Corso di alta formazione in WELFARE COMMUNITY MANAGER. Culture, modelli imprenditoriali e progettazione di servizi sociali innovativi

Codice 9045
Anno accademico 2017-2018
Tipologia di corso Alta Formazione
Area di interesse Area sociale, economica, giuridica
Sede didattica Bologna
Direttore Riccardo Prandini
Durata annuale
Costo € 1.500,00
Prevista selezione Si
Scadenza bando

12/01/2018 (Scaduto)

Inizio e fine immatricolazione dal 22 Gennaio al 5 Febbraio 2018
Struttura proponente
Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia - SDE 
Scuola di riferimento
Scienze politiche
Obiettivi
Il Corso offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di:
 Formare e specializzare un esperto in grado di progettare un sistema di welfare plurale e reticolare (pubblico, privato e di terzo settore) capace di promuovere innovazioni culturali, economiche ed organizzative per implementare nuovi servizi territoriali. Il corso propone una riflessione teorica ed empirica sul passaggio da un welfare “passivo”, “compensativo” e “assistenziale” ad uno “attivo”, “capacitante” e basato sulla costruzione di una “solidarietà mediante servizi”. Il corso, facendo riferimento a sperimentazioni già attive e in corso d’implementazione, intende valorizzare e sostenere la cultura imprenditoriale del territorio con l’intento di trasformare la singolarità degli stakeholder in una rete di progetti comuni e condivisi.
A chi si rivolge
Il corso si rivolge, in primo luogo, a chi
nelle imprese sociali, negli enti locali, e nelle aziende for profit svolge
funzioni di: - progettazione, organizzazione e gestione dello sviluppo dei
servizi sociali per il benessere della persona; - programmazione e
organizzazione di uffici di piano per i servizi sociali di livello comunale,
intercomunale, provinciale e regionale; - formazione di base e formazione sul
lavoro per operatori sociali, educatori, animatori sociali; - direzione e
gestione di imprese sociali impegnate nei servizi alla persona; - Diversity
Management e di Corporate Social Responsibility; Il corso si rivolge inoltre a
studenti che intendono acquisire gli strumenti per una nuova professionalità con
competenze multidisciplinari e operante nell’ambito dei servizi di welfare
territoriale.
Numero partecipanti
Minimo: 15 - Massimo: 40
Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-01 Beni Culturali; L- 05 Filosofia; L-10 Lettere; L-11 Lauree in Lingue e Culture Moderne; L-14 Scienze dei Servizi Giuridici; L-15 Scienze del Turismo; L-16 Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione; L- 18 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale; L-19 Scienze dell'Educazione e della Formazione; L-20 Scienze della Comunicazione; L-24 Scienze e Tecniche Psicologiche; L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche; L-33 Scienze Economiche; L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali; L-37 Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace; L-39 Servizio Sociale; L-40 Sociologia; L-41 Statistica; L-42 Storia; L/SNT01 Classe delle lauree in Professioni Sanitarie Infermieristiche e Professione Sanitaria Ostetrica; Classe delle lauree in L/SNT02 Professioni Sanitarie della Riabilitazione; Classe delle lauree in L/SNT03 Professioni Sanitarie Tecniche; L/SNT04 Classe delle lauree in Professioni Sanitarie della Prevenzione o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento);
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LMG/1 Classe delle Lauree Magistrali in Giurisprudenza; LM-1 Antropologia culturale ed etnologia; LM-50 Programmazione e gestione dei servizi educativi; LM-51 Psicologia; LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell'economia; LM-57 Scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua; LM-59 Scienze della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicità; LM-62 Scienze della politica; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-76 Scienze economiche per l'ambiente e la cultura; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-78 Scienze filosofiche; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-82 Scienze statistiche; LM-84 Scienze storiche; LM-85 Scienze pedagogiche; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-91 Tecniche e metodi per la società dell'informazione; LM-92 Teorie della comunicazione; LM-93 Teorie e metodologie dell'E-Learning e della media education; o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).
In base ad una valutazione positiva della Commissione Giudicatrice possono essere ammessi al percorso di selezione anche candidati in possesso di altre lauree in ambito umanistico, purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del corso.
Criteri di selezione
L’ammissione al Corso è condizionata a giudizio positivo formulato a seguito di valutazione del curriculum vitae e delle eventuali pubblicazioni presentate all’atto dell’iscrizione dal candidato.
Piano didattico
  • Culture del welfare: verso il Social Investment Approach SSD SPS/08 DOCENTE TITOLARE Riccardo Prandini

  • Profili giuridici per la gestione ed affidamento dei servizi sociali. Partnership pubblico-privato SSD IUS/09 DOCENTE TITOLARE Sofia Bandini

  • Innovazione Sociale nei servizi territoriali di welfare SSD SPS/07 DOCENTE TITOLARE Paolo Venturi

  • Metodologie di co-progettazione in reti multi-stakeholder per azioni di welfare aziendale e

    CSR/Cittadinanza d’Impresa, SSD SPS/09 DOCENTE TITOLARE  Walter Sancassiani

  • Cittadinanza d'impresa e welfare aziendale: metodologie di lavoro e analisi di caso SSD SPS/08 DOCENTE TITOLARE Elena Macchioni

Frequenza obbligatoria
70%