Corso di alta formazione in Tecnico competente in acustica (Formazione Permanente) - 5521

Codice 5521
Anno accademico 2017-2018
Tipologia di corso Formazione permanente
Area di interesse Area scientifico-tecnologica
Sede didattica Bologna
Direttore Lamberto Tronchin
Durata 9 mesi
Costo 1800 Euro
Prevista selezione Si
Scadenza bando

02/10/2017 (Scaduto)

Inizio e fine immatricolazione Dal 20/10/2017 al 13/11/2017
Struttura proponente
Dipartimento di Ingegneria Industriale - DIN
Scuola di riferimento
Ingegneria e Architettura
Obiettivi
Il Corso è strutturato in conformità al DL 42 del 2017 che stabilisce le modalità di svolgimento dei Corsi abilitanti all'ottenimento della qualifica di Tecnico Competente in Acustica Ambientale.
Il programma è suddiviso in una prima parte teorica ed una seconda applicativa, con una prova finale, allo scopo di rispettare tutte le indicazioni riportate del DL 42 del 2017.
La figura di tecnico competente in acustica ambientale è stata istituita dalla Legge 26.10.1995 n.447 “Legge quadro sull’inquinamento acustico” quale figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo”. L'obiettivo del corso è dunque quello di fornire al discente un bagaglio culturale teorico-pratico che gli consenta di svolgere la professione di Tecnico competente in acustica ambientale.
A chi si rivolge
Il corso si rivolge a liberi professionisti e ai dipendenti de Enti Pubblici Territoriali devoluti al controllo quella qualità ambientale e a tutti coloro che intendono acquisire una preparazione specifica nel settore dell'acustica ambientale.
Numero partecipanti
Minimo: 15 - Massimo: 60
Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: Lauree in scienze dell’architettura (classe L-17); Lauree in ingegneria civile e ambientale (classe L-7); Lauree in ingegneria dell’informazione (classe L-8); Lauree in ingegneria industriale (classe L-9); Lauree in scienze e tecnologie fisiche (classe L-30); Lauree in scienze matematiche (classe L-35); Lauree in professioni sanitarie della prevenzione (classe L/SNT/4) o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento).
 
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM-4 architettura e ingegneria edile-architettura; LM-17 fisica; LM-20 ingegneria aerospaziale e astronautica; LM-21 ingegneria biomedica; LM-22 ingegneria chimica; LM-23 ingegneria civile; LM-24 ingegneria dei sistemi edilizi; LM-25 ingegneria dell’automazione; LM-26 ingegneria della sicurezza; LM-27 ingegneria delle telecomunicazioni; LM-28 ingegneria elettrica; LM-29 ingegneria elettronica; LM-30 ingegneria energetica e nucleare; LM-31 ingegneria gestionale; LM-32 ingegneria informatica; LM-33 ingegneria meccanica; LM-34 ingegneria navale; LM-35 ingegneria per l’ambiente e il territorio; LM-40 matematica; LM-44 modellistica matematico-fisica per l’ingegneria; LM-53 scienza e ingegneria dei materiali; LM-54 scienze chimiche; LM-58 scienze dell'universo; LM-69 scienze e tecnologie agrarie; LM-71 scienze e tecnologie della chimica industriale; LM-74 scienze e tecnologie geologiche; LM-75 scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

In base ad una valutazione positiva della Commissione Giudicatrice possono essere ammessi al percorso di selezione anche candidati in possesso di altre lauree in ambito tecnico-scientifico o del diploma quinquennale di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica, purché in presenza di un curriculum vitae et studiorum che documenti una qualificata competenza nelle materie oggetto del corso.
Criteri di selezione
L’ammissione al Corso è condizionata a giudizio positivo formulato a seguito di valutazione dei titoli e colloquio.
Data di selezione
5 ottobre 2017
Sede delle lezioni
Bologna
Piano didattico
  • Fondamenti di acustica - ING-IND/11 - Lamberto Tronchin
  • La propagazione del suono e l’acustica degli ambienti confinati - ING-IND/11 - Lamberto Tronchin
  • Strumentazione e tecniche di misura - ING-INF/07 - Cristian Rinaldi
  • La normativa nazionale e regionale e la regolamentazione comunale - ING-IND/11 - Maurizio Poli
  • Il rumore delle infrastrutture di trasporto lineari - ING-IND/11 - Cristian Rinaldi
  • Il rumore delle infrastrutture (portuali) e aeroportuali e climi acustici - ING-IND/11 - Paolo Valdiserri
  • Altri regolamenti nazionali e normativa dell’unione europea - ING-IND/11 - Marco Caniato
  • I requisiti acustici passivi degli edifici - ING-IND/11 - Luca Barbaresi
  • Criteri esecutivi per la pianificazione, il risanamento ed il controllo delle emissioni sonore - impatti acustici - ING-IND/11 - Nicola Granzotto
  • Rumore e vibrazioni negli ambienti di lavoro - ING-IND/11 - Emiliano Boniotto

 

  • Esercitazione pratica - acustica edilizia: progettazione e collaudo - ING-IND/11 - Enrico Manzi
  • Esercitazione pratica - acustica forense - ING-IND/11 - Renato Salvalaggio
  • Esercitazione pratica - rumore stradale - ING-IND/11 - Andrea Tombolato
  • Esercitazione pratica - clima acustico e misurazioni fonometriche - ING-IND/10 - Paolo Valdiserri
  • Esercitazione pratica - impatto acustico - ING-IND/11 - Nicola Granzotto
Frequenza obbligatoria
80%