore associato
CAGNONE SILVIA Università di Bologna Professore associato
CAVALIERE GIUSEPPE Università di Bologna Professore ordinario
COCCHI DANIELA Università di Bologna Professore ordinario
FANELLI LUCA Università di Bologna Professore ordinario
FERRANTE MARIA Università di Bologna Professore ordinario
FREO MARZIA Università di Bologna Professore associato
GALIMBERTI GIULIANO Università di Bologna Professore associato
GIANNERINI SIMONE Università di Bologna Professore associato
GUIZZARDI ANDREA Università di Bologna Professore associato
LUATI ALESSANDRA Università di Bologna Professore ordinario
LUPPARELLI MONIA Università di Bologna Professore associato
MAZZOCCHI MARIO Università di Bologna Professore ordinario
MIGLIO ROSSELLA Università di Bologna Professore associato
MONTANARI ANGELA Università di Bologna Professore ordinario
MULINACCI SABRINA Università di Bologna Professore associato
PACEI SILVIA Università di Bologna Professore associato
ROVERATO ALBERTO Università di Bologna Professore ordinario
SCALONE FRANCESCO Università di Bologna Ricercatore confermato
SOFFRITTI GABRIELE Università di Bologna Professore associato
TRIVISANO CARLO Università di Bologna Professore associato
VIROLI CINZIA Università di Bologna Professore associato