Dottorato in Semiotica

Codice 543
Anno accademico 2013-2014
Area tematica Scienze Umanistiche
Ciclo XXIX
Coordinatore Prof.ssa Maria Patrizia Violi
Lingua

Francese, Inglese, Italiano

Durata 3 anni
Posti e borse di studio 6 posti, di cui 3 con borsa di studio
Scadenza bando 10/09/2013 ore 00:00 (Scaduto)
Data inizio corso 01/01/2014
Struttura proponente
Dipartimento di Filosofia e Comunicazione
Strutture concorrenti
Scuola Superiore di Studi Umanistici (SSSUB)
Curricula e tematiche di ricerca
  • teoria semiotica
  • semiotica della cultura
  • semiotica del testo
  • semiotica visiva
Sbocchi professionali e potenziali settori di impiego del dottorato di ricerca
-Carriera universitaria -Case editrici -Progettazione e consulenza nelle istituzioni e nel mondo politico -Progettazione di contenuti per i media (tv, radio, web…) -Gestione della comunicazione on line e off line di aziende, fondazioni, etc..
Requisiti
Laurea Vecchio Ordinamento;
Laurea Specialistica;
Analogo titolo accademico conseguito anche all’estero, già dichiarato equipollente dalle autorità.
Prove di ammissione

Vedi II bando ciclo XXIX

Diario delle prove

Vedi II bando ciclo XXIX

Obiettivi formativi del dottorato
Gli obiettivi formativi del corso sono essenzialmente tre: -uno teorico-filosofico, ovvero approfondire l’evoluzione delle teorie filosofiche e linguistiche del segno e della semiosi -uno metodologico, ovvero offrire degli strumenti di analisi testuale articolati e adeguati rispetto a oggetti testuali analitici diversi: testi verbali, visivi, comportamentali, musicalie tc.. -uno teorico-pratico, ovvero acquisire la capacità di svolgere una ricerca avanzata nel quadro delle discipline umanistiche (articolazione di un progetto, definizione di una bibliografia, messa a punto dello stato dell’arte sul tema etc…)
Tipologia dell'attività svolta dai dottorandi
L’attività dei dottorandi consisterà prevalentemente di ricerca bibliografica, analisi testuale, osservazioni comparative, in alcuni casi (laddove si svolge una ricerca di tipo empirico) osservazione sul campo.
Attività di formazione alla ricerca previste per i dottorandi in coerenza con gli obiettivi formativi del dottorato
Il dottorato prevede lezioni di docenti italiani e stranieri, workshop e seminari, gruppi di lettura e discussione, partecipazione alle attività della SSSUB dedicate ai dottorandi, partecipazione a convegni nazionali e internazionali, oltre a un periodo di studio all'estero.
Elementi di internazionalizzazione del dottorato
L’internazionalizzazione è un obiettivo centrale del percorso formativo di questo dottorato. Per questo si richiede ai dottorandi di passare almeno un semestre presso un’università straniera (preferibilmente tra il 18° e il 30° mese). Inoltre, alcuni seminari saranno tenuti da docenti stranieri. Sono poi sostenuti i dottorati in co-tutela (che nei precedenti cicli sono stati più volte realizzati) e la partecipazione dei dottorandi ai progetti internazionali in essere e a venire.
Prodotti e risultati attesi dalle attività di ricerca dei dottorandi
I principali risultati attesi dalla ricerca sono pubblicazioni in volumi e riviste specializzate. Inoltre è fortemente incoraggiata la partecipazione attiva a convegni, nazionali e internazionali.