Dottorato in Law, Science and Technology

Anno accademico 2017-2018
Area tematica Scienze Giuridiche, Politologiche, Economiche e Statistiche
Ciclo XXXIII
Coordinatore Prof.ssa Monica Palmirani. A partire dal 01/11/2017 Prof. Giovanni Sartor.
Lingua Inglese
Durata 3 anni
Posti e borse di studio 7 posti con borsa di studio
Scadenza bando 29/05/2017 ore 13:00 (Scaduto)
Graduatoria Consulta la graduatoria su Studenti Online
Periodo di immatricolazione Dal 05/09/2017 al 15/09/2017
Data inizio corso 01/11/2017
Corso Erasmus Mundus
Si
Struttura proponente
Dipartimento di Scienze Giuridiche
Sedi consorziate
Università di Torino
Istituzioni estere convenzionate
Universitat Autònoma de Barcelona
Université du Luxembourg
Mykolas Romeris University
University of Barcelona
University of Pittsburgh
Hannover Medical School
University of Renmin
NICTA, Australia
Istituto di teoria e tecnica dell’Informazione giuridica – ITTIG
Instituto de Investigacion en Inteligencia Artificial – IIIA
NEXA
Periodo all'estero
Sì (12 mesi)
Curricula e tematiche di ricerca
  • Diritti umani e principi etici nelle nuove ed emergenti tecnologie nelle relazioni medico - paziente riservatezza, consenso informato, ricerca e sperimentazione umana assistita.
  • End-of- life Decision Making
  • Questioni   giuridiche ed etiche nella Genetica: test genetici, screening, terapia genica
  • Biotecnologie e diritto dei brevetti
  • Cellule   staminali, brevetti sui geni
  • Biobanche e DNA
  • e–health,   privacy by design, interazioni tra enti pubblici e privati nella fornitura di assistenza sanitaria
  • Problemi etici, giuridici e sociali nella consulenza genetica
  • Semantic Web e ontologie per la modellazione
  • Information Retrieval e tecniche di database nel settore giuridico per la modellazione e la rappresentazione tra cui Open Data, XML e standard
  • Sistemi informativi relativi al Forensics per e-Justice e-Government e modelli computazionali di e-Legislation, tra cui applicazioni per l’estrazione   dell'informazione e PNL di risorse giuridiche
  • e-discovery e data mining in ambito giuridico
  • Modelli formali di norme e modelli basati sulla logica del ragionamento giuridico, comprese argomentazioni e ragionamenti
  • Teoria dei giochi applicata al sistema giuridico
  • Sistemi Multi –Agent e-Institution Regulatory Compliance
  • Robot e Intelligent system
  • e-Business e Consumer Law
  • e-governance ed e-Democracy
  • IPR e New Technology
  • On-line Dispute Resolution, Cloud computing
  • Prospettiva comparata sul diritto delle ICT.
  • Gestione delle crisi sociali e geopolitiche
  • Regolazione sulla Robotica e relativi problemi etici
  • Tutela dei bambini online e questioni fondamentali sulla tecnologia on-line
  • Informatica forense e sicurezza
  • Privacy e sistemi informativi complessi nell'e-Health
  • Legal XML per sistemi giuridici documentali
  • Blockchain giuridico
  • Tracciabilità del food aspetti giuridici e tecnologici
Sbocchi professionali e potenziali settori di impiego del dottorato di ricerca
Il Dottorato offre un innovativo programma integrato e aggiornato che consente ai candidati di svolgere ricerca d'avanguardia in diverse aree di ricerca come bioetica, diritto e informatica per argomenti che richiedono un vero e proprio approccio interdisciplinare. Esso comprende un periodo di stage nel terzo anno, in cui il candidato può applicare i suoi studi e completare la sua ricerca mediante una utile esperienza professionale. Al termine del programma, i candidati potranno diventare ricercatori altamente qualificati e professionisti richiesti per le esigenze dei settori pubblico e privato. Ad esempio:
- studi legali che lavorano su diritti di proprietà intellettuale, privacy, e-commerce, e diritto d’autore
- software house in cui si applica l'intelligenza artificiale
- centri di ricerca specializzati, come centri genetici medici, centri di nanotecnologia e robotica
- uffici governativi che gestiscono le problematiche e le opportunità legate alle ICT, e progetti di e-Government, e-Justice e e-Parliament
- comitati etici che analizzano le innovazioni scientifiche e producono documenti politici.
Commissione esaminatrice

Membri effettivi
Guido Boella Università di Torino Dip. Informatica Docente di II fascia
Mindaugas Kiskis Mykolas Romeris University e-Business Center Docente di II fascia
Monica Palmirani University of Bologna Dip. Scienze Giuridiche Docente di II fascia
Antoni Roig Universidad autónoma de Barcelona  Professore di Università straniera
Leon van der Torre (rinuncia) University of Luxembourg Docente di I fascia
Membri supplenti
Pascal Bouvry (subentra al posto del Prof. Leon van der Torre) University of Luxembourg Docente di I fascia
Pompeu Casanovas Universidad autónoma de Barcelona  Professore di Università straniera
Ugo Pagallo Università di Torino Dip. Scienze Giuridiche  Docente di I fascia
Giovanni Sartor Università di Bologna Dip. Scienze Giuridiche Docente di I fascia
Limba Tadas  Mykolas Romeris University Professore di Università straniera
Obiettivi formativi del dottorato
L'obiettivo del dottorato in "Law, Science and Technology" (LAST-JD) è quello di creare un programma integrato interdisciplinare che offra gli strumenti necessari ad affrontare le nuove sfide che la società dell'informazione e le tecnologie emergenti pongono in campo giuridico e socio-etico.
Al termine del programma di dottorato, i candidati saranno in grado di divenire: professionisti del mondo giudico ICT; esperti di privacy per le bio-banche; esperti di diritti di proprietà intellettuale su software, banche dati, innovazioni robotiche e genetiche; esperti in brevetti sulle nanotecnologie; funzionari in grado di gestire progetti di eGovernment, eJustice, eParliament; ricercatori in centri altamente innovativi (genetica, AI, nanotecnologie, IoT); membri di comitati etici in grado di analizzare le innovazioni ICT e produrre documenti e report politici; esperti di computer forensics; esperti di sicurezza e privacy nonché di big data; ingegneri della conoscenza giuridica.
Tipologia dell'attività svolta dai dottorandi
Il primo anno è dedicato a fornire strumenti metodologici per intraprendere il lavoro di ricerca ed ad armonizzare i percorsi formativi dei dottorandi nelle diverse discipline. Il primo anno è organizzato come segue:
- un percorso metodologico sugli strumenti di dottorato di ricerca al fine di fornire gli strumenti necessari per intraprendere una ricerca autonoma e solida (4 CFU) - Bologna
- panoramica dei principali temi e corsi specifici al fine di colmare le lacune nelle conoscenze (8 CFU) - Bologna
- corsi introduttivi sugli argomenti principali al fine di fornire il background necessario (12 ECTS) - Torino
- 36 crediti ECTS per la ricerca o la preparazione della tesi.
Nel secondo anno il candidato deve portare la propria ricerca in profondità e finalizzare il lavoro alla stesura della tesi:
- corsi avanzati specifici (12 ECTS)
- 32 crediti ECTS per la ricerca o la preparazione della tesi
- Personal Career Development Plan (4 CFU).
Nel terzo anno il candidato sceglie la migliore destinazione per il periodo di stage in relazione all’oggetto della sua ricerca.
La ricerca e lo stage sono orientati verso la stesura finale della tesi. In questo periodo il candidato deve preparare almendue articoli di ricerca, nell’ambito della propria tesi da pubblicare su riviste internazionali (24 ECTS).
Personal Career Development Plan (6 CFU) .
Preparazione della Tesi (30 ECTS).
Attività di formazione alla ricerca previste per i dottorandi in coerenza con gli obiettivi formativi del dottorato
Università di Bologna: 20 ore di lezioni per un corso metodologico sugli strumenti di dottorato di ricerca; 40 ore di lezioni che forniscono una panoramica dei principali temi, corsi specifici al fine di colmare le lacune nelle conoscenze degli studenti, non forniti dalla precedente istruzione.
Università di Torino: 20 ore di lezioni frontali e 20 ore di laboratorio metodologico di alto livello.
Università di Barcellona : 20 ore di lezioni frontali - ODR; 20 ore di lezioni frontali – PET; 20 ore di lezione - Ontology; 20 ore di lezione – Bioethics.
Mykolas Romeris University: 20 ore di lezioni su quadro giuridico internazionale per l'E –Business; 20 ore di lezioni sul quadro giuridico e sugli aspetti strategici della democrazia elettronica; 20 ore di lezioni sul quadro giuridico internazionale di biomedicina e Biotecnologia.
Università di Lussemburgo: 20 ore di lezione – Logica Deontica; 20 ore di lezione - Argomentazione giuridica; 20 ore di lezioni - Regolamento di Internet , una sfida trans- nazionale (offerto dalle Facoltà di Giurisprudenza ).
CELLS Hannover: 60 ore di seminari con esperti dell'industria e della pubblica amministrazione in relazione al tema specifico dello dottorando.
Il terzo anno è interamente dedicato alla elaborazione finale del testo della tesi.
Elementi di internazionalizzazione del dottorato
The LAST-JD è un corso di Dottorato Internazionale ERASMUS+ e conferisce il titolo doppio di “INTERNATIONAL DOCTORAL DEGREE IN LAW, SCIENCE AND TECHNOLOGY” in 4 paesi: Italia, Spagna, Lussemburgo, Lituania. Con il Lussemburgo si è stipulata una convenzione di co-tutelle per ottenere il doppio titolo di "Computer Science Ph.D" solo per i dottorandi di area informatica. Il consorzio è composto da 22 partner (5 full, 8 associati, 9 aziende) di 5 paesi EU (Italia,Spagna,Lussemburgo,Lituania, Germania) e 3 extra -EU (Cina,Australia,USA). Sono previsti 2 periodi di soggiorno presso università convenzionate, per un massimo di 18 mesi, per consentire agli studenti di acquisire competenze integrate ed interdisciplinari utilizzando al meglio la complementarietà dei diversi partner di consorzio. La mobilità consente ai dottorandi di sperimentare metodologie diverse di ricerca e di familiarizzare con lingue, culture e sistemi giuridici di differenti paesi europei. I 5 partner convenzionati garantiscono la congruità dei momenti formativi all’estero seguendo un piano formativo coordinato. 8 associate partner di 5 paesi europei e 3 paesi extra-EU garantiscono una pluralità di offerta in termini di esperti di dominio, workshop, seminari, topic di ricerca, risorse di tutorship che arricchiscono gli aspetti di internazionalizzazione del corso di dottorato. Gli associate partner Centre for Ethics and Law in the Life Sciences (CELLS) Hannover, Bioethics and Law Observatory (OBD) Università di Barcelona, ITTG/ CNR Firenze, Nexa Torino, Instituto de Investigacion en Inteligencia Artificial Barcellona, NICTA (Data61-AU), University of Pittsburgh (USA), University of Renmin (CN). 9 aziende di piccole e grandi dimensioni garantiscono la possibilità di selezionare temi di ricerca attuali e vicini al mercato per focalizzare la preparazione dei dottorandi sulle competenze maggiormente richieste nella ricerca applicata.
Prodotti e risultati attesi dalle attività di ricerca dei dottorandi
Entro la fine del primo semestre: Letteratura e indice presentate, discusse e approvate dall’Academic Committee. Entro la fine del secondo semestre: Revisione del lavoro e bozza della tesi approvata dall’Academic Committee. Entro la fine del terzo semestre: tabella analitica del contenuto presentato e approvato dall’Academic Committee. Entro la fine del quarto semestre: presentazione dei capitoli elaborati, approvato dall’Academic Committe. Entro la fine del quinto semestre: la maggioranza dei capitoli completi e presentati in bozza “pre-finale” all’Academic Committee. Verso la metà del sesto semestre: testo della tesi interamente completato, in seguito controlli e finitura del lavoro finale pronto per la difesa. Alla fine del programma. il dottorando deve aver pubblicato almeno due articoli in atti di convegni o riviste, e aver partecipare ad almeno due conferenze internazionali o nazionali.
Collegio dei docenti
Cognome Nome Ateneo/Ente Qualifica
ARTOSI ALBERTO Università di Bologna Professore ordinario
BALDONI MATTEO Università di Torino Professore associato
BAROGLIO CRISTINA Università di Torino Professore associato
BIASIOTTI MARIANGELA CNR-ITTIG Ricercatore Ente
BOELLA GUIDO Università di Torino Professore associato
BOUVRY PASCAL Université du   Luxembourg   Professore di università straniera
CASANOVAS POMPEU Universitat Autònoma de Barcelona Professore di università straniera
CASO ROBERTO Università di Trento Professore associato
COLE MARK Université du   Luxembourg   Professore di università straniera
COSTAMAGNA FRANCESCO  Università di Torino Professore associato
DE LECUONA ITZIAR Universitat de Barcelona Professore di università straniera
DI CARO LUIGI Università di Torino Ricercatore
DURANTE MASSIMO Università di Torino Professore associato
FARALLI CARLA Università di Bologna Professore ordinario
FARO SEBASTIANO CNR-ITTIG Ricercatore Ente
GANGEMI ALDO Université Paris 13 Professore di università straniera
KISKIS MINDAUGAS Mykolas Romeris   University Professore di università straniera
LIMBA TADAS Mykolas Romeris   University Professore di università straniera
NORIEGA PABLO Consejo Superior de   Investigaciones Científicas Ricercatore Ente
PAGALLO UGO Università di Torino Professore ordinario
PALMIRANI MONICA Università di Bologna Professore associato
POBLET MARTA Universitat Autònoma de Barcelona Professore di università straniera
ROIG ANTONI Universitat Autònoma de Barcelona Professore di università straniera
ROVERSI CORRADO Università di Bologna Ricercatore
SARTOR GIOVANNI Università di Bologna Professore ordinario
VAN DER TORRE LEON Université du   Luxembourg   Professore di università straniera
VITALI FABIO Università di Bologna Professore ordinario
ZICCARDI GIOVANNI Università di Milano Professore associato